Home Ambiente A Lampedusa parole e musica per un mare di accoglienza

A Lampedusa parole e musica per un mare di accoglienza

571
SHARE

Giro di boa per il tour 2014 di Goletta Verde: una festa con Gianmaria Testa, Alessandra Ballerini e gli Area per una serata speciale dedicata ai popoli del Mediteranno all’insegna della solidarietà e dell’integrazione

\r\n

L’evento – promosso da Legambiente e Comitato 3 ottobre – in programma a bordo dell’imbarcazione ambientalista mercoledì 16 luglio alle ore 21.30

\r\n \r\n\r\nParole e musica, per un mare di accoglienza. Musica e parole: quelle di Gianmaria Testa, di Alessandra Ballerini, e degli Area che proporranno l’anteprima del loro spettacolo “Terra”.\r\n\r\nLa Goletta Verde, la storica campagna di Legambiente, approda a Lampedusa nel suo giro di boa per questo tour 2014e promuove una tappa speciale dedicata ai popoli del Mediterraneo e all’integrazione. Un evento realizzato insieme al “Comitato 3 ottobre” – nato a seguito della tragedia nelle acque siciliane dello scorso anno e impegnato nella promozione di una politica dell’accoglienza fondata sui diritti, la solidarietà e la richiesta di apertura di corridoi umanitari – che si avvale inoltre del patrocinio del Comune di Lampedusa e Linosa e della Capitaneria di Porto di Lampedusa e della collaborazione della Riserva Naturale Lampedusa, Regione Siciliana – Assessorato Territorio e ambiente – Fuorivia, ArtUpart e FestAmbiente Sud.\r\n\r\n \r\n\r\nUn concerto e un reading per ribadire che è il mare è una risorsa che unisce e non può dividere. L’appuntamento è in programma alle ore 21.30 di mercoledì 16 luglio a bordo dell’imbarcazione ambientalista ormeggiata al Porto di Lampedusa. \r\n\r\n \r\n\r\nL’appuntamento, fortemente voluto da Goletta Verde e dal Comitato 3 ottobre, vuole  ricordare la notte del 3 ottobre 2013, quando 368 persone persero la vita in un naufragio vicino alle coste di Lampedusa. Ma anche ribadire che quella non fu una sciagura isolata: migliaia di uomini, donne e bambini muoiono, infatti, ogni anno perché costretti ad attraversare il Mediterraneo. Sono in fuga da persecuzioni, dittature, guerre e miseria e non hanno altra scelta che mettere in pericolo la loro vita.\r\n\r\nPer questo dalla Goletta Verde arriva l’appello affinché certe tragedie non si ripetano: perché chi fugge possa trovare una via sicura; perché l’Italia e l’Europa siano paesi accoglienti e solidali.\r\n

 Goletta Verde è una campagna di Legambiente

\r\n

 

\r\nFonte: Ufficio stampa Goletta Verde

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.