Home Interviste Amara: l’intervista

Amara: l’intervista

343
SHARE

Amara, scoperta da Carlo Avarello, produttore e scopritore di Simona Molinari e manager di Renzo Rubino, è la voce della gente, una cantautrice che racconta di proprio pugno la vita di tutti i giorni.

\r\n

Negli anni, Amara vince per ben 4 volte il concorso Area Sanremo, nelle edizioni 2008, 2009, 2010 e 2011, mentre nel luglio 2010 è la vincitrice del Premio Lunezia nella sezione Nuove Proposte.

\r\n

Nel 2011, inoltre, in seguito alla vittoria di un festival dedicato ai cantautori, Mogol le conferisce una borsa di studio presso il CET.

\r\nNel 2012 il suo primo brano, “Maledetta me”, viene scelto da MTV New Generation, progetto volto a promuovere le migliori produzioni degli artisti emergenti. Noi l’abbiamo incontrata e le abbiamo fatto qualche domanda… ecco cosa ci ha raccontato…\r\n\r\n\r\n \r\n\r\nQuanto è importante credere?\r\n\r\nE’ fondamentale. Se non credi in niente, vuol dire che non credi neanche in te stesso.\r\n\r\nIn cosa credi?\r\n\r\nIn prima cosa credo nell’ amore universale, che comprende il rispetto per ogni forma vivente.\r\n\r\nIl tuo album s’intitola “Donna libera”, cosa significa essere libere?\r\n\r\nVuol dire essere consapevoli del fatto che non apparteniamo a nessuno e che nessuno ci appartiene e che a prescindere da tutto siamo liberi di scegliere cosa fare, cosa pensare, dove andare, cosa dire e in cosa credere, senza dimenticare la formula magica della libertà, il rispetto per sé stessi e per gli altri.\r\n\r\nQuando ti sei scoperta cantautrice?\r\n\r\nA 24 anni.\r\n\r\nQuali secondo te i momenti che fino ad oggi ti hanno segnata maggiormente da un punto di vista professionale?\r\n\r\nOgni cosa che ho fatto mi ha lasciato un segno. Più facevo e più avevo l’opportunità di conoscermi e capire: il Premio Lunezia\r\nad esempio, mi ha fatto capire di poter continuare a scrivere; il Cet, mi ha dato l’opportunità di respirare la musica in modo sano e vero; i miei Area Sanremo mi hanno insegnato a non arrendermi mai.\r\n\r\nCosa vuoi trasmettere con il tuo fare musica?\r\n\r\nIn genere scrivo nei momenti in cui ho bisogno di una “voce amica” che mi orienti, quindi spero che le mie canzoni passano diventare “la voce amica” per chi ,come me, ogni tanto ne ha bisogno.\r\n\r\n \r\n\r\nIntervista di: Cinzia Ciarmatori

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.