Home Cinema “L’uomo per bene”, anteprima a Milano

“L’uomo per bene”, anteprima a Milano

704
SHARE

Nexo Digital, Feltrinelli Real Cinema e Teatro Franco Parenti\r\n\r\nin collaborazione con la Comunità Ebraica di Milano\r\n\r\npresentano\r\n\r\n \r\n\r\nDomenica 18 gennaio 2015 ore 20.30 \r\n\r\nTeatro Franco Parenti Milano – Sala Grande \r\n\r\nL’anteprima italiana del pluripremiato film\r\n\r\nL’UOMO PER BENE\r\n\r\nLe lettere segrete di Heinrich Himmler\r\n\r\nUn film di Vanessa Lapa\r\n\r\n \r\n\r\nIntroduce Andrée Ruth Shammah\r\n\r\nIntervengono la regista Vanessa Lapa\r\n\r\ne lo storico David Bidussa \r\n\r\n \r\n\r\nIl film sarà programmato nelle sale il 27 e il 28 gennaio \r\n\r\nin occasione della Giornata della Memoria\r\n\r\n \r\n\r\n \r\n\r\nRaggelante\r\n\r\nNicolas Rapold, The New York Times\r\n\r\n \r\n\r\nUna delle esperienze cinematografiche più profondamente disturbanti della mia vita. Possiede la forza della paziente costruzione di un incubo dei film di Michael Haneke che affondano le loro radici nelle stesse tenebre dell’Europa del XX secolo\r\n\r\nAndrew O’Hehir\r\n\r\nIl 6 maggio del 1945 i soldati dell’armata americana occuparono la casa di famiglia degli Himmler a Gmund, in Germania, dove furono scoperte centinaia di lettere private, documenti, diari e fotografie. Dalla lettura di questo materiale è nato un film che svela i pensieri nascosti, gli ideali, i piani e i segreti del comandante delle SS, l’architetto della Soluzione Finale Heinrich Himmler. Il tutto grazie a rarissimi filmati, spesso mai visti prima, tratti da 151 fonti di 53 diversi archivi dislocati in 13 paesi del mondo, come il Bundesfilmarchiv Berlino, il National Archive Maryland, lo Steven Spielberg Film and Video Archive presso l’USHMM Washington e molti altri. Il girato è stato interamente restaurato, sonorizzato, montato seguendo il fil rouge delle lettere di Himmler e mostrando allo spettatorecome la crudeltà e il male possano emergere e svilupparsi da un’apparente normalità”.\r\n\r\nDopo aver partecipato alla Berlinale, al Jerusalem Film Festival, al Vancouver International Film Festival, a Documenta Madrid 14, al Rio de Janeiro International Film Festival, al Telluride Film Festival, al Planete + Doc Film Festival, al Dok Fest e a molti altri festival, L’Uomo per bene. Le lettere segrete di Heinrich Himmler arriva in anteprima a Milano domenica 18 gennaio alle ore 20.30 al Teatro Franco Parenti, dove la regista Vanessa Lapa incontrerà il pubblico assieme ad Andrée Ruth Shammah e a David Bidussa, storico sociale delle idee e direttore della Biblioteca della Fondazione Giangiacomo Feltrinelli. I dettagli per la prenotazione all’anteprima sono disponibili su www.teatrofrancoparenti.it. I giornalisti possono invece richiedere gli accrediti alla serata rispondendo a questa mail.\r\n\r\n \r\n\r\nL’Uomo per bene. Le lettere segrete di Heinrich Himmler verrà poi distribuito in Italia solo per due giorni il 27 ed il 28 gennaio 2015 (elenco delle sale su nexodigital.it e trailer qui https://www.youtube.com/watch?v=Av9qU1LFKpE) come evento cinematografico in occasione del Giorno della Memoria,  la ricorrenza internazionale per ricordare le vittime del nazismo e della Shoah proprio nel giorno in cui, nel 1945, vennero aperte le porte del campo di sterminio di Auschwitz.\r\n\r\n \r\n\r\n \r\n\r\nCom’è accaduto che un uomo, un cattolico-nazionalista della classe media, potesse diventare il braccio destro di Hitler, il responsabile dell’ideazione, dello sviluppo ed esecuzione delle strategie che portarono allo sterminio di milioni di ebrei, comunisti, testimoni di Geova, omosessuali, dissidenti e Rom? Da dove nasce questa ideologia? Come vedeva se stesso e com’era visto in privato – dalla moglie Margarete, dalla figlia Gudrun e dall’amante Hedwig? Com’è stato possibile che l’uomo che tanto elogiava le cosiddette virtù tedesche, come l’ordine, la decenza e la bontà, quando scriveva a casa, e nel bel mezzo della guerra e della Soluzione Finale, affermasse: “Malgrado tutto il lavoro, sto bene e dormo bene”? Come può un uomo diventare un eroe ai propri occhi ed essere uno sterminatore di massa agli occhi del mondo?\r\n\r\n \r\n\r\nSpiega Vanessa Lapa Dato che la narrazione del film si svolge intorno alla costellazione di Himmler e della sua famiglia – dapprima attraverso i parenti e i fratelli, poi attraverso la moglie, la figlia e l’amante – il pubblico diventa testimone del mondo prodotto dalla Prima guerra mondiale e dalla Repubblica di Weimar, viste inizialmente dal punto di vista di un tedesco della classe media e successivamente dal punto di vista di una famiglia nazista di alto rango”.\r\n\r\nUn viaggio nella Germania del tempo, dunque, ma soprattutto un viaggio nella personalità di Himmler realizzato proprio grazie alla collezione di documenti personali e fotografie che Dave Lapa, padre di Vanessa, ha acquistato nel 2006 e che, dopo un processo d’identificazione che ha coinvolto i maggiori esperti dall’Archivio nazionale tedesco, sono attualmente custoditi a Tel Aviv. Continua la regista “le impressioni personali e il personale coinvolgimento di Himmler negli sviluppi politici e sociali dell’epoca sono il filo conduttore che dà forma all’esperienza cinematografica e rivelano quanto la crudeltà e il male possano emergere e svilupparsi da un’apparente normalità. Lo spettatore è così abbandonato al disagio di essere combattuto tra due poli: il coinvolgimento emotivo dettato dagli scritti particolarmente intimi dei personaggi e le orribili atrocità commesse per loro ordine”.\r\n\r\n \r\n\r\nVanessa Lapa: nata e cresciuta in Belgio, vive in Israele dal 1995. Giornalista di successo, ha prodotto e diretto più di un centinaio di reportage d’attualità per la televisione Israeliana. Il suo docufilm Olmert – Concealed Documentary (Israele, 2009), che rivela il dietro le quinte del governo e della vita privata del Primo ministro israeliano Ehud Olmert, è stato acclamato come un esempio eccezionale di cinéma-verité. Vanessa è anche stata coinvolta, per la parte Israeliana, nella produzione e creazione del contenuto per il documentario di 52 minuti Straddling the Fence (USA, 2003) diretto dal columnist newyorkese Thomas Friedman e trasmesso in tutto il mondo. Nel 2007 ha fondato la casa di produzione indipendente Realworks Ltd., con base a Tel Aviv.\r\n\r\n \r\n\r\nFilm Festival e Premi \r\n\r\n \r\n\r\nBerlinale-Berlin Film Festival\r\n\r\nOfficial Selection Panorama – Febbraio 2014\r\n\r\nDocumenta Madrid 14 – Madrid Documentary Film Festival\r\n\r\nOfficial Selection Competitio – Maggio 2014\r\n\r\nDOK. Fest – Munich International Documentary Film Festival\r\n\r\nSpecial Screening – Maggio 2014\r\n\r\nPlanete Doc Film Festival, Warsaw\r\n\r\nOfficial Selection – Competition – Maggio 2014\r\n\r\nJerusalem International Film Festival, Jerusalem\r\n\r\nWinner – Best Documentary – Luglio 2014\r\n\r\nIsraeli Academy Awards\r\n\r\nNominated for the Ophir Prize – Israeli Academy Awards – Agosto 2014\r\n\r\n41st Telluride Film Festival\r\n\r\nOfficial Selection – Agosto 2014\r\n\r\nJameson CineFest – 11th Miskolc International Film Festival.\r\n\r\nOfficial Selection– Competition – Settembre 2014\r\n\r\nBergen International Film Festival\r\n\r\nOfficial Selection – Competition – Settembre 2014\r\n\r\nFestival do Rio 2014 Rio de Janeiro International film festival\r\n\r\nOfficial Selection– Settembre 2014\r\n\r\nReykjavík International Film Festival\r\n\r\nOfficial Selection – Settembre 2014\r\n\r\n \r\n\r\nL’Uomo per bene. Le lettere segrete di Heinrich Himmler è distribuito  nelle sale da Nexo Digital e Feltrinelli Real Cinema in collaborazione con MYmovies.ite Wanted.\r\n\r\nFonte: Luana Solla

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.