Home Libri Tutti gli interrogativi di Simone Tedeschi nel suo ultimo saggio

Tutti gli interrogativi di Simone Tedeschi nel suo ultimo saggio

201
SHARE

Tutti gli interrogativi di Simone Tedeschi nel saggio dedicato al Partito democratico
Simone Tedeschi, nella sua monografia “Origine, organizzazione e identità” (Edizioni Epokè), analizza i processi politici che hanno caratterizzato il lungo percorso dall’Ulivo alla fondazione e al successivo sviluppo del Partito Democratico. Diversi gli interrogativi che l’autore si pone e che sono serviti a orientare l’analisi dei diversi passaggi politico-organizzativi.
Si parte da un capitolo dedicato agli albori del Pd e si prosegue lungo le ideologie direttrici che hanno provveduto prima alla fase di fondazione, poi alla fase di istituzionalizzazione. Con la nascita del Pd, il centrosinistra riuscì a interpretare il conflitto tra politica e società civile, proponendosi appunto come soggetto in grado di portare a compimento la transizione istituzionale, colmando la distanza tra istituzioni e cittadini. La sua nascita può essere paragonata a quella che Panebianco indica come processo di fondazione per “diffusione” (1982). La diffusione si riferisce ai casi in cui più elite territoriali sorgono in maniera autonoma e si uniscono in seguito in un partito unico. Nel caso del Pd ci troviamo dinanzi a diversi partiti strutturati su tutto il territorio nazionale che si fondono in un’unica organizzazione.
Che cosa resta oggi? Le dimensioni della sconfitta 2018 sono inedite nei numeri e nelle implicazioni e suggeriscono una riflessione complessiva sul Partito e sulle prospettive future. In undici anni si è concluso il processo di adeguamento organizzativo e identitario del Pd, ma diverse sono le questioni rimaste irrisolte. Resta da chiarire la questione del partito sul territorio e in generale della membership. Oggi, il modello dei circoli non sembra capace d’invertire una tendenza generalmente negativa. Altra vexata quaestio è il bilanciamento dell’organizzazione centrale: il modello elitista di democrazia interna pone l’organizzazione a continue tensioni, ne sono un esempio le continue fuoriuscite dei gruppi trovatisi in minoranza. Infine, soprattutto dopo le ultime elezioni, bisogna sciogliere il nodo del posizionamento politico, denunciato da una questione di radicamento elettorale.
Il Partito democratico, ancora oggi, si trova al centro di una dialettica tra vocazione maggioritaria e identitaria. Quello che occorre è un processo di rinnovamento interno e un salto di qualità nella sua capacità d’intervento politico alla luce della sua inclinazione originaria ossia quella di rifare l’Italia, di essere un partito inclusivo e democratico che riavvicini i cittadini alla politica, e che accolga in sé un pluralismo di interessi in un’ottica riformista. Una storia che Simone Tedeschi ha raccontato con grande professionalità, mettendo in luce sia gli aspetti negativi sia gli aspetti positivi.
Titolo: Il Partito Democratico. Origine, organizzazione e identità
Autore: Simone Tedeschi
Genere: Saggio politico
Casa Editrice: Edizioni Epoké
Pagine: 180
Codice ISBN: 978-88-99647-58-2

Contatti
www.edizioniepoke.it
https://www.facebook.com/tedeschi.sp

https://www.instagram.com/simone_tede/

Link di vendita

Il Partito Democratico


LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.