Home Libri I dieci libri per Natale (ma anche per il nuovo anno) secondo...

I dieci libri per Natale (ma anche per il nuovo anno) secondo MariaGiovanna Luini

675
SHARE

Ecco i dieci consigli di lettura per il Natale, ma non solo di MariaGiovanna Luini, scrittore (narrativa e saggistica), divulgatore scientifico, consulente di sceneggiatura.

Ha scritto romanzi, saggi, molti articoli giornalistici divulgativi e qualche fiaba. Nella saggistica ha pubblicato anche (ma non solo) a quattro mani con Umberto Veronesi, di cui è stata assistente medico personale nella Direzione Scientifica dell’Istituto Europeo di Oncologia di Milano (IEO), Alberto Luini, Nicoletta Carbone e Marco Bianchi.

Il romanzo più recente è “La luce che brilla sui tetti” (TEA 2016).
    • “Breve storia di due amiche per sempre” di Francesca Del Rosso – Mondadori.

Avete un’amica persa di vista, eppure sembrava impossibile restare separate cinque minuti? Avete mai ricostruito un legame dopo tanti anni? Il libro di Francesca è amore, tempo, è perdersi e ritrovarsi, è affrontare la vita in modo diverso grazie al pensiero di un’amica speciale.

    • “Finché dura la colpa”, di Crocifisso Dentello – Gaffi.

Non è una storia natalizia, è una storia necessaria, nuda, vera. E la scrittura è piacere puro.

    • “Il corpo grande. Biografia non autorizzata di una modella oversize” di Francesca Mazzucato – Giraldi editore.

Libro necessario, specchio e fotografia, rivelazione della nudità sensuale e inattesa del corpo oversize. Un libro che mostra, eccita, scruta. E non si dimentica.

    • “Il libro della vita. Onorate la vostra esistenza, compiendo e realizzando il viaggio che avete scelto” di Sonia Lucchini – Anima Edizioni.

Trovare il proprio percorso è comprendere il senso della vita, usare creatività e amore, sorriso e l’immenso potere delle emozioni. Siamo creatori di noi stessi, e questo libro ce lo spiega.

    • “Quando cadono le stelle” di Gian Paolo Serino – Baldini&Castoldi.

Capolavoro. Storie intersecate in un romanzo, volti e verità intrise di finzione. E lo sguardo ironico e tormentato di Gian Paolo Serino.

    • “Il mio paradiso è deserto” di Teresa Ciabatti – Rizzoli.

Altro capolavoro. Teresa Ciabatti è la più potente, geniale, talentuosa scrittrice italiana. Un romanzo delirante di realtà così vivida da potersi toccare, lo stile inconfondibile di una narrazione che travolge.

    • “Il maestro delle ombre” di Donato Carrisi – Longanesi.

Donato Carrisi è migliore scrittore di thriller, classifica assoluta. Il romanzo è una costruzione perfetta, chapeau. Difficile che io provi inquietudine: non temo le ombre. Ma la lettura di questo libro è riuscita a scuotermi… Chi c’era a fissarmi nel buio?

    • “Poirot e la salma” di Agatha Christie, Oscar Mondadori.

Una delle migliori creazioni di Agatha Christie con il suo Poirot. Niente è come sembra, ogni segreto porta ad altri segreti e lo studio psicologico dei personaggi rasenta la perfezione. Un romanzo vero, non solo un giallo.

    • Agatha Raisin: tutte le avventure. Tradotte in Italia da Marina Morpurgo per Astoria.

Vi sfido: leggete questi piccoli-grandi libri rossi e se non diventate dipendenti siete alieni. Scegliete un titolo a caso (anche se il vero godimento si ha con la lettura ordinata, da “Agatha Raisin e la quiche letale”) e immergetevi nel mondo di un’investigatrice improvvisata di mezza età.

    • Rocco Schiavone: tutti i libri (iniziate da “Pista nera”). Di Antonio Manzini – Sellerio.

Altra dipendenza, piacere puro che crea l’ansia di aspettare la prossima puntata: è una dipendenza vera, da una scrittura che fila via colta, limpida e profonda. Viene voglia di trasferirsi ad Aosta e camminare con le Clarks.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.