Home Cinema La paura trema contro incontro con Pupi Oggiano

La paura trema contro incontro con Pupi Oggiano

382
SHARE
Incontro con Pupi Oggiano
Regista, musicista e cantante. Tutto con un filo conduttore. La Paura, il Mistero. Cosa ti affascina di questi temi?
Mi affascina l’idea di poter raccontare un qualcosa che non sia immediato, o facilmente intuitibile, e che quindi non ti dia la possibilità di essere rassicurato. Questo capita ovviamente nelle mie storie raccontate per immagini ed è stranissimo come invece sia l’opposto nei testi delle mie canzoni da cantautore, i cui temi invece sono sempre molto a fuoco. Quando però questi brani diventano videoclips ecco che subentra immediatamente l’altra mia anima che sovverte il tutto rimescolando talvolta gli intenti. Insomma mi piace dare all’ascoltatore/spettatore la possibilità di farsi “propria” la proposta artistica che vado a presentare.
Il tuo percorso professionale?
Nasco come autore di canzoni. Divento cantante per “esigenza” e non per velleità canora; non mi sono mai sentito un cantante o un interprete, ma un cantautore che interpreta le proprie emozioni. Fondo alcune bands e poi approdo alla dimensione solista realizzando ad oggi 5 dischi. Per quanto riguarda la parte video, posso dire che amando il Cinema tanto quanto la musica, dapprima realizzo alcuni documentari sul mio autore cinematografico di riferimento: Dario Argento. Vinco il To Horror film Festival con TORINO D’ARGENTO e successivamente creo il Dario Argento Tour Locations Torino, viaggio attraverso i luoghi in cui il Maestro ha realizzato 7 dei suoi films. In parallelo alla realizzazione di prodotti video, continuo la mia attività musicale, facendo incontrare le due arti iniziando così l’avventura “videoclip” per i miei brani ma anche per quelli di altri artisti. La dimensione videoclip l’amo moltissimo poichè l’alchimia musica/immagine mi da la possibilità di una libertà creativa totale. Non ho mai realizzato videoclip canonici, ma cortometraggi in musica. A volte questa mia prerogativa non mi ha convinto ad accettare anche proposte musicalmente interessanti poichè incontravo artisti che avrebbero voluto un clip commercialmente più immediato. Ne ho firmati ad ogi modo diverse decine.
Secondo te perché vogliamo farci spaventare vedendo certi film?
La Paura è un sentimento necessario. Fa parte della vita ed è assolutamente impossibile sfuggire ad essa. Il fascino che emana però è altrettanto irresistibile.
I tuoi padri artistici?
Musicalmente sono cresciuto con il rock dei Dire Straits, le melodie di Lucio Battisti, il Pop dei Duran Duran e la totalità armonica di Mozart. Basterebbe questo per capire la contaminazione di alcuni miei lavori. Sono comunque decine gli artisti di riferimento. Cinematograficamente parlando ovviamente Dario Argento, ma anche Hitchcock, Carpenter, Shyamalan, Comencini e Monicelli. King e la Christie nella letteratura. Ma anche qui potrei citare davvero tanti nomi. Amo molto confrontarmi e immergermi nei lavori altrui.
La paura trema contro è il tuo primo film dopo anni di videoclip, come è iniziato questo progetto?
Era una delle tante storie che avevo nel cassetto. Diciamo che era quella che premeva maggiormente ad uscire, quella che in qualche modo si presentava in maniera massiccia tutte le volte che mi vedevo a dirigere un film. 10 giorni di riprese, tantissime ore di montaggio e sala di incisione e un low bujet a disposizione, in sei mesi avevamo il film finito tra le mani. Merito del lavoro di tutto lo Staff che mi ha seguito in questa avventura e che ancora oggi, in questa intervista, colgo l’occasione di ringraziare.
Soggetto e regia, parlaci dello sviluppo del tuo film e come sarà distribuito?
E’ un film con molta ironia. Ci tengo sempre a sottolineare quello che ritengo sia l’aspetto principale del film. Ovviamente la cornice è quella del Cinema fantastico che tanto amo. C’è la fantascienza, l’Horror e il giallo, ma credo che l’ironia prevalga su tutto.  “La paura trema contro” è un po’ come quegli amori assoluti; tra genitore e figlio o tra due innamorati, in cui l’amore è totale ma al suo interno sono anche previste prese in giro, scherni e giochi. In un certo senso è come se avessi voluto giocare col Cinema prendendo in giro il genere che più amo, senza mai mettere in discussione l’amore “totale” che ho nei suoi confronti! La paura fa tremare. Non è lei che trema,  e forse da questo si capisce un po’ di più il senso del film, partendo già dal titolo. Il gioco di parole “trama contro” o “rema contro” eccetera, mi hanno dato la possibilità di giocarci sopra ulteriormente e di suggerire che forse al di là delle scene forti c’è qualcosa di più “sottile” da scoprire e mettere a fuoco. La prima Nazionale del film sarà il 5 febbraionella splendida cornice del Cinema Massimo di Torino. Dopodichè il film sarà finalmente a disposizione. Prevista ovviamente la successiva distribuzione in Horme Video.
Come è stata concepita la colonna sonora?
La colonna sonora è nata in parallelo alla stesura della sceneggiatura. Ogni scena che andavo scrivendo mi suggeriva quasi immediatamente il senso della musica da applicare sotto alle immagini. Il film è poco verboso e molto musicato. Il cd della colonna sonora contiene infatti 19 tracce alcune delle quali, in principio, sono nate come canzoni cantate, spogliate del testo e riproposte come accompagnamento. Ogni traccia ha comunque una sorta di “protagonismo” e sono tranquillamente “ascoltabili” anche senza l’ausilio delle immagini.
Il momento più emozionante di questo tuo importante traguardo.
Il momento più emozionante  è quando ti rendi conto di avercela fatta. Di aver portato a compimento il lavoro prefissato. La vera vittoria è quella. La strada che farà un mio lavoro mi interessa fino ad un certo punto. Ovviamente sono felice quando il mio lavoro trova consensi, tuttavia la cosa importante per me è continuare ad esprimermi attraverso l’arte. A tal proposito è già nato un nuovo film le cui riprese inizieranno a breve. Fermarsi…trema contro!
Intervista di: Luca Ramacciotti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.