Home Ambiente PESCHERECCIO CON 1.500 TONNELLATE DI COMBUSTIBILE INABISSATO ALLE CANARIE

PESCHERECCIO CON 1.500 TONNELLATE DI COMBUSTIBILE INABISSATO ALLE CANARIE

546
SHARE

[kad_youtube url=”https://www.youtube.com/watch?v=qYHKcQdf8p4″ ]\r\n\r\n \r\n\r\nGreenpeace denuncia la tragedia ambientale che si sta consumando alle Canarie dove un peschereccio russo è stato inabissato in un paradiso dei cetacei con 1.500 tonnellate di combustibile a\r\nbordo.\r\n\r\nEsattamente come accadde per la petroliera “Prestige”, naufragata 13 anni fa al largo delle coste della Galizia, invece di portare la nave verso un porto, dove sarebbe stata più facile la gestione dell’emergenza provocata dall’incendio a bordo, è stata portata in acque aperte, dove è naufragata ed è ora a 2.400 chilometri di profondità in un’area di correnti marine profonde, ad appena 15 miglia da una zona ad alta sensibilità ambientale, molto frequentata da diverse specie di cetacei e tartarughe marini\r\n\r\nIl peschereccio russo Olev Nayvdon era stato denunciato ripetutamente da Greenpeace alla Commissione Europea perché impegnato in attività di pesca illegale in Senegal. Sia nel 2010 che nel 2012 la nave aveva\r\ncercato di nascondere nome e numero di matricola per evitare la denuncia. Anche le autorità senegalesi hanno denunciato più volte questa barca, l’ultima nel 2014, quando pescava nonostante nel 2012 le fosse stata revocata la licenza.\r\n\r\nSecondo i dati a nostra disposizione il combustibile del peschereccio, chiamato IFO 380, ha caratteristiche simili a quelle di quello impiegato dal Prestige, molto denso e viscoso, poco solubile in acqua.\r\nAl momento dell’incendio, avvenuto per cause in corso di accertamento, il peschereccio aveva i serbatoi carichi di gasolio, perché si apprestava a salpare dalle Canarie.\r\n\r\nIl video dell’azione di Greenpeace contro il peschereccio Olev Nayvdon\r\nimpegnato in attività di pesca illegale:\r\nhttps://www.youtube.com/watch?v=dyHB6Buz37k

Previous articleJAZZaltro
Next articleJames R. Flynn Senza alibi
Elena Torre
Scrittrice e giornalista, ha pubblicato romanzi, saggi e storie per bambini. Collabora con la pagina della cultura del quotidiano Il Tirreno. Ha ideato DaSapere nel 2010 e da allora se ne prende cura.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.