Home Interviste Vi presentiamo il duo pugliese i Respiro e i loro progetti

Vi presentiamo il duo pugliese i Respiro e i loro progetti

276
SHARE

Oggi vi facciamo conoscere il duo pugliese (violino elettrico e voce) Respiro, appena usciti con brano e videoclip di “UnPOPositivo” (su YT 

A breve uscirà il disco, un pop d’autore arricchito dal violino, dal multipad e da sequenze di elettronica.  

8 brani, di cui uno, “Abissi”, in featuring con Carmine Tundo de “La Municipàl”.

Un nuovo singolo e album, perché questo cambio di rotta rispetto al primo?

È un cambio di rotta avvenuto in modo naturale nel corso degli anni. Abbiamo sentito sempre di più l’esigenza di aggiungere nuovi strumenti, arricchire il sound e parlare di tematiche per noi urgenti. Nel primo disco “A forma di ali” si partiva dalla sperimentazione sui nostri strumenti, il violino e la voce e dalla ricerca di un sound originale, ma più acustico e minimale. In questo nuovo lavoro abbiamo spostato l’attenzione sulle tematiche trattate, sul messaggio e abbiamo voluto includere in qualche modo i nostri nuovi ascolti, il desiderio di sperimentare di più con la produzione e con l’elettronica. 

Come è nata l’idea di affiancare voce e violino elettrico?

L’idea è stata di Francesco che già portava in giro il suo spettacolo per violino solista, loop-machine e pedaliera multieffetto. Credo fosse una sfida per lui, accostare due strumenti per natura melodici e utilizzare l’elettronica per sfruttarli anche ritmicamente e armonicamente. Questo è il vero cuore del progetto, anche se il sound ora è estremamente diverso le fondamenta non possono cambiare e infatti continuiamo ancora oggi ad essere un duo.  

Amore, separazione e paura nel primo brano, paura di rimanere soli?

Paura di non essere adatti. La domanda è: “adatti a che cosa?”. Si parla di situazioni di solitudine e frustrazione dovute ad un sentimento di inadeguatezza rispetto ai canoni estetici o in generale di successo che la società sembra imporre.  “unPOPositivo” è un invito a reagire e a trovare la forza di imporsi, senza modificare la nostra natura e quello che vogliamo essere. 

Che storia raccontano, invece, le altre tracce del vostro disco.

In molte tracce si trattano tematiche di natura sociale che ci stanno molto a cuore, però sempre nello spirito del POP positivo, quindi con un atteggiamento propositivo e un sound dai colori accesi. “Randagio” è dedicata ai clochard, con un particolare riferimento alla matematica Maria Silvia Spolato, costretta al vagabondaggio e alla miseria dopo aver rivelato di essere omosessuale negli anni ’70. “La sera” e “Il mio nome è un segreto” sono brani d’amore, in cui il sentimento però richiede una certa forza e il coraggio di affrontare alcune decisioni.  “L’altra faccia della luna” parla della difficoltà di un ragazzo nello svelare la propria omosessualità alla famiglia. “Questo cielo nero” tratta il tema dell’immigrazione e della possibilità che abbiamo di cambiare la nostra prospettiva nella percezione di questo fenomeno, se solo provassimo ad immedesimarci nella drammaticità di certi eventi e ad aprirci di più agli altri. È un brano che cerca di accendere lo spirito di lotta e di unione con gli altri. “Abissi” è un po’ la nemesi di “unPOPositivo” e parla del fallimento di un rapporto genitore-figlia che si conclude con una forte presa di coscienza sul fatto che non tutto può essere aggiustato. Anche questo però rispecchia l’atteggiamento positivo di tutto il disco, perché pur trattandosi di una scelta netta e difficile, porta ad un’evoluzione personale.

I vostri prossimi appuntamenti? 

Il nuovo tour è ancora “work in progress”, presto sveleremo le date successive al concerto di presentazione del 27 febbraio alle Officine Cantelmo di lecce e nei prossimi giorni ci saranno diversi appuntamenti in radio. Intanto invitiamo tutti ad ascoltare “unPOPositivo” su Spotify e gli altri stores digitali e a seguire i Respiro su facebook e instagram per essere aggiornati su tutte le news. 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.