Home Animali Fiori di Bach e animali ne parliamo con Tamara Macelloni

Fiori di Bach e animali ne parliamo con Tamara Macelloni

446
SHARE

Tamara Macelloni è consulente esperta di Fiori di Bach per umani e animali e da molti anni Docente accreditata dal Bach Centre Inglese per la Formazione di Consulenti iscritti nel Registro internazionale.
Abbiamo voluto conoscerla meglio dopo aver letto il suo recente libro “Iniziazione ai Fiori di Bach per animali”, scritto insieme al Medico veterinario Dott.ssa Cinzia Ciarmatori. Dalla lettura del libro emerge infatti notevole sensibilità e verso il mondo emotivo degli animali e tante sono le domande emerse…

Come nasce l’idea di questo libro?
Il libro è parte integrante del Progetto Pets&Flowers che, insieme a Cinzia Ciarmatori ed Elena Torre, abbiamo iniziato circa due anni fa per ampliare la consapevolezza sul benessere degli animali e il rispetto del loro mondo e della loro individualità.
Dato che lavoro nell’ambito dei Fiori di Bach e delle discipline olistiche da molti anni, l’idea del libro e di una corretta informazione sul Metodo del Dottor Bach (il medico inglese che lo ha ideato), mi è sembrata subito un’ottima iniziativa per raggiungere un pubblico più ampio per far sì che un’adeguata conoscenza dei Rimedi potesse anche condurre ad una maggior consapevolezza sulle emozioni e le necessità etologiche delle varie specie animali che ci accompagnano nella nostra vita quotidiana.

Quali sono i principali contenuti?
Nel libro parliamo sia dei principi fondamentali del Metodo originale, che delle modalità corrette per la scelta e somministrazione dei Rimedi per le varie specie animali, non solo cani e gatti, ma anche cavalli, asini, conigli, uccelli e altre specie non convenzionali, riferendoci a frammenti della loro esperienza di vita che aprono una finestra sulla delicatezza e la sfaccettatura del loro mondo emotivo.
Introduciamo anche dei riferimenti sull’evoluzione della relazione tra uomo e animali e una visione delle emozioni da una prospettiva più attuale ripresa dalle neuroscienze. Si tratta di un piccolo manuale divulgativo di facile lettura, proprio per far incuriosire il lettore e renderlo maggiormente consapevole e interessato al benessere emotivo degli animali da cui è circondato.
Questo perché i Fiori di Bach sono Rimedi che si possono somministrare anche agli animali senza rischi o controindicazioni, ma funzionano se si utilizzano in maniera adeguata. Abbiamo proprio voluto far chiarezza su quest’ultimo punto perché la nostra esperienza ci indica che esiste una grande necessità di chiarezza sul Metodo originale dei Fiori di Bach.

Il libro è centrato sul metodo originale del dottor Bach, cosa si intende e perché ha fatto questa scelta?
Quando lessi per la prima volta gli scritti originali del Dottor Bach, rimasi colpita dalla chiarezza e la semplicità dei contenuti. In poche righe il Dottore descrive concetti su salute e malattia, qualità della vita, cura e rispetto di noi stessi, ma anche di chi ci circonda, da una prospettiva olistica e sistemica già non comune all’epoca e assolutamente attuale ancora oggi.
Anche per questo, nel nostro libro ci siamo ispirate ai principi alla base del Metodo e fondamentali per comprenderne il funzionamento e il potenziale derivante dall’utilizzo dei Rimedi.

Un libro a quattro mani… chi è la sua compagna di viaggio?
La mia compagna di viaggio per quanto riguarda il libro è Cinzia Ciarmatori, che, come ho già detto, fa parte, insieme a Elena Torre, di Pets&Flowers, rivolto al benessere degli animali.
Una parte importante di questo progetto è la formazione di Consulenti di Fiori di Bach per animali che siano preparati, professionali e animati da spirito etico ed empatico. Questa formazione è proposta in diverse regioni italiane ed è aperta a Consulenti e studenti in corso di formazione con il Programma internazionale del Bach Centre (www.Bachcentre.it, ndr), ma anche a studenti e diplomati di altre scuole di Floriterapia.
Ciò che ci lega maggiormente, a parte questo progetto condiviso che prevede anche sviluppi in altre direzioni (che sveleremo in futuro), è soprattutto una profonda stima personale e professionale, dettata da valori condivisi e da impegno e costanza nel portare avanti la propria traiettoria lavorativa.
La reciproca stima professionale ha portato fin da subito a creare un’alleanza basata su quei principi di trasparenza, chiarezza e rispetto personale che ci hanno permesso di lavorare in completa sintonia e fiducia. Per me questi rappresentano valori fondamentali che guidano tutte le mie scelte personali e professionali.

Intervista di: Francesca Fiaschi

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.