Home Libri Michaël Uras, Le parole degli altri

Michaël Uras, Le parole degli altri

203
SHARE

Michaël Uras, Le parole degli altri

Ci sono i libri che parlano dei fiori, dei tè, dei profumi, dei mieli, delle pietre, poi ci sono quelli che parlano di libri, dei librai delle biblioteche, degli scrittori.
Oramai sembra che sia possibile leggere solo qualcosa che rientra in una precisa categoria, come se le storie solo perché sono storie non riescano ad inserirsi in quello o quell’altro filone.
Per fortuna però che nelle suddette categorie, ma potrebbero essercene anche molte altre che non sto ad elencare, ogni tanto emerge un titolo che ti sorprende e che, magari non sarebbe arrivato nella tua libreria se non per i suddetti motivi!
È il caso di Michaël Uras con Le parole degli altri. Un romanzo che ci invita a conoscere Alex, professione biblioterapeuta, lavoro che si è inventato a dispetto delle ambizioni materne che lo avrebbero voluto scrittore, accademico e molto di più.
Ma del suo lavoro Alex è felice perché consigliando letture e accompagnando i suoi pazienti nel mondo salvifico delle parole, ne migliora la vita.
Ma come nelle migliori tradizioni se Alex riesce a far entrar la felicità nella vita del giovane Yann, del calciatore Antony, dell’indaffarato Robert, fatica a farlo con la propria esistenza.
Per cui, con quale libro iniziare per guarire se stesso?
Un romanzo lieve, delicato, ben scritto che saprà sicuramente far sorridere i lettori accaniti che non solo nelle prescrizioni di Alex, ma anche nelle decine di citazioni più o meno nascoste tra le pagine, sapranno cogliere rimandi, conferme o consigli di lettura. Un romanzo che forse potrà, per dirla alla Alex, aggiustare qualcuno!

 

Michaël Uras

Le parole degli altri

Editrice Nord

 

Articolo di: Elena Torre

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here