Home Libri John Hick Dio ha molti nomi

John Hick Dio ha molti nomi

245
SHARE
\r\n

Una nuova prospettiva sul dialogo interreligioso. Il teologo inglese John Hick percorre un pellegrinaggio spirituale tra le varie confessioni alla ricerca di un sincretismo religioso per la pacifica convivenza dei popoli.\r\n

\r\n

Tra le tante conseguenze della globalizzazione, una delle rivoluzioni a cui stiamo assistendo negli ultimi decenni è quella religiosa: a causa soprattutto dei flussi migratori, che ogni anno spostano intere comunità da una parte all’altra del pianeta, per la prima volta tradizioni spirituali diverse, che sono nate e hanno prosperato a migliaia e migliaia di chilometri di distanza, stanno entrando in contatto.\r\nOggi, nelle periferie delle metropoli d’Occidente, cristiani, musulmani ed ebrei, ma anche buddhisti, indù e sikh abitano fianco a fianco, fanno la spesa negli stessi negozi, vanno a lavoro percorrendo le stesse strade. Culture e sensibilità religiose che per secoli hanno saputo poco o nulla le une delle altre – o, peggio ancora, le hanno immaginate in maniera distorta, ostile – si trovano d’improvviso a dover convivere.\r\nMa che significa convivere? Secondo John Hick, eminente teologo e libero pensatore, si può fare molto di più che semplicemente tollerare il diverso. Lontano da facili panteismi new age e profetico nelle sue intuizioni, Hick è il primo a sostenere – in questo libro che attirò l’anatema del cardinale Ratzinger – che tutte le religioni potrebbero venerare la stessa divinità, che si sarebbe rivelata a ciascun ramo dell’albero umano in modo diverso, usando linguaggi diversi in base alle caratteristiche dei differenti popoli. È possibile, in altre parole, che nella storia Dio si sia presentato molte volte, con molti nomi? Se così fosse, un dialogo tra le varie fedi sarebbe estremamente fruttuoso. Ma perché sia un vero dialogo, aperto e sincero, ogni religione deve rompere la crosta di dogmi che si è ispessita sopra il genuino contatto col divino che aveva in origine. Deve chiedersi, in altre parole, quali sono le verità che considera fondamentali e quali sono solo sovrastruttura e come tale possono essere messe in discussione. A partire, per i cristiani, dalla questione della natura umana o divina di Gesù.

\r\n\r\n

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.