Home Musica Irene Fargo: Acrobati

Irene Fargo: Acrobati

265
SHARE

In radio  il singolo “Acrobati” di Irene Fargo, tratto dal nuovo album “Crescendo”. Irene Fargo si riaffaccia al panorama musicale italiano dopo le molteplici esperienze teatrali, musicali e televisive. L’estate 2012 è stata per l’artista un grande ritorno alla musica con il successo in Spagna del brano “El respiro del mundo” inserito nello stesso album. Crescendo è distribuito in Canada dalla PressingMusicLtd e dalla Sony Music, in cd e vinile; proprio quest’ultimo nelle prime settimane di promozione ha già venduto più di 33.000 copie.\r\n\r\n”Acrobati” composta da Konrad Pulè e Alessandro Hellmann è la terza track list di un album nato dalla collaborazione di grandi autori, conosciuti durante il percorso artistico di Irene. I brani dell’album in italiano, spagnolo, inglese e portoghese, rappresentano il vero “crescendo” interiore, musicale emozionale e professionale dell’artista che nella sua carriera ha sempre scelto di esprimersi in libertà con cuore e passione, dimostrando una notevole poliedricità come attrice, personaggio televisivo e interprete musicale. E proprio in questa veste emerge quella notevole versatilità vocale che porta Irene ad interpretare diversi stili musicali e in lingue diverse.\r\n\r\nNon manca nel suo album un omaggio ad un suo grande amico scomparso Lucio Dalla, il suo “angelo” come lo definiva Irene ancora quando lui era in vita, vicino a lei nella professione e come amico. Dedicata a lui una splendida interpretazione in spagnolo di “Caruso” una delle pietre miliari della canzone italiana.\r\n\r\nL’album prodotto in Italia e all’estero dalla PressingMusicLtd sarà distribuito in Canada in collaborazione con la Sony Music.\r\n\r\n
Irene Fargo nasce a Palazzolo sull’Oglio (Brescia) il 1° novembre 1962. Fin da piccola manifesta una grande passione per la musica e per il canto.\r\n\r\n1988: incontra Enzo Miceli che diventa il suo produttore artistico e partecipa al Festival di Castrocaro con la canzone “Le donne dei soldati veri”. Arriva in finale e ottiene il suo primo contratto discografico con la CAROSELLO di Milano.\r\n\r\n1989: esce il suo primo 45 giri che comprende le canzoni Dialoghi/Meccanismi.\r\n\r\n1990: viene pubblicato per la CAROSELLO il suo primo LP intitolato semplicemente “Irene Fargo”.\r\n\r\n1991: partecipa nella sezione Nuove Proposte al Festival di Sanremo con la canzone “La donna di Ibsen” e si classifica seconda con grandi consensi da parte della critica e del pubblico.\r\n\r\n1992: partecipa ancora al Festival di Sanremo con il brano “Come una Turandot” con il quale si classifica nuovamente seconda.\r\n\r\n1993: collaborazione con il produttore artistico, Fio Zanotti da cui nasce l’LP intitolato “Labirinti del cuore” ove sono contenute canzoni che mettono in risalto il grande talento artistico e vocale della Fargo.\r\n\r\nPartecipa al Festivalbar 1993 con la canzone “Qualcuno come me”.\r\n\r\nDal 1994 al 1996: entra a far parte della squadra del programma Domenica in… con Mara Venier, Stefano Masciarelli, Giucas Casella e Massimo Modugno.\r\n\r\n1995: sempre per la CAROSELLO esce il suo terzo LP intitolato “O core e Napule”, una raccolta di canzoni classiche napoletane. Disco registrato con una orchestra di quaranta elementi diretti dal maestro Paolo Ormi. Grandi artisti napoletani quali Roberto Murolo e Aurelio Fierro la considerano la migliore cantante non napoletana. Segue una grandiosa tournée in tutti i maggiori teatri e località d’Italia sempre con l’orchestra diretta dal maestro Ormi. Partecipa al programma Viva Napoli ’95 con la canzone “Era de maggio” e in numerosi festival in tutta Italia.\r\n\r\n1996: viene pubblicato un album dal titolo “Ghiri Ghiri”. Il 18 marzo presso il teatro Eliseo viene conferito ad Irene Fargo il Premio DONNA ROMA per la Musica Leggera con la seguente motivazione: ”Con una voce duttile e armonica, dalle molteplici sfumature, riesce con naturalezza a proporre un repertorio eclettico, capace di spaziare dalla musica tradizionale napoletana a quella leggera, caratterizzando ogni interpretazione con la sua originale verve.”. Partecipa vincendo il primo posto con la canzone “Io che non vivo”  al  programma “Ma l’amore sì” condotto da Mike Buongiorno. Prende parte al programma “Napoli prima e dopo” con la canzone ‘Na sera ‘e maggio.\r\n\r\n1997: partecipa come presenza fissa nel programma di Paolo Limiti CI VEDIAMO IN TV interpretando brani di diverse epoche storiche e in diverse lingue. Esce per ALTA SINTONIA, distribuzione TRING, il CD “Fargo” la cui produzione è affidata ad Adriano Pennino.\r\n\r\n1998: è nel cast del programma RAI di Paolo Limiti CI VEDIAMO IN TV. Interviene al Premio Napoli con la canzone “Si nun tuorne”.\r\n\r\n1999: viene pubblicato per ALTA SINTONIA, distribuzione AZZURRA MUSIC, il CD “Appunti di viaggio”, prodotto sempre da Adriano Pennino. Esce per la SAAR un altro lavoro della Fargo intitolato “Vai da lei” contenente tutte le più famose canzoni scritte da Paolo Limiti. Interpreta alcune canzoni nella raccolta (CD) Canzone, amore mio… della De Agostini, curata da Paolo Limiti, accompagnata dal maestro Ettore Righello, in vendita nelle edicole a fascicoli. Partecipa vocalmente nella canzone-inno “Un’onda in mezzo al mare”, realizzata per la Maratona della città di Napoli dall’Associazione Napoli Marathon Sport, insieme ad altri artisti tra cui Peppino Di Capri, Tullio De Piscopo, Gianni Nazzaro, Pietra Montecorvino, Enzo Gragnaniello, Gigi D’Alessio, Eugenio Bennato, Sal Da Vinci, Luca Sepe, Jenny Sorrenti e altri. L’arrangiamento del brano è curato dal maestro Adriano Pennino. Partecipa al programma Viva Napoli 1999 (Rete 4) con le canzoni Maria Marì e Lusingame.\r\n\r\n2000 – 2001: partecipa al programma Viva Napoli 2001 (Rete 4) con le canzoni “Nà cartolina ‘e Napule” e “Che m’è ‘mparato a fa”. Nel frattempo continua a fare tournée in tutta Italia con il suo repertorio che comprende ormai anche canzoni classiche napoletane e pezzi francesi.\r\n\r\n2002: Irene inizia la sua esperienza teatrale con il musical “Il ritratto di Dorian Gray” di Tato Russo, produzione del Teatro Bellini di Napoli, nel ruolo di Maryanne. Viene pubblicato anche il CD dell’omonimo musical in cui Irene Fargo è presente con le sue toccanti interpretazioni (Duetto Sybil/Maryanne, Aria di Maryanne e Dorian/Mayanne). All’interno dell’ VIII° Premio Internazionale all’Impegno Sociale “Rosario Livatino” (giudice ucciso dalla mafia) svoltosi a Riposto (Catania) oltre che essere premiata, la Fargo canta una bellissima Salve Regina  composta da Francesco Palmieri, anch’egli premiato. Tra gli altri premiati ci sono la Famiglia De Sica, Amedeo Minghi e Beppe Carletti dei Nomadi.\r\n\r\n2003: è ancora attrice e cantante nel musical I Promessi Sposi, di Tato Russo, interpretando il doppio ruolo della Monaca di Monza e della Madre di Cecilia. Irene condivide questa esperienza con altri artisti tra cui la brava cantante Barbara Cola. Esce per ALTA SINTONIA, distribuzione TRING, un singolo dal titolo “Trappole”, scritto da Francesco Palmieri insieme a Marco Masini e Giancarlo Bigazzi il cui video è diretto da Tonio Logoluso.\r\n\r\n2004: nuova uscita per ALTA SINTONIA degli album “O core ‘e Napule” con l’aggiunta del brano inedito “Ricordo” e “Appunti di viaggio” con la canzone “Trappole”. Altra tournée con il personaggio di Maryanne nel musical Il Ritratto di Dorian Gray per il secondo anno di repliche. Questo spettacolo musicale viene candidato a sette nomination per gli Italian Musical Awards 2004. Nello stesso anno interpreta il ruolo di Carmian nel musical Cleopatra di Lamberto Stefanelli per la regia di Claudio Insegno con l’attrice-soubrette Milena Miconi. Durante l’estate 2004 è in giro per l’Italia con il suo nuovo tour “Trappole”.\r\n\r\n2005: esce un nuovo lavoro di Irene Fargo intitolato “Insieme” in collaborazione con i musicisti Axis Mundi e prodotto dal maestro Enzo Amato. La nostra cantante rilegge in chiave personale alcune canzoni francesi, napoletane e portoghesi appartenenti al repertorio di Edith Piaf, di Gilda Mignonette, di Elvira Donnarumma e di Amalia Rodriguez. Come ultima track è inserita la bellissima “Nel mio amore” di Gardini-Tamaro-Fontana-De Luca, inserita nella colonna sonora dell’omonimo film di Susanna Tamaro. La canzone concorre nella sezione Canzone Originale al Premio David di Donatello. Per il terzo anno di repliche interpreta ancora Maryanne nel Musical Il ritratto di Dorian Gray. All’inizio di giugno inizia il suo consueto tour estivo intitolato come l’omonimo album “Insieme”, accompagnata dagli Axis Mundi. Riceve il XIII° Premio Posidone d’Argento 2005 per la categoria “Musical”, mondo del quale ormai Irene fa parte a tutto tondo. Il 19 agosto prende parte insieme ad altri artisti tra cui Maurizio Vandelli al Concorso nazionale “Lucio Battisti”, svoltosi ad Isernia.\r\n\r\n2006: è per il quarto anno Maryanne nel tour del Musical di Tato Russo Il Ritratto di Dorian Gray. Il Musical “Made in Italy” è candidato all’Oscar per il Teatro “Premio Olimpici 2005”.\r\n\r\nDal 2009 al 2012 l’etichetta PressingMusicLtd  pubblica il Cd “Cartolina Napoletana”, i singoli “For a lifetime”, “Il bacio” e “Il respiro del mondo” versione italiana e spagnola.\r\n\r\nFonte: MacMusica/ Pietro Giarola

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.