Home Eventi e News ANTEPRIMA NOBILE DI MONTEPULCIANO: riflettori puntati su CARPINETO Nobile di Montepulciano Riserva...

ANTEPRIMA NOBILE DI MONTEPULCIANO: riflettori puntati su CARPINETO Nobile di Montepulciano Riserva 2013

216
SHARE

Il Vino Nobile di Montepulciano Riserva di Carpineto è l’unico Nobile di Montepulciano ad essere entrato nella classifica della TOP 100 di Wine Spectator, la classifica più attesa nel mondo enoico, per due anni consecutivi e per due annate di produzione consecutive (2010/2011) con il medesimo punteggio di 93/100, a testimonianza della costanza degli standard qualitativi d’eccellenza della produzione di Carpineto.

 

“Un vino dallo stile ricco, potente, armonioso, aromi che evocano l’amarena, il ribes, la prugna, il cuoio. Equilibrato e già molto godibile, con persistenti aromi di spezie e tabacco. Da bere da ora fino al 2023” recita la recensione di Wine Spectator della Riserva 2011.

 

Grande attesa quindi in Fortezza in questi giorni di Anteprima del Nobile per la Riserva 2013 presentata dall’azienda fondata nel 1967 da due famiglie, Sacchet e Zaccheo, e che  oggi ha 5 tenute coltivate in maniera sostenibile e neutrale all’impronta del carbonio e che si estendono su 500 ha.

 

Un’icona della Toscana vinicola, una delle poche aziende infatti che vanta tenute e cantine nei territori più vocati e vini delle denominazioni più importanti, Chianti Classico, Brunello di Montalcino, Vino Nobile di Montepulciano, Maremma.

Proprio nella Tenuta di Montepulciano insiste il vigneto ad alta densità più vasto d’Italia (65 ettari).

E sempre per il Vino Nobile di Montepulciano Riserva 2010, in questo caso, Carpineto è stata selezionata anche per OPER WINE (solo 104 i vini selezionati) l’8 aprile a Verona, anteprima di Vinitaly a Palazzo della Gran Guardia a Verona.

Un vino fine, elegante ed armonioso “dai seducenti aromi di ciliegio dolce, cuoio, spezie e sottobosco, con un accenno di quercia sul finale che suggerisce che ha ancora il tempo di evolvere”, scriveva Wine Spectator recensendolo l’anno scorso per la classifica dei TOP 100.

Ma non è finita… molta curiosità e riflettori accesi anche per la Riserva 2012, annata 5 stelle, che si potrà degustare in Fortezza e che attende di essere valutata per la prossima TOP 100 in uscita a fine anno.

 

CARPINETO, consolidata azienda vitivinicolatoscana,dal 1967, quando l’azienda fu fondata,ha decuplicato la superficie dei vigneti, da 20a oltre 200 ettari, per oltre 500 chilometri complessivi di filari, articolati su cinque Tenute o Appodiati: Montepulciano, Montalcino, Gaville (Alto Valdarno), Dudda (Greve in Chianti) e Gavorrano.

 

Tra le top 100 di Wine Spectator, premiata in particolare per alcuni vini icona come il Vino Nobile di Montepulciano Riserva(26° posto con un punteggio di 93/100), l’azienda ha una produzione che copre tutti i grandi rossi della Toscana.

 

Era il 1967 quando Giovanni Carlo Sacchet ed Antonio Mario Zaccheo fondarono la Carpineto col proposito di produrre il migliore Chianti Classico che il “terroir” potesse offrire. Una rivoluzione vera per quei tempi.

I due soci videro nella Toscana un enorme potenziale, dove poter produrre grandi vini di tradizione applicando le tecniche più all’avanguardia nei processi produttivi e aumentando gli standard qualitativi dell’epoca.

 

Innovatori per vocazione, Sacchet e Zaccheo, insieme alle nuove generazioni, Caterina Sacchet, enologa, Elisabetta Sacchet, Francesca Zaccheo e Antonio Michael Zaccheo,continuano a sperimentare, nel rispetto dei grandi valori storici della Toscana e di una qualità mantenutasu standard molto elevati, con l’obiettivo di tutelare non solo le caratteristiche dei vini ma anche l’ambiente.

 

Negli anni la Carpineto, che ha mantenuto l’assetto familiare, è cresciuta costantemente fino a diventare un brand dal successo internazionale,affermatasi per l’eccellenza dei suoi prodotti e molto ben posizionata all’estero con un export diretto verso oltre 70 Paesi, Canada e Stati Uniti in testa.

 

Tre linee di produzione e oltre 30etichette per una produzione complessiva di 3 milioni di bottiglie. Gran parte della produzione è data da vini delle più prestigiose DOCG della Toscana.Rossi per lo più,Riservedigrande struttura ed estratto, vini estremamente longevi.

 

Nata 50 anni fa dalla scommessa sui grandi territori vinicoli della Toscana e dal sogno di mettere insieme le 3 denominazioni più importanti della regione, Chianti Classico, Vino Nobile di Montepulciano, Brunello di Montalcino, oggi è una realtà fortemente rappresentativa della migliore Toscana vitivinicola.

 

Carisma, stile, grande continuità qualitativa dei vini, riconoscimenti internazionali prestigiosi da scoprire sul territorio, nei vigneti.

 

 

www.carpineto.com

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here