Home Libri Ecco le novità di Sovera Editore in uscita a fine mese

Ecco le novità di Sovera Editore in uscita a fine mese

121
SHARE

Ecco le novità di Sovera Editore in uscita a fine mese: due romanzi, scritti da due donne che scavano nella psiche umana con una sensibilità spiccatamente femminile.

Il primo di Luisa Franchi dell’Orto, nota archeologa che dopo diversi saggi fa il suo esordio con la narrativa, il secondo di Gabriella Ruggiero, libera professionista che – curiosamente – da commercialista ha intrapreso la strada della scrittura passando dai numeri alle Lettere.

Luisa Franchi dell’Orto, Naïlé, la straniera.
Luisa Franchi dell’Orto, docente universitaria, saggista, famosa in tutta Italia per i suoi scavi archeologici si cimenta nella letteratura e affronta un altro tipo di scavi: quelli interiori della psiche umana, quelli che servono per la costruzione di un personaggio e di una trama avvincente come è quella di Naïlé, la straniera. Un intreccio di realtà e finzione, personaggi reali, come il sultano Mehmet Vahideddin, ultimo sultano turco, centesimo califfo dell’islam, e finzioni letterarie proiettano il lettore in una storia d’amore e di denuncia nell’Abruzzo degli anni Trenta. La protagonista è la bellissima Naïle. Naïlé è la “straniera”, una musulmana fuggita dalla piccola corte dell’ultimo sultano in esilio e catapultata in un sonnolento mondo della provincia abruzzese. Chi è Naïlé? Si sa che è una principessa. E che viene accolta nella famiglia di Giulio. Ma cosa si nasconde nell’odio cieco del capofamiglia, il Barone, il patrigno di Giulio, per i Turchi? Il racconto, a tratti ironico, si fa sempre più coinvolgente nella ricerca di una certezza, di una identità oltre lo snodarsi di tanti strani, impercettibili segnali che lasciano al lettore l’abilità di immaginare e costruire le vicende.
Lusia Franchi dell’Orto ha al suo attivo una lunga carriera come archeologa e storica dell’arte antica. Qui si cimenta per la prima volta con la narrativa. Spirito versatile, pronto a sperimentare personalmente in ogni campo, ha tra l’altro cantato da soprano e recitato con compagnie teatrali amatoriali.
Pagine 288, prezzo 15 euro

Gabriella Ruggiero, La scelta inconsapevole.
Una storia di amore e di amicizia ma anche di violenza e solitudine. È la storia di Silvia in La scelta inconsapevole. Gabriella Ruggiero in questo romanzo d’esordio costruisce personaggi, dialoghi e intrecci relazionali con semplicità e profondità. E va a fondo nei sentimenti. Talmente a fondo che non si riesce a distogliere lo sguardo dal libro fino al suo termine. È immenso il dolore che Silvia si porta dentro. Troppo grande per rivelarlo, troppo grande per custodirlo nascosto in eterno senza farsene prima o poi travolgere. Tormentata da attacchi di panico sempre più frequenti, la donna, quarantacinque anni e un difficile passato, decide di rivolgersi a uno psicoterapeuta, il professor Casadei, per tentare di superare la sofferenza che minaccia di soffocarla. A poco a poco, Silvia rivive le tappe del proprio passato: la famiglia di origine, l’università, il lavoro, l’amicizia con la coinquilina Rosa, simpatica e spigliata, il rapporto con l’amico Gaetano innamorato di lei, la storia di violenza vissuta con Paolo, e infine la grande passione per il fratello di Rosa, Andrea, spirito libero che l’abbandonerà per non assumersi la responsabilità di un figlio. Attraverso i ricordi e il difficile confronto con lo psicoterapeuta, Silvia capirà molte cose di se stessa e della propria vita, quella di un tempo e quella che l’attende.
Gabriella Ruggiero, nata a Larino, un piccolo paese del Molise, nel 1965. Vive a Bologna dove svolge l’attività di commercialista. La scelta inconsapevole è il suo primo romanzo.
Pagine 288, prezzo 16 euro.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.