Home Interviste Nostro gradito ospite il magico Kevin James

Nostro gradito ospite il magico Kevin James

188
SHARE

Kevin James è uno dei più innovativi illusionisti del momento e fa parte del cast dello show “The Illusionists”, spettacolo in tournée in tutto il mondo con un incredibile record di incassi.

Qual è stato il momento in cui sei stato folgorato dall’arte magica?
Avevo 10 anni quando un mago venne nella nostra scuola. Mi sono subito innamorato dell’arte della magia. Ho amato il modo in cui mi ha fatto sentire e ho voluto Far provare quel sentimento agli altri per il resto della mia vita.

Ci sono maestri di arte magica che ti ispirano?
Certo, le liste sono piuttosto lunghe di maghi che penso siano grandiosi, vivi o morti. Alcuni dei maestri del passato sono Henning, LeRoy, Devant, Jarrett, Richardi, Selbit e Moretti. Tra quelli che ammiro del presente ci sono Teller, Steinmeyer, Lance Burton, Siegfried e Roy. Tutti hanno spinto per superare i limiti.

Come e quanto è cambiato il modo di proporre, per te, un’illusione rispetto agli anni passati?
Ho 10 illusioni in cantiere e in varie fasi di sviluppo. Alcune sono state create più facilmente di altre. Alcune impiegano anni per svilupparsi. Il processo di creazione di una nuova illusione è molto simile alla nascita di un bambino. All’inizio si comincia con una nozione scarabocchiata su un tovagliolo per poi passare alla fase del progetto. Si prosegue con un prototipo di cartone. Infine arrivi alla realizzazione per il palco in legno e metallo. Finalmente lo stai testando di fronte al pubblico e sicuramente saprai se a loro piace o no. Qualcosa che è iniziato con una piccola idea e poi l’hai portato in questo mondo e ora stai ricevendo applausi per questo motivo!!! È un viaggio straordinariamente appagante per l’anima e sono sicuro che mi divertirò a farlo per tutta la mia vita.

È noto il detto che il trucco è ma non visto, perché gli adulti e i bambini si lasciano incantare dalla magia? Per volere capire il trucco o credere, per un momento, che le leggi naturali possano essere rotte?
Per me i migliori spettatori sono quelli che sospendono la loro incredulità e si godono semplicemente il viaggio. È anche divertente che i bambini siano i più difficili da imbrogliare perché le loro menti sono ancora aperte a tutte le possibilità e non hanno tante nozioni prestabilite. Gli scienziati sono i più facili da ingannare perché non hanno nient’altro che nozioni preconcette. Pensano di sapere tutto del mondo. Il mago è in grado di utilizzare queste ipotesi per condurle alla soluzione sbagliata.

Come fai a capire i tempi scenici di un numero? Istinto o preparazione?
Inizia con il tuo personaggio, il concetto e la direzione artistica dello spettacolo. In The Illusionists, sono molto specifici nell’aspetto di tutti gli elementi scenici dell’atto. Devono sentirsi come se fossero nello stesso universo degli altri numeri, anche se i nostri personaggi sono diversi. Cerco di trovare diferenti ganci emozionali con ogni routine che sviluppo. Per trovare qualcosa che risuonerà con il pubblico. A volte la routine è dolce e innocente, a volte è scioccante, a volte ti fa sentire nostalgico, e questo avrà anche un ruolo nelle decisioni sceniche.

Se potessi collaborare con un mago del passato che sceglieresti e perché?
Servais LeRoy sarebbe la mia prima scelta. Vorrei davvero aver potuto incontrarmi e passare un po’ di tempo con lui. Era super creativo e una forza reale da non sottovalutare sul palcoscenico del suo periodo di massimo splendore. Era sia un grande creatore che un grande interprete. I maghi oggi usano ancora le sue idee e invenzioni 100 anni dopo.

I nuovi mezzi tecnologici hanno dato una nuova svolta alla magia?
I maghi sono sempre stati al passo con le nuove tecnologie. Il modo migliore è utilizzare la tecnologia e poi nasconderla rendendo il tuo aspetto un aspetto organico e semplice. Quindi per rispondere alla tua domanda … si.

Intervista di: Luca Ramacciotti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.