Home Arte Dove va la storia dell’arte? Tre giorni di incontri, riflessioni e...

Dove va la storia dell’arte? Tre giorni di incontri, riflessioni e proposte tra gli storici dell’arte di oggi e di domani

203
SHARE

Montemerano, Biblioteca comunale di Storia dell’arte

26 – 28 maggio 2017

Oggi è perfino scontato (anche se non del tutto corretto) affermare che l’Italia è il paese più ricco al mondo di beni architettonici, archeologici e artistici, il tutto inserito in un contesto ambientale ancora – e nonostante tutto – straordinario, fino a giungere all’errata, infelice, pericolosa  definizione di bene culturale come «petrolio d’Italia» o come «giacimento», quasi che la bellezza ereditata dai nostri antenati fosse soltanto una proprietà da usare, manipolare e sfruttare fino al suo completo esaurimento.

Se è vero però che in ogni angolo del nostro Paese ci sono opere d’artee testimonianze del passato da studiare, tutelare e promuovere nell’ottica, in gran parte ancora mal compresa in Italia, di “turismo consapevole”; se dalla bellezza tramandataci dal passato può nascere nuova bellezza, nuova creatività, nuovi capolavori; se è vero tutto questo, è purtroppo altrettanto vero che coloro che se ne dovrebbero occupare sono sempre meno, una pattuglia di studiosi che si assottiglia sempre di più man mano che passa il tempo, con i più anziani che se ne vanno e i più giovani che non possono prendere il loro posto perché le possibilità di lavoro, in tutti gli ambiti di competenza, sono sempre meno, anche a scapito della fondamentale azione di trasmissione della conoscenza da una generazione all’altra.

Si assiste così allo spreco di tante ottime menti giovani, di tante figure preparate e ricche di idee e propositi che potrebbero, se concretamente impiegate, portare avanti e anzi sviluppare quell’indispensabile lavoro di ricerca, tutela e proposta che solo può garantire un futuro al nostro patrimonio artistico.   

Da queste considerazioni nasce il Seminario di Montemerano, riservato ai giovani storici dell’arte, magari ricchi di lauree, dottorati, stage e master in Italia e all’estero, ma privi di un lavoro “giusto”, di un’occupazione cioè che si ponga come logica prosecuzione dei loro studi, punto di arrivo della prima fase – la preparazione universitaria – e punto di partenza della stagione successiva – la messa a frutto di un’esperienza e di una scelta di vita.

L’intero progetto dell’Accademia del Libro, nato da un’idea di Marilena Pasquali, è finalizzato a favorire il dialogo tra giovani storici dell’arte e il loro incontro con studiosi di esperienza e rilievo nazionali. 

Lo scopo è duplice: da un lato, stimolare nei giovani la volontà di proseguire sulla strada intrapresa, nello scambio di conoscenze ed esperienze; dall’altro, esaminare insieme e in modo dettagliato le prospettive che, almeno sulla carta, si aprono ai giovani storici dell’arte. 

Per questa ragione i diversi gruppi di studio sono impostati secondo gli sbocchi professionali che si offrono a chi sceglie la Storia dell’arte come professione.

Programma del seminario

Venerdì 26 maggio    

15:00Registrazione degli iscritti

15:30Marilena Pasquali, introduzione:

Il futuro della storia (e degli storici) dell’arte in Italia

16:00-18:30 Relazioni di Maria Vittoria Marini Clarelli, Mattia Patti, Alessandra Donati, Massimo Cardosa, Enrica Ravenni, Maddalena Tibertelli De Pisis

18:30      Intervento di Tomaso Montanari:

Storia dell’arte e tutela

Sabato 27 maggio       

9:30            Formazione dei sette tavoli di lavoro (gli interessati si 

                       iscrivono preventivamente al gruppo scelto): 

                        Maria Vittoria Marini Clarelli, Storia dell’arte e formazione

                        Marilena Pasquali, Storia dell’arte e museo

                        Mattia PattiDavis & Franceschini

Piazza Santa Maria in Campo 1
50122 Firenze

Tel. 055 2347273 – Cell. 340 9193358Storia dell’arte e ricerca

                        Massimo Cardosa, Storia dell’arte e archeologia

                        Alessandra Donati, Storia dell’arte e diritto

                        Enrica Ravenni, Storia dell’arte e editoria

                        Maddalena Tibertelli De Pisis, Storia dell’arte e archivi (in collaborazione con AitArt -Associazione ItalianaArchivi d’Artista)

11:00            Pausa-caffè

11:30-13:00  Ripresa dei lavori seminariali

13:30             Colazione

15:00-18:00    Ripresa e conclusione dei lavori

18:30-19:30    Visita di Montemerano, uno de “i Borghi più belli d’Italia”

Domenica 28 maggio  

10:00-12:30  Tavola rotonda conclusiva tra i responsabili dei tavoli di lavoro, con interventi dei partecipanti

13:00          Brindisi di arrivederci

   

La partecipazione è libera e gratuita, non dà diritto a crediti ma unicamente a un attestato di presenza.

A carico degli iscritti ci sono le spese di viaggio e di soggiorno. Per quanto riguarda il pernottamento, grazie alla convenzione stilata con un’importante struttura ricettiva a 3 chilometri dal centro storico di Montemerano, il costo per notte è di € 30 a persona in camera doppia e di € 50 in singola.

La partecipazione e la scelta del tavolo di lavoro vanno comunicate entro venerdì 28 aprile ai seguenti referenti, a cui ci si può rivolgere per qualsiasi informazione o chiarimento:

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here