Home Libri Il mio mondo è donna

Il mio mondo è donna

470
SHARE

Ci sono libri che emozionano, altri che anno riflettere altri ancora che spiazzano. Ci sono saggi che spiegano, altri che approfondiscono, altri ancora che ti lasciano più ricco di prima. I libri di Veronesi hanno in sé tutte queste caratteristiche unite ad una prosa sempre limpida da convincere anche i lettori più esigenti. Non fa eccezione anche l’ultimo saggio uscito da poco per Mondadori dal titolo Il mio mondo è donna, curato dalla scrittrice e divulgatrice scientifica MariaGiovanna Luini che da tempo affianca  il professor Veronesi in questo viaggio fatto di cultura, di riflessione di crescita che i loro libri sempre propongono. È un dato di fatto che dopo aver affrontato la lettura di un loro saggio non si può rimanere le stesse persone di prima, ogni capitolo pone domande, mostra un aspetto della realtà, accende un riflettore e ti porta un po’ più avanti. Che il mondo di veronesi fosse donna lo avevano intuito, traspare dalle scelte lavorative, dall’approccio amorevole con i pazienti, dalla disponibilità verso il prossimo, dalla condanna della violenza dal suo pacifismo profondo e radicato. “Se voglio parlare della pace e di come reagire in modo positivo alle aggressioni, -scrive Veronesi- devo e voglio partire dalle donne. Perché le reazioni pacifiche e intelligenti sono tipiche delle donne, non degli uomini”. E in questo libro ci svela alcuni dei nomi delle donne che con la loro vita, il loro esempio, le loro scelte molto spesso contro corrente, lo hanno reso l’uomo che è diventato. Come non condividere il rispetto per Ipazia di Alessandria, per madame Curie, per Frida Kalo ma anche per tutte le donne della sua vita comprese le pazienti che ha incontrato per le quali spende bellissime parole. E poi il suo essere pacifista fin dalle scelte nella propria quotidianità, rinunciando per più di un motivo a mangiar carne con un occhio sempre attento alle risorse del pianeta. Senza pedanteria ne volontà di persuasione spiega le ragioni delle sue scelte e non stupisce che molti seguendo semplicemente il sue esempio abbiamo fatto altrettanto.\r\nArticolo di: Elena Torre

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.