Home Interviste Da conoscere Fulvia Degl’Innocenti di Icwa/ Scampia Storytelling 2019

Da conoscere Fulvia Degl’Innocenti di Icwa/ Scampia Storytelling 2019

149
SHARE

Perché un’associazione di scrittori per ragazzi ha deciso di intervenire in una realtà come Scampia?

«Icwa è nata nel 2012, e subito dopo abbiamo pensato di attivarci per portare i libri e i loro autori in una zona dove difficilmente potrebbero arrivare senza un intervento mirato. La scelta è caduta su Scampia, un luogo simbolo del degrado ambientale e della criminalità organizzata. Rivolgerci ai più giovani è un modo per innestare un seme virtuoso, aprire le menti, generare consapevolezza e voglia di riscatto. È nato così nel 2014 Scampia Storytelling, che è giunto alla sesta edizione».

Come si svolge praticamente il festival?

«Si tratta di una giornata, quest’anno venerdì 29 novembre, in cui dieci nostri autori tengono incontri dalle materne alle superiori. Le classi ricevono mesi prima i libri scelti affinché possano  essere preparati e incuriositi. E quest’anno ci sarà anche un evento speciale in un auditorium dove varie classi delle scuole medie incontreranno il premio Strega ragazzi Guido Sgardoli».

Quest’anno però non andate solo a Scampia, ma anche a Varese…

«Abbiamo ricevuto la segnalazione di una scuola primaria della periferia di Varese che auspicava un intervento analogo. E ben volentieri abbiamo esteso il programma del festival con tre autori che incontreranno i bambini. L’idea ambiziosa è quella si trasformare Scampia Storytelling in un festival delle periferie».

Avete dei finanziamenti per questa attività?

«Per il momento è Icwa a sostenere tutte le spese, dal viaggio e pernottamento dei soci, all’invio dei libri, alla comunicazione. Ma auspichiamo di trovare in futuro dei partner che vogliano condividere con noi questa bella avventura dal significato così importante per i bambini»

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.