Home Da leggere Torna in libreria per Hacca “Il canto delle Balene”

Torna in libreria per Hacca “Il canto delle Balene”

211
SHARE

Torna in libreria, a distanza di vent’anni dall’ultima edizione (Garzanti, 2000), Il canto delle balene dello scrittore veneto Premio Strega, Premio Campiello alla carriera, Ferdinando Camon, per la collana Novecento.0 diretta da Giuseppe Lupo.

Il canto delle balene di Ferdinando Camon è un romanzo ironico, attualissimo, brillante, capace ancora una volta di divertire il lettore e di imbarazzarlo, svelandone vizi e debolezze che si vorrebbero tenere nascosti. Sta proprio qui la chiave del racconto di Camon: il segreto, quello che ogni uomo si tiene stretto per sembrare adulto.

«Questi uomini sembrano tutti uguali, come se vivessero vite indifferenziate. Eppure, ognuno ha qualche segreto, che nessuno scoprirà mai. Scoprire il suo segreto è come uccidere l’uomo. È quel segreto che lo tiene in vita. Sai quand’è che un bambino diventa uomo?»

«Quando?»

«Quando ha il suo primo segreto. Qualcosa che lo isola dai genitori. Allora la sua vita è sua. Prima era del padre e della madre, o degli amici. Ma da quel momento è sua: e lui è un uomo. Mette radici. Scoprire i segreti di un uomo è come scavare le radici di una pianta: la fai morire».

Nasce tutto dallo svelamento di un segreto. Il protagonista viene fatto stendere sul lettino dell’analista da sua moglie, che ne è in cura, e viene chiamato a rendere conto del loro piccolo kamasutra coniugale, posizione per posizione. Si accorge allora che questo dottore di Palo Alto, di cui non sa nulla, conosce invece ogni cosa di lui. Da questo tradimento iniziale si scatenerà un desiderio di vendetta che ci porterà fino alla scena finale, dentro un salotto elegante e ben arredato, con cinque brindisi a scandire desideri mancati e nuove delusioni.
Una penna fascinosissima quella di Ferdinando Camon a tratteggiare colori e atmosfere anni ’80, quando gli uomini serbavano stretti i loro segreti e aveva inizio la lotta per la loro demolizione.

Questa è la storia di come ho tradito mia moglie e non ne sono affatto pentito. Se lo merita. Non perché anche lei mi tradisca: so bene che non mi tradirà mai. Però fa qualcosa di peggio, qualcosa che risulta a me assolutamente intollerabile: appena ha fatto l’amore con me, corre a raccontarlo al suo analista. È come se io non facessi l’amore con lei, ma con lui, o come se lei lo facesse con lui, non con me.

Il canto delle balene
Ferdinando Camon
collana Novecento.0 (diretta da Giuseppe Lupo)
Hacca edizioni
120 pagine • 14,00 euro
uscita in libreria: 23 luglio 20202

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.