Home Libri Alessandro Perissinotto, Quello che l’acqua nasconde

Alessandro Perissinotto, Quello che l’acqua nasconde

200
SHARE

Alessandro Perissinotto, Quello che l’acqua nasconde

Aldo Abrate è un professore di scienze in un liceo, fin da piccolo era stato affascinato dalla medicina, per lui Christiaan Barnard prima, Dulbecco poi erano i veri eroi. Era certo che sarebbe diventato un medico famoso poi i suoi sogni si infransero con il primo anno di Medicina durante il quale non fu in grado di superare neppure un esame, troppo distratto forse dalla vita parrocchiale che tanto lo assorbiva. È proprio all’oratorio aveva incontrato per la prima volta Edoardo Rubessi, allora solo un bambino introverso dai riccioli scuri e uno sguardo indecifrabile. Lo stesso Rubessi che oggi, come aveva letto su autorevoli riviste scientifiche era un acclamato genetista in odore di Nobel. Rubessi ritorna in Italia dopo una carriera costruita negli Stati Uniti ed è proprio nella natia Torino che la sua vita è destinata a prendere una piega terribile ed inaspettata che affonda le sue radici nel passato mai dimenticato di una storia che ancora ci riguarda da vicino.
Un nuovo romanzo per Alessandro Perissinotto che torna a raccontare uno spaccato della nostra storia recente, le ombre degli anni di piombo che ancora si allungano sul nostro presente e il rischio che una memoria non solida possa privarci di un’esperienza di cui dobbiamo fare tesoro. Si interroga l’autore sul rischio di tornare a parlare di quegli anni, in parte già raccontati ne Le colpe dei padri uscito nel 2013, e poter apparire ripetitivo, ma si persuade, e fa bene, che vale la pena correre il rischio certo che ogni storia ha in sé l’unicità che la rende preziosa. Un romanzo intrigante che conferma ancora una volta lo stile di una scrittura che non stanca e che ci racconta qualcosa che che ci riguarda.

 

Articolo di: Matilde Alfieri

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here