Home Da applaudire Alessandro Benvenuti in scena al Festival La Versiliana

Alessandro Benvenuti in scena al Festival La Versiliana

127
SHARE

Alessandro Benvenuti in scena al Festival La Versiliana
Lunedì 13 luglio il celebre attore sarà interprete del suo nuovo spettacolo, “Panico ma rosa, dal diario di un non intubabile”
lunedì 13 luglio, ore 21.30

Marina di Pietrasanta (LU)_ Dopo il tutto esaurito del concerto dedicato a Ennio Morricone con l’ensemble di archi Ort Attack, il teatro all’aperto della Versiliana ospita nella sua suggestiva cornice uno spettacolo tutto nuovo, scritto, diretto e interpretato da Alessandro Benvenuti:“Panico ma rosa, Dal diario di un non intubabile”, primo studio di scrittura drammaturgica, prodotto da Arca Azzurra Produzioni.

Lo spettacolo fa parte del cartellone della 41° edizione del Festival promosso da Fondazione Versiliana con la consulenza artistica di Massimo Martini, e realizzato in collaborazione con Comune di Pietrasanta e con il sostegno di Regione Toscane – Toscana Promozione Turistica, e racconta i 59 giorni di lockdown da Covid in altrettante pagine di diario, l’isolamento obbligatorio di un autore attore che privato del suo naturale habitat, il palcoscenico, decide di uscire dalla sua proverbiale ritrosia e raccontarsi per la prima volta pubblicamente e con disarmante sincerità come persona.

Sogni e bisogni, ricordi e crudeltà, fantasie e humor. Un viaggio nella mente di un comico che nel cercare un nuovo senso della vita per non impazzire, reinventa il passato di chierichetto, stabilisce inediti e proficui rapporti con tortore, passerotti, merli, cornacchie, piccioni e gabbiani.

«Mescola sogni e aneddoti – spiega Alessandro Benvenuti – progetta linguaggi comico barocchi. Decide di rinascere a nuova vita digerendo il suo passato e i fantasmi che lo hanno abitato con la spudoratezza che solo gli adulti che si stufano di essere tali possono vantare».

E attraverso questa comica forza eversiva sperare, per una volta ancora, di tornare bambino, anzi, bambinaccio, prima di tacere per sempre nel naturale Finale di Partita che pazientemente attende in un punto imprecisato del Fato tutti gli esseri umani.

«Diciamo insomma – sottolinea Alessandro Benvenuti – che drammaturgicamente parlando ‘Panico ma rosa’ è di genere Po Ca Co: Poetico Catastrofico Comico». 

«Mia moglie ed io – aggiunge Alessandro Benvenuti – abbiamo avuto il Coronavirus, io da asintomatico e lei con qualche sintomo leggero: siamo stati fortunati. Racconto la cronaca del quartiere, i sogni e i ricordi dell’infanzia. Pagine con il sorriso ma con il rispetto sempre verso il dolore. Dato che il protagonista ha quell’età in cui, se c’è da scegliere nell’emergenza, può anche essere dichiarato “non intubabile”».

Durante i giorni di chiusura causa pandemia da Coronovirus, Alessandro Benvenuti ha avuto come unica attività quella di tenere un diario sul profilo del suo fan club su Facebook. «Ho trovato – dice – molto dolce fare l’unica cosa nobile che so fare, cioè scrivere».

I biglietti sono in vendita su Ticketone e presso la biglietteria della Versiliana. Info 0584 265757 www.versilianafestival.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.