Home Libri Finalmente in libreria un nuovo libro di Hacca “Gli occhi vuoti dei...

Finalmente in libreria un nuovo libro di Hacca “Gli occhi vuoti dei santi” di Giorgio Ghiotti

810
SHARE

La normalità, per esempio.
È stata la tragedia più urgente della mia infanzia.”

Il 26 settembre arriva in libreria

Gli occhi vuoti dei santi“, il nuovo libro di racconti di Giorgio Ghiotti.
 Dodici racconti potenti e corrosivi, che raccontano vite colpite, deluse, innamorate, perdonate. Sembra di guardare il palcoscenico di un teatro: a volte è una stanza lasciata vuota, un’altra un palazzo troppo alto, o solamente una sedia, a fare da sfondo; ma poi la scrittura ci accompagna dentro, tra i corpi, le colpe, le nostalgie, i rimpianti e i sogni. 

“Sappiamo diventare famiglia sempre troppo tardi e solo prima del crollo.”Dodici storie nelle quali l’immaginazione brucia l’esperienza: un vecchio vedovo che, come un alchimista, tenta di riportare in vita la moglie umanizzandone gli abiti per vestire l’assenza. Un ragazzino crede di essere il prescelto da Dio e fa di tutto per redimere i peccati della sua famiglia.

Un viaggio in macchina dal lago di Garda verso il sud Italia e un bambino che osserva la gamba assediata della madre domandandosi quale sia la forma del male, capendo anni dopo che l’amore è un incantesimo più risalente della morte. Due donne scoprono d’avere una spia in casa, una testina di terracotta capace di ricatti, malefatte e nevrosi; marito e moglie esorcizzano la vecchiaia aprendo la coppia al giovanissimo Freddy in un itinerario amoroso tra Roma, Berlino e il Messico.

Cinque adolescenti, tra iniziazioni sessuali e serate nel bar di quartiere, sognano un futuro all’altezza dei loro desideri lontano dai casermoni di cemento dove sono nati. E poi ci sono i padri, “scarti superstiti dal mare, belli e perturbanti come le cose che non ci si aspetta”.
Forse l’amore non è giusto,
è solo esatto.”

Ghiotti narra anche ciò che non lo riguarda con la stessa commossa adesione, confermando una prosa illuminata dalla grazia e sostenuta dal respiro della poesia.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.