Home Da conoscere Ospite del nostro format musicale Kekko KeYes

Ospite del nostro format musicale Kekko KeYes

647
SHARE

Dopo il lungo percorso artistico ((2009 – 2018) con la band “LE MENTI FAM”, nota per la collaborazione con Lo Zoo di Radio 105, per il quale ha curato la composizione di sigle e jingle, e per gli importanti opening act (tra gli altri J-AX e Fedez, Marracash, Gué Pequeno, Fabri Fibra, Boomdabash, Noyz Narcos), il leccese kekko keYes inizia la carriera solista.

Di prossima uscita per La Stanza Nascosta Records l’album di esordio solista In bilico.

Per saperne di più:

https://www.instagram.com/kekko_keyes

https://www.facebook.com/kekkokeYesSpeciale/

Quando hai iniziato a fare musica?

Faccio musica da quando ho capito che dovevo dare valore a tutti i testi che scrivevo e che puntualmente finivano inutilizzati in un quaderno dentro ad un cassetto.

Allora ho cercato di dare una melodia a quei testi: qualcosa mi suonava bene, altre cose molto meno, ma provando e riprovando, oggi, dopo 13 anni, è diventata una cosa naturale ed è parte di me.

Ascolto una base strumentale, penso ad una melodia e le parole escono di getto, sembra quasi che siano già lì pronte per essere cantate. E’ difficile da spiegare, sembra quasi una magia: quando c’è l’ispirazione giusta riesco a completare una canzone in non più di due ore.

Quali sono i generi in cui spazi nella tua produzione?

Nasco come rapper, ma sono forti in me le radici e le contaminazioni della musica reggae; vengo dal Salento, conosciuto a livello mondiale per questo genere di musica.

Con il passare del tempo mi sono affacciato anche ad alcune sfumature del c.d. “cantautorato”, ed oggi la mia musica è molto vicina al pop, anche se restano forti le influenze reggae e rap.

Dicci dieci cose che ti piacciono e dieci che ti fanno arrabbiare.

Mi piacciono la vita, i sorrisi della gente, la musica (ovviamente), la mia famiglia, la semplicità delle cose, l’umiltà nelle persone, il mare, la libertà, gli animali, la mia terra.

Mi fanno arrabbiare l’incoerenza, l’arroganza e la saccenza di alcune persone, chi predica bene e razzola male, chi non rispetta le idee e la libertà altrui, i bulli e i razzisti, chi non rispetta la natura e la vita.

Progetti?

Tra pochi giorni uscirà il mio nuovo singolo “Il centro del mondo” scritto in questo periodo di quarantena che ci ha messo tanto alla prova.

E’ un inno alla vita, al ricominciare a vivere, a ridere e a ballare insieme uniti, anche se ancora troppo distanti.

Nulla più di questa epidemia ha azzerato le distanze tra tutte le popolazioni di questo mondo: non esistono culture, ceti sociali o modi di vivere che siano stati esclusi da questo virus, perciò niente, più di questa situazione, può riunirci e farci apprezzare la vita, con tutto ciò che di buono ha da offrirci.

Ringrazio la mia etichetta, “La Stanza Nascosta Records” che mi sta supportando in questo progetto.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.