Home Interviste Cortellino ci racconta il suo progetto dedicato a Ivan Graziani

Cortellino ci racconta il suo progetto dedicato a Ivan Graziani

345
SHARE

È in radio “140 Kmh”, il nuovo singolo di Cortellino, cover dello storico brano di Ivan Graziani del 1983 dedicato alla ”bora misteriosa di Trieste”. Alla realizzazione del singolo, disponibile in tutti i digital store, ha collaborato anche Filippo Graziani, figlio di Ivan, che dopo aver ascoltato l’idea e la prima versione del pezzo ha voluto curarne personalmente gli arrangiamenti.

140kmh” è il tuo nuovo singolo: come mai hai scelto di interpretare una cover di Ivan Graziani e cosa hai provato quando il figlio ha deciso di prendere parte alla realizzazione di questo brano?

Ho deciso di interpretare “140kmh” perché parla della mia città,Trieste, e della bora, il vento tipico che soffia qui dalle nostre parti e che, insieme al nostro dialetto così “dolce e cristallino” come cantava Ivan, ci contraddistingue. In seguito ho cercato il figlio Filippo e gli ho spedito una demo della mia versione senza troppe aspettative, quando però mi ha ricontattato per dirmi che gli sarebbe piaciuto arrangiarlo ero felicissimo, mi sono emozionato. Lavorare in studio con lui ha fatto nascere una bella amicizia oltre che una bellissima collaborazione professionale, è un ragazzo pieno di talento e dotato di una musicalità più unica che rara.


In cosa hai cercato di apportare la tua personalità e ricerca musicale? Quali sono i generi in cui spazi per la tua produzione?

Musicalmente quello che ricerco è un’omogeneità tra la melodia e il testo per fare in modo che la canzone si possa esprimere in maniera efficace, per quanto riguarda i generi in cui spazio è una domanda a cui non saprei risponderti con oggettività.

Scherzi a parte, posso confidarvi quali sono gli ascolti che probabilmente hanno influenzato la mia produzione: mi piace molto la prog anni 70 dai Pink Floyd ai King Crimson, adoro le chitarre dei Creedence Clearwater Revival, di Jimi Hendrix e di Jimmy Page. Credo che Lucio Dalla fosse un grande poeta e che Lucio Battisti sia stato il primo e vero indie della storia della musica leggera italiana,inoltre l’ironia malinconica e cinica di Ivan Graziani è sempre nelle mie orecchie come le canzoni di protesta del grande Rino Gaetano.

Cosa significa lavorare nella musica oggi?

Significa fondamentalmente passare molto tempo con gli strumenti in mano, stare molto tempo in auto e al computer. Quando ho iniziato non credevo fosse così J. Non è un lavoro semplice, è fatto di passione e sacrifici, la creazione della musica comporta molta dispersione di energia per ottenere un risultato pressochéimpalpabile, una vibrazione dell’aria oggi impacchettata in un file del computer. A livello creativo forse è più appagante una scultura,un quadro, sono lìli vedi, li puoi toccare. La musica no. Questo fa credere a molti che i musicisti non facciano nulla di concreto mentre in realtà stanno lavorando con una tra la più belle e antiche forma espressive che l’uomo possegga.

Pensi che i social network e il web in generale siano importanti per farsi notare oggi?

Penso che al giorno d’oggi la conoscenza della tecnologia sia fondamentale per stare aggiornato quindi abbiamo elaborato degli strumenti, come i social network e il web in generale, che servono per conquistarsi un posto in più per mettersi in luce. Chiaramente essendo tutto ciò molto più accessibile a tutti si crea un sistema chiamiamolo più democratico di consenso che può favorire  o meno la musica o qualsiasi altro prodotto che può passarci attraverso. Riassumendo, sì hanno creato indubbiamente un nuovo canale per arrivare a più persone, con tutti i pro e i contro.

Stai già pensando a un disco?

Ho già pronto un disco che faremo uscire nel 2019 ma mi hannosuggerito di non svelare troppi dettagli. È ancora un po’ presto…


Dove ti vedremo nel corso di questo inverno? Sono previste delle date?

Il 24 novembre suonerò a Milano, all’Edi Effetti Digitali Italiani, e il 13 dicembre sarò impegnato in un secret show. Questo in attesa del vero tour che inizierà in concomitanza dell’uscita del disco. Spero di incontrarvi sotto al palco, troverete tutte le date sui miei social.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.