Home Arte VITTORIO SGARBI Ilaria primo amore

VITTORIO SGARBI Ilaria primo amore

625
SHARE

VITTORIO SGARBI\r\n\r\nIlaria primo amore\r\n\r\n \r\n\r\nLectio magistralis\r\n\r\nUn viaggio nell’arte attraverso la sensualità dei volti femminili\r\n\r\n \r\n\r\nIntroduce il critico d’arteSergio Risaliti\r\n\r\n \r\n\r\nDomenica 23 novembre, alle ore 18.00, Vittorio Sgarbi è ospite delle Conversazioni in San Francesco per il ciclo d’incontri Ilaria e le altre, la rassegna promossa dal Comitato Nuovi Eventi per Lucca e dalla FondazioneCassadiRisparmiodiLucca. \r\n\r\n \r\n\r\nVittorio Sgarbi, critico e storico dell’arte, autore del recente saggio Gli anni delle meraviglie. Da Piero della Francesca a Pontormo, appena uscito per Bompiani, porterà a Lucca, nella Chiesa di San Francesco, un inedito e personale intervento sulla bellezza nell’arte attraverso la sensualità dei volti femminili. La sua lectio magistralis dal titolo “Ilaria primo amore” prende spunto dal suo precedente saggio Viaggio sentimentale nell’Italia dei desideri (Bompiani)in cui l’autore descrive il suo amore e il suo primo incontro conIlaria del Carretto, la scultura funebre di Jacopo della Quercia.\r\n\r\nScrive Sgarbi: “ (…) e fu la prima volta che vidi nella pietra qualcosa di simile alle parole, che riconobbi non la bellezza di un’immagine, ma la possibilità che essa potesse abitare in un’immagine, calarsi nel marmo e scaldarlo più che fosse carne.Amai, non solo e non prediletto, Ilaria. Indispettito ormai dall’altrui amore per lei, ma compiaciuto nella certezza che, se non a me, a nessun altro sarebbe stato ricambiato.L’idolo di pietra era lì, immobile da cinquecentosessant’anni quando lo vidi per la prima volta; ma, come neppure mi era accaduto con le immagini dei libri, la sua distanza era breve e la memoria di quelle forme, mosse e insieme composte, mi accompagnava. Saperla a Lucca mi faceva amare Lucca sopra ogni altra città, (…)”\r\n\r\n \r\n\r\nA introdurre la serata è il critico d’arteSergio Risaliti\r\n\r\n \r\n\r\nIl prossimo appuntamento con le Conversazioni nella Chiesa di San Francesco che chiude il ciclo di incontri Ilaria e le altre, ovvero della bellezza eterna è domenica 14 dicembre alle ore 18.00 con la poetessa e sacerdotessa del rock Patti Smith.\r\n\r\n \r\n\r\nIngresso libero. I biglietti sono disponibili, fino a esaurimento posti, presso la biglietteria del Teatro del Giglio di Lucca nel seguente orario: 10,30–13.00 e 16.00–19.00.\r\n\r\nTel. 0583 465320. Email: biglietteria@teatrodelgiglio.it\r\n\r\n \r\n\r\nVittorio Sgarbiè nato a Ferrara. Critico e storico dell’arte, ha curato numerose mostre in Italia e all’estero ed è autore di saggi e articoli. Nel 2011 ha diretto il Padiglione Italia per la 54a Biennale d’Arte di Venezia. Per Bompiani ha pubblicato Il bene e il bello (2002), Dell’anima (2004), Ragione e passione. Contro l’indifferenza (2005), Vedere le parole (2006), L’Italia delle meraviglie. Una cartografia del cuore (2009), Viaggio sentimentale nell’Italia dei desideri (2010), Le meraviglie di Roma. Dal Rinascimento ai giorni nostri (2011), Piene di grazia. I volti della donna nell’arte (2011), L’arte è contemporanea (2012), Nel nome del figlio (2012), Il tesoro d’Italia. La lunga avventura dell’arte (2013), Il punto di vista del cavallo. Caravaggio (2014) e Gli anni delle meraviglie. Da Piero della Francesca a Pontormo (2014).\r\n\r\n \r\n\r\nIlaria e le altre, ovvero della bellezza eterna, prima edizione delle Conversazioni in San Francesco èideata e curata da Lea Codognato, Alba Donati e Sergio Risaliti,  è promossa dal Comitato Nuovi Eventi per Lucca, organismo costituitosi su iniziativa della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca e della Fondazione Centro Studi sull’arte “Licia e Carlo Ludovico Ragghianti. Sponsor unico della rassegna è la Cassa di Risparmio di Lucca Pisa Livorno/Gruppo Banco Popolare.\r\n\r\n \r\n\r\nOrganizzazione e Ufficio stampa:\r\n\r\nDavis & Franceschini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.