Home Eventi e News UNICEF/#RO2019EU: adottata Dichiarazione di Bucarest dei bambini dell’Unione Europea

UNICEF/#RO2019EU: adottata Dichiarazione di Bucarest dei bambini dell’Unione Europea

154
SHARE

 Oltre 60 bambini e giovani dell’Unione Europea e decine di esperti sui diritti dei bambini, funzionari di alto livello dell’Unione Europea e rappresentanti della società civile hanno partecipato alla conferenza internazionale in corso a Bucarest tra ieri e oggi“Children’s Participation in Decision-Making and Policy-Making at European Union level”, che getta le basi per i meccanismi di consultazione dei ragazzi che consentiranno ai bambini e ai giovani di partecipare alle decisioni dell’Unione Europea.

Per l’Italia erano presenti alla conferenza due diciassettenni, entrambi volontari di Younicef, il movimento giovanile dell’UNICEF: Elisa Cremona, studentessa di Viareggio, e Jacopo Cavagna, liceale di Rimini, recentemente nominato Alfiere della Repubblica.

L’evento è organizzato dal Ministero del Lavoro e della Giustizia Sociale della Romaniaattraverso l’Autorità Nazionale per la Protezione e l’Adozione dei diritti dei bambini con il supporto dell’UNICEF, come parte degli eventi ufficiali della Presidenza della Romania del Consiglio dell’Unione Europea.

Durante la conferenza è stata adottata la dichiarazione di Bucarest dei bambini dell’Unione Europea. È un documento scritto da un gruppo di bambini e giovani della Romania, realizzata sopratutto con questo scopo, e discussa in tutta Europa attraverso il network di UNICEF, Eurochild, Save the Children, la federazione delle ONG per la Protezione dei bambini e associazioni europee di studenti delle scuole superiori per ottenere supporto e riscontri da diversi gruppi di bambini e giovani.

Il documento è stato creato attraverso un processo di consultazione complesso che ha coinvolto sia esperti internazionali sia rappresentanti delle Istituzioni Europee sui diritti dei bambini. La Dichiarazione è uno strumento che può mobilitare le istituzioni europee e gli Stati membri a stabilire strutture e meccanismi formali che promuoveranno il diritto dei bambini e dei giovani a partecipare, secondo le Raccomandazioni dell’Unione Europea “Investire sui bambini”, la Carta dei Diritti Fondamentali dell’Unione Europea e la Convenzione delle Nazioni Unite sui Diritti dei bambini e degli adolescenti. 

“Stiamo sognando una comunità europea che permetta e incoraggi il coinvolgimento dei bambini nei processi decisionali. Perché? Perché vogliamo essere ascoltati sulle problematiche che influenzano direttamente le nostre vite, sia come cittadini dei nostri rispettivi paesi, sia come europei. Perché siamo una parte significativa della popolazione dell’Europa e stiamo scrivendo la nostra storia”, si legge nella versione preliminare del documento.

1 cittadino su 5 dell’Unione Europea è un bambino o un giovane. Tenendo conto del diritto dei bambini ad essere consultati e a partecipare attivamente ai processi decisionali che li riguardano, in accordo con quanto previsto dalla Convenzione delle Nazioni Unite sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza, il loro coinvolgimento nei dibattiti che definiscono il futuro dell’Europa è una priorità per il Governo della Romania nel corso della sua Presidenza del Consiglio dell’Unione Europea.

Dopo questo evento, la Dichiarazione di Bucarest dei Bambini dell’Unione Europea sarà presentata ai rappresentanti dei Ministeri e delle Autorità centrali che si occupano di questioni relative ai bambini da esperti in materia di diritti dell’infanzia di tutti i 28 Stati membri, specialisti delle istituzioni europee e del Parlamento europeo.  

Dichiarazioni: 

“È tempo, quando parliamo di futuro dell’Europa, di rendere il diritto dei bambini a partecipare una priorità e una realtà. La loro partecipazione darà al futuro dell’Unione Europea una forma più sostenibile. Sono orgogliosa che la Romania metta all’ordine del giorno dell’agenda europea la partecipazione dei bambini e conto sul sostegno delle future presidenze per trasformarla in azione”, ha dichiarato Ana Birchall, Vice Primo Ministro per l’attuazione dei partenariati strategici della Romania.

“Il diritto alla partecipazione è uno dei diritti fondamentali dei bambini e rispettarlo è un dovere di ogni adulto. Apprezzo che la ‘Dichiarazione dei Bambini di Bucarest’, un documento inteso a sostenere proprio questo – la partecipazione di bambini e ragazzi nei processi decisionali che li riguardano –, sia stata sviluppata durante la Presidenza della Romania del Consiglio dell’Unione Europea. Spero che la ‘Dichiarazione dei Bambini di Bucarest’ ponga le fondamenta del meccanismo attraverso il quale le opinioni dei bambini diventeranno una componente costante dei processi decisionali a livello europeo”, ha dichiarato Marius Budăi, Ministro del Lavoro e della Giustizia Sociale. 

“I bambini e gli adolescenti sono le risorse principali per il futuro dell’Unione Europea. Aumentare la loro consapevolezza sull’Unione Europea, coinvolgerli negli affari dell’Unione Europea e stimolare la loro creatività e responsabilità sulle politiche e i processi decisionali dell’Unione Europea aiuterà a porre le basi di un’Europa più forte”, ha dichiarato Pieter Bult, Rappresentante dell’UNICEF in Romania.

Fonte: Unicef

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.