Home Musica Millella al Bibendum di Milano

Millella al Bibendum di Milano

111
SHARE

Il 13 luglio FABIO MILELLA sarà in concerto al Bibendum di Milano (via Ristori 2, angolo via Castel Morrone – inizio spettacolo ore 20.30 – ingresso gratuito) per presentare in acustico il suo disco d’esordio “CHI FA DA SÉ FA PER TRE” (pubblicato da Carosello Records e distribuito da Artist First), composto da 6 brani in cui il cantante pugliese recupera le sonorità degli anni ’60 per mescolarle con i moderni suoni elettronici, con la voglia di raccontare e raccontarsi in modo semplice e leggero.\r\n\r\nFABIO MILELLA salirà sul palco accompagnato da Joe Dedda alla chitarra e proporrà (oltre ai suoi brani inediti) rivisitazioni dei più famosi brani italiani degli anni ’60, da “Il Geghege” a “Nessuno Mi Può Giudicare”, “Tintarella Di Luna” e tanti altri.\r\n\r\n“CHI FA DA SÉ FA PER TRE” è nato dalla voglia di FABIO MILELLA, autore di musica e testi insieme a Luigi Rana (produttore del disco), di tornare indietro nel tempo per recuperare la magia degli anni ’60, “anni in cui la gente aveva bisogno di sognare, di ridere e divertirsi – afferma Fabio Milella – la stessa voglia di cui c’è bisogno ora”.\r\n\r\nL’ironia è infatti l’asse portante della scelta artistica di FABIO MILELLA, che decide di mettersi in gioco prendendosi in giro e raccontando col sorriso realtà comuni a tutti come i rapporti di coppia, la famiglia e il precariato.\r\n\r\n“DISPETTO”, primo singolo estratto dall’album, è una storia simpatica di una coppia che scoppia. Ispirandosi alla fine di tante relazioni prive di fondamenta, FABIO MILELLA con “DISPETTO” ironizza fino all’esasperazione i comportamenti comuni delle donne e degli uomini\r\n\r\nFabio Milella nasce il 5 settembre 1978 a Bari. La sua passione per il canto si vede subito dall’età di due anni, quando si diletta a cantare con il papà nel salotto di casa. A nove anni comincia a strimpellare il pianoforte, l.asciando immediatamente la musica classica per dedicarsi alla musica leggera e soprattutto alle lezioni di canto: la sua vera grande passione. Subito dopo le scuole medie si iscrive al Liceo Classico di Bari e influenzato dagli studi umanistici comincia a scrivere e comporre canzoni già all’età di quattordici anni. Dopo anni di gavetta nei locali pugliesi incontra il produttore Luigi Rana (tra i suoi vari lavori nel 2004 è produttore-autore del brano “Sei la vita mia” cantata da M. Rosini a Sanremo categoria Big, produce per la Walt Disney la sigla del film “Il libro della giungla 2” di cui è autore del testo, superando la selezione fra 40 arrangiatori di tutto il mondo). Nel 2008 Fabio Milella e Luigi Rana scrivono e producono il brano “Dispetto” presentandolo alle selezioni del Festival Sanremo 2009. Il brano supera le selezioni e successivamente Fabio viene chiamato a Roma per sostenere le audizioni in via Asiago, dove riceve i complimenti da parte di Paolo Bonolis. A giugno 2009 Fabio Milella e Luigi Rana producono e scrivono il brano “Mentre il sole sorge” presentandolo come inedito a Sanremolab 2009. Fabio Milella supera tutte le selezioni del concorso arrivando sino alla fase finale che si svolge nel Teatro del Casinò di Sanremo. A gennaio 2010 il brano “Mentre il sole sorge” viene selezionato tra 450 brani ed entra tra i 18 brani pubblicati nella Compilation ufficiale di Sanremolab 2009. Il 19 settembre il cantautore pugliese Fabio Milella si esibisce al Moa – Music On Air (Salone della musica in programma a Cernobbio e Como dal 17 al 19 settembre), durante la giornata conclusiva della manifestazione, prima del concerto di Davide Van De Sfroos con i suoi ospiti. Fabio Milella è attualmente impegnato con il suo gruppo, formato da 5 elementi (Joe Dedda alla chitarra, Tom Crudele al basso, Francesco Giancaspro al piano/tastiere e Vito Grazio alla batteria) con il quale porta in giro i suoi brani inediti, nonché canzoni e medley riarrangiati degli anni ’60 tra cui “Il geghege”, “Amore disperato”, “Il ballo di Simone”, “Una fetta di limone”, “Nessuno mi può giudicare”, “Tintarella di luna” ed altri.\r\n\r\n \r\n\r\nFonte: Parole & Dintorni

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here