Home Uncategorized YUSUF / CAT STEVENS’ “BLACKNESS OF THE NIGHT”

YUSUF / CAT STEVENS’ “BLACKNESS OF THE NIGHT”

365
SHARE

YUSUF / CAT STEVENS’ “BLACKNESS OF THE NIGHT”
Bambini soldato, famiglie distrutte,
la difficile condizione dei rifugiati
da ‘THE LAUGHING APPLE’ – in uscita il 15 settembre

Yusuf: “Una delle mie canzoni di protesta degli anni ‘60″

Yusuf / Cat Stevens ci presenta “Blackness Of The Night,” brano incluso all’interno del nuovo album, The Laughing Apple, in uscita il 15 settembre per l’etichetta Cat-O-Log Records, distribuita in esclusiva da Decca Records. “Blackness Of The Night” ci riporta all’innocenza perduta, tra le righe Yussuf fa riferimenti ai bambini soldato, ad intere famiglie spezzate e alla mancanza di speranza attraverso il suono malinconico della sua chitarra.

Dice Yusuf: “”Blackness Of The Night” è stata una delle mie prime canzoni di protesta degli anni ‘60. Crescendo a Londra subito dopo la fine della guerra, i miei ricordi erano ancora vivi e le macerie della città dopo i bombardamenti, ancora ben presenti. “Blackness Of The Night” rifletteva il sentimento di vuoto che provavo nell’attraversare le strade di notte, da solo, pensando a come si potesse sopravvivere procedendo verso un futuro incerto e sconosciuto.

C’è sicuramente una grande correlazione rispetto alla situazione odierna, pensando ai tanti bambini rifugiati, persi e abbandonati, separati dalle loro famiglie e case in un mondo ostile.

La canzone è stata registrata 50 anni fa per l’album ‘New Masters’ del 1967, ma il nuovo arrangiamento ci regala una nuova interessantissima versione che potete ascoltare in esclusiva qui: WATCH HERE

L’uscita di The Laughing Apple è stata anticipata dal lancio del brano “See What Love Did To Me,” che Rolling Stone ha definito “un piacevole aggiornamento alle sonorità considerate già all’epoca una novità che Yusuf / Cat Stevens portò all’interno di album come Tea for the Tillerman “e Stereogum”.

Il nuovo album The Laughing Apple segue il modello comune degli anni ’60 di abbinare canzoni di nuova produzione ad alcune cover. The Laughing Apple celebra alcuni dei suoi primi materiali, presentando le canzoni come ha sempre desiderato fossero registrate

Yusuf ha prodotto The Laughing Apple con Paul Samwell-Smith, il produttore che da sempre segue le registrazioni di Yusuf, tra cui Tea for the Tillerman del 1970, che conteneva i grandi classici Wild World e Father and Son. Proprio quell’album (multi-platino) divenne un vero e proprio punto di riferimento del movimento cantautorale, e la Rock and Roll Hall of Fame lo ha definito uno tra gli album fondamentali di tutti i tempi.

Il nuovo album segna anche il ritorno del complemento musicale di Yusuf, Alun Davies. Davies, la cui chitarra acustica è una componente essenziale del suono classico di Yusuf, artista amato da milioni di persone durante gli anni ’60 e ’70 che parla ancora a gran parte delle giovani generazioni.

Hit mondiali come “Wild World”, “Moonshadow”, “Peace Train”, “Morning Has Broken” e “Oh Very Young” lo hanno reso uno dei protagonisti delle radio durante gli anni ’70.

Le sue canzoni vengono utilizzate regolarmente in film e spettacoli televisivi, come ’Father and Son’ suonata durante una scena cruciale nel film dei Guardiani della Galassia 2. La musica di Yusuf / Cat Stevens sarà oggetto di uno special sul canale PBS a settembre.

The Laughing Apple: track list completa

Blackness of the Night
See What Love Did to Me
The Laughing Apple
Olive Hill
Grandsons
Mighty Peace
Mary and the Little Lamb
You Can Do (Whatever)!
Northern Wind (Death of Billy the Kid)
Don’t Blame Them
I’m So Sleepy

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.