Home Libri In libreria Serge Latouche Usa e getta

In libreria Serge Latouche Usa e getta

550
SHARE

Le follie dell’obsolescenza programmata

Nuova edizione

La nuova edizione di un saggio che ci ha fatto aprire gli occhi sulla vita a termine degli oggetti di consumo: sono stati programmati per durare un tempo prestabilito ed essere sostituiti subito da altri, perpetuando il ciclo forsennato di iperproduzione, consumo compulsivo e scarto.

Cellulari, computer e lavatrici scadono al pari dei latticini? Riusciamo ormai a compiere prodigi come le operazioni chirurgiche a distanza e non possiamo allungare la durata di un frigorifero? Latouche ha gettato il sasso e le acque hanno cominciato a smuoversi, anche a livello legislativo.

Se si punta il dito sul ciclo troppo breve degli oggetti di consumo, le lobby industriali – in particolare quelle degli apparecchi elettrici ed elettronici – parlano di «leggenda» e hanno buon gioco a sostenere che è difficilmente dimostrabile un sabotaggio intenzionale, in fase di progettazione. Secondo le associazioni dei consumatori e ricercatori indipendenti invece la vita media dei beni durevoli si è ridotta di un terzo nello spazio di una generazione. In questa nuova edizione accresciuta, che segue di pochi anni la prima (2012), Latouche risponde puntualmente a obiezioni e quesiti sollevati dal dibattito vivacissimo che si è scatenato in una materia in cui sono coinvolti interessi colossali.

Fa entrare nel discorso variabili decisive: le politiche di vendita che, sovvenzionando l’acquisto delle novità, spingono a sostituire rapidamente i vecchi apparecchi ancora funzionanti; l’alibi dell’ecoefficienza, che decanta il risparmio energetico dei nuovi apparecchi, ma sposta l’attenzione dall’immane mercato dei gadget energivori, che annullano qualsiasi riduzione possibile dello spreco. Latouche, come sempre, tocca i punti vitali del funzionamento della nostra società, e dimostra quanto siano ormai intaccati dalla malattia produttivistica.

Serge Latouche è professore emerito di Scienze economiche all’Università di Paris-Sud. Tra i suoi ultimi saggi pubblicati presso Bollati Boringhieri: Breve trattato sulla de­crescita serena (2008), Sortilegi. Racconti africani (con Enzo Barnabà, 2008), L’inven­zione dell’economia (2010), Come si esce dalla società dei consumi. Corsi e percorsi della decrescita (2011), Per un’abbondan­za frugale. Malintesi e controversie sulla decrescita (2012), Limite (2012), Dove va il mondo? Un decennio sull’orlo della cata­strofe (con Yves Cochet, Jean-Pierre Dupuy e Susan George, 2013) e L’economia è una menzogna. Come mi sono accorto che il mondo si stava scavando la fossa (2014).

Previous articleJames R. Flynn Senza alibi
Next articleSANTA MARGARET
Elena Torre
Scrittrice e giornalista, ha pubblicato romanzi, saggi e storie per bambini. Collabora con la pagina della cultura del quotidiano Il Tirreno. Ha ideato DaSapere nel 2010 e da allora se ne prende cura.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.