Home Da ascoltare Achille Lauro l’Inarrestabile!

Achille Lauro l’Inarrestabile!

324
SHARE

L’Inarrestabile continua a stupire senza mai fermarsi un attimo! Ecco tutte le news aggiornate a oggi.

Dove eravamo rimasti: la riedizione di “1969” e il video di Maleducata

Il 25 settembre è uscita la riedizione del suo album “1969 – Achille Idol Rebirth”, accompagnato dallo “sconvolgente” videoclip del singolo Maleducata, con le atmosfere da Rocky Horror Picture Show.

Il video, fatto di eccesso e sregolatezza, inneggia all’amore libero e in chiave moderna ripropone il vecchio e intramontabile slogan “Peace and Love”. Non ci sono fiori, non ci sono Hippies ma gender fluid, che nel loro insieme rappresentano tutte le forme del libero amore.

Achille Lauro è il cerimoniere di un mondo freaks in cui la parola d’ordine è: “amatevi e siate liberi da tutti gli schemi”. Tanti i richiami a The Rocky Horror Picture Show, lo spettacolo teatrale di Richard O’Brien portato sul grande schermo nel 1975 da Jim Sharman: Lauro diventa un moderno Frank-N-Furter, in reggicalze, corsetto e tacchi alti.

Non esistono “cose da femmina”, tutti sono liberi di essere Maleducata, di perdersi nel mondo senza regole di Achille Lauro, scevro da preconcetti e limitazioni omofobe. Un immaginario soft porn 2.0, shakerato con suoni punk rock e raccontato da labbra carnose e sensuali, truccate di un rosso intenso e in primissimo piano.

achille lauro nel video di maleducata
Nel video di Maleducata

Le immagini – per la regia di Giulio Rosati – calzano come un guanto di latex alle sonorità Seventies del brano, al suo sound internazionale, ricercato e unico. La voce di Lauro è calda e sussurrata, fuori controllo. Maleducata è un perfetto mix di sensualità estrema, di libertà e Rock and Roll.

Uscito quindi il 25 settembre per Elektra Records/Warner Music Italy in formato CD e su tutte le piattaforme digitali, “1969 – Achille Idol Rebirth” è la rivisitazione dell’album che ha portato a conoscenza del grande pubblico il più estroverso e discusso artista italiano.

L’album astronave del tempo “1969” che ospita “Rolls Royce” aggancia nuove navicelle spaziali per completarsi definitivamente: “Me Ne frego”, il brano che ha consacrato definitivamente il successo dell’artista grazie alle sue live performance glamour uniche al Festival di Sanremo; “Maledetto Lunedì”, singolo electropop poetico e decadente dei due produttori romani Frenetik&Orang3. Prende a bordo i grandi successi del 2020: dalla struggente ballad “16 Marzo” – che a pochissimi dall’uscita mesi è certificata Disco d’Oro e conta ormai quasi 30 milioni di ascolti sulle diverse piattaforme – al “Bam Bam Twist”, tormentone estivo che rievoca il ballo piu sexy e provocante della storia, per mesi in vetta alle classifiche radiofoniche. “1969 – Achille Idol Rebirth” contiene inoltre una riedizione dell’immortale “C’est La Vie”, magistralmente reinterpretata dalla regina del cantautorato italiano Fiorella Mannoia, e la sconvolgente “Maleducata”, soundtrack ufficiale della famosa serie Baby 3 trasmessa in 190 paesi del mondo.

***
Gioventù sregolata ed eccessiva come James Dean.
Lusso e maledizione come Marilyn.
Sesso e Rock N Roll come Hendrix.
Viva Las Vegas come Elvis.
Voglio una fine così, C’est la vie.
***

Un premio a Matera

Al Matera Art International Film Festival Lauro ha ritirato il premio MatIFF riservato ai giovani produttori cinematografici, per il cortometraggio “Terrurismo” di Vito Cea e Roberto Moliterni, prodotto proprio da Lauro (anche presente nel film in un cameo insieme ad Andrisani, che ne è il protagonista).

Il 26 settembre è stato protagonista del MediTa Festival di Taranto, dove ha riproposto i suoi più grandi successi accompagnato dall’Orchestra Ico Magna Grecia, che comprende circa quaranta elementi, diretta dal Maestro Piero Romano.

1969 – ACHILLE IDOL REBIRTH
LA TRACKLIST

Maleducata
Bam Bam Twist (feat. Gow Tribe, Frenetik&Orang3)
16 Marzo (feat. Gow Tribe)
Rolls Royce (feat. Boss Doms, Frenetik&Orang3)
C’est la vie (feat. Fiorella Mannoia)
Me ne frego
Cadillac (feat. Boss Doms, Gow Tribe)
Maledetto lunedì (Frenetik&Oran3 feat. Achille Lauro)
Zucchero (feat. Boss Doms, DJ Pitch, Gow Tribe)
Roma (feat. Boss Doms)
1969 (feat. Boss Doms, Frenetik&Orang3)
Je t’aime (feat. Boss Doms, Frenetik&Orang3)
Sexy Ugly (feat. Boss Doms)
Delinquente (feat. Boss Doms)
Scusa (feat. Boss Doms)
C’est la vie

achille lauro Cover 1969 Achille Idol Rebirth
La cover di “1969 – Achille Idol Rebirth”

Intanto, due dei grandi successi di questo album, “16 Marzo” e “Bam Bam Twist”, per mesi ai vertici delle classifiche radiofoniche, sono certificati Disco di Platino.

L’edizione molto speciale in vinile baciata da lui con rossetto rosso!

Il 16 ottobre è uscita un’edizione speciale dell’album: un vinile picture disc realizzato in sole mille copie numerate.

Aprendo l’esclusivo vinile – realizzato in serie limitata – si possono vedere le diverse fasi lunari che si sviluppano nel packaging pensato da Achille Lauro. Dalla luna piena della copertina fino all’eclissi totale, impresse entrambe anche sul vinile stesso: un picture disc con un lato dark (Black Moon) e uno light (White Moon). Ad impreziosire il tutto, una lettera con il testo di C’est la vie baciata con rossetto rosso da Achille Lauro e un QR code per ricevere contenuti esclusivi e personalizzati dall’artista.

achille lauro Cover 1969 Achille Idol Rebirth VINILE
La cover dell’edizione speciale in vinile

L’opera d’arte al Lovers Film Festival: due corpi in gabbia

Il 25 ottobre Achille Lauro ha partecipato al Lovers Film Festival, il festival del cinema LGBTQI a Torino diretto da Vladimir Luxuria, con la sua opera performance “Love is Love”, prima opera metafisica di Lauro, una performance completata con un’esposizione pittorica.

L’opera è stata esposta il 25 ottobre all’interno del Museo del Cinema, nella Mole Antonelliana di Torino, in occasione della 35° edizione del Lovers Film Festival. L’opera ha preso vita con una performance.

Nell’opera l’artista ha raccontato il significato dell’essere oggetto di una discriminazione di genere, rinchiudendo in una gabbia due persone ed esibendo il loro sentimento in silenzio.

La gabbia, minimale e fatiscente, ricorda le gabbie da circo e le due persone svestite all’interno due animali addestrati per l’ultimo spettacolo. L’atto d’amore, rinchiuso tra le sbarre, diventa metaforicamente solo intrattenimento per il grande pubblico, come se la scelta di amare necessitasse approvazione o applausi, raccontando la nudità che si percepisce quando si è sottoposti a giudizio.

achille lauro opera performance love is love a torino
L’opera performance “Love is Love”

L’opera rappresenta la purezza di chi vuole solo scegliere l’amore in libertà, in contrapposizione agli stereotipi imposti dal mondo esterno e il pregiudizio verso il sentimento.

Nella gabbia, come sospeso nel vuoto, il dipinto “Love is Love” realizzato dall’artista.

Intanto, “1969 – Achille Idol Rebirth” (Elektra Records/Warner Music Italy), è certificato Disco di Platino.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.