Home Libri A Bordeaux c’è una grande piazza aperta di Hanne Ørstavik

A Bordeaux c’è una grande piazza aperta di Hanne Ørstavik

347
SHARE

A Bordeaux c’è una grande piazza aperta di Hanne Ørstavik Ponte alle Grazie

Ruth non ha dubbi, vuole incontrare Johannes, sa che è un critico e che si occupa principalmente di estetica e sociologia dell’arte, ma un suo articolo letto quasi per caso le aveva donato una tale gioia da farle desiderare di incontrare quell’uomo, di condividere con lui pensieri ed opinioni. Aveva voglia di ringraziarlo e quel sentimento era perdurato nei giorni successivi tanto da convincerla a cercare su Internet un suo contatto e ad inviargli un sms per ringraziarlo di quelle parole.
Quel primo contatto dettato da una strana impulsività che non si riconosceva dà il via ad uno scambio di messaggi che culminano con un appuntamento.
Lui dall’altra parte del paese, lei con una figlia di sedici anni, lei che decide di andare in fondo a quell’impulso per vedere cosa accadrà. E quella che si instaura è una relazione fatta di luoghi ed attese, di parole ed arte.
E poi c’è Abel che vive a Bordeaux insieme a sua figlia Lily dove Ruth deve allestire una mostra in una galleria d’arte, e c’è Ralf un giovane con una custodia di una chitarra, ci sono piazze, strade, caffè ove le vite di tante persone si incontrano, scontrano o si toccano appena in un una danza di sguardi, parole e gesti.
Hanne Ørstavik è considerata da critica e lettori come la più grande scrittrice nordica che con questo romanzo conferma ancora una volta il suo grande talento di narratrice.
Ed è proprio con a Bordeaux c’è una grande piazza aperta edito da Ponte alle Grazie che l’autrice norvegese si presenta al pubblico italiano, un romanzo dove la passione, la nostalgia, il dolore si esprimono attraverso il linguaggio del corpo che diventa il vero protagonista delle pagine.
Un libro intimo ed intenso, forte e intriso di desiderio che grazie ad una prosa raffinata ed efficaci e sembra uscire dalle pagine.
Non stupisce che la Ørstavik abbia riscosso tanti consensi, vinto numerosi premi e che sua stata tradotta in ventisei lingue.

 

Articolo di: Matilde Alfieri

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.