Home Libri Tra Sacro e Profano CONVERSAZIONI IN SAN FRANCESCO

Tra Sacro e Profano CONVERSAZIONI IN SAN FRANCESCO

90
SHARE

Seconda edizione per le CONVERSAZIONI IN SAN FRANCESCO, rassegna di incontri dedicati alla letteratura, alla filosofia, alla musica e all’arte che si tiene a Lucca dal 30 settembre al 15 novembre 2015 nella Chiesa di San Francesco, promossa dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca e organizzata dal Comitato Nuovi Eventi per Lucca anche con il sostegno del Banco Popolare – Cassa di Risparmio di Lucca Pisa Livorno.\r\n\r\n \r\n\r\nDopo il successo dello scorso anno, dedicato alla “bellezza eterna”, ispirato a una delle opere d’arte simbolo di Lucca, conosciuta in tutto il mondo, ovvero Il monumento funebre di Ilaria del Carretto, di Jacopo della Quercia, questo nuovo ciclo dal titolo Tra Sacro e Profano anticipa quelle che saranno le tematiche che invaderanno la città con il Photolux Festival, Biennale Internazionale di fotografia da novembre a dicembre.\r\n\r\n \r\n\r\nIntorno dunque al sacro e al profano ruoteranno quattro appuntamenti che vedranno coinvolti lo scrittore e psichiatra Paolo Crepet in uno dei suoi trascinanti eventi/ conferenze su “felicità e egoismo” (30 settembre, ore 21); l’artista israeliana Noa che dopo una  conversazione con il direttore de La Nazione, Pierfrancesco De Robertis, si esibirà in un concerto con Gil Dor e Giovanni Tommaso, serata che nasce in collaborazione con Lucca Jazz Donna (17 ottobre, ore 21); l’attrice, autrice e regista Elisabetta Salvatori che con il suo linguaggio vibrante e diretto ci racconterà la storia della mistica e poetessa francese del secolo scorso Madeleine Delbrêl (24 ottobre, ore 21). Chiuderà le CONVERSAZIONI, il 15 novembre (ore 21) una serata dedicata a Pier Paolo Pasolini, a quarant’anni dalla morte, e sarà Carlo Lucarelli a regalarci un ritratto inedito di un intellettuale corsaro che in ogni sua opera, dal film Il Vangelo secondo Matteo al romanzo Ragazzi di vita ha portato una riflessione profonda sul senso del sacro e del profano.\r\n\r\n \r\n\r\nIl Comitato Nuovi Eventi, in collaborazione con il Circolo del Cinema di Lucca, propone anche due eventi collaterali che seguiranno la Conversazione con Carlo Lucarelli.\r\n\r\nLunedì 16 novembre, alle ore 21.15 nell’Auditorium di San Micheletto, verrà proiettato “Edipo re”, uno dei film più affascinanti e visivamente folgoranti di Pier Paolo Pasolini, con Franco Citti, Silvana Mangano, Alida Valli e Carmelo Bene. Il film sarà preceduto da un corto attualissimo, “Viaggio a Sana’a”, che Pasolini utilizzò per lanciare un messaggio all’Unesco per salvare Sana’a, la bellissima capitale dello Yemen, dalla distruzione del consumismo e che oggi è sottoposta ai bombardamenti della guerra.\r\n\r\nMartedì 17 novembre, sempre alle 21.15, nell’Auditorium dell’Istituto Musicale Boccherini, in Piazza del Suffragio, l’avvenimento conclusivo: una serata speciale in cui si rivivranno i più intensi versi del poeta di Casarsa attraverso la voce di Eros Pagni, uno degli interpreti più intensi e raffinati del teatro italiano, premiato recentemente come migliore attore protagonista nel “Sindaco di Rione Sanità”.\r\n\r\n \r\n\r\nLe CONVERSAZIONI IN SAN FRANCESCO sono realizzate con la collaborazione e la consulenza di Davis & Franceschini.\r\n\r\n \r\n\r\nProgramma\r\n\r\n \r\n\r\nMercoledì 30 settembre – ore 21.00\r\n\r\nPaolo Crepet \r\n\r\nFelicità e egoismo\r\n\r\n \r\n\r\nDi cosa è fatto lo stare insieme di una coppia, di una famiglia? E come l’amore che dovrebbe consacrare una relazione la interrompe? Cosa permette di rompere la sacralità di un amore, e precipitare nella profanazione? E come impedirlo? Come prevenirlo? A volte la felicità è una meta e non una stazione di partenza, la felicità è un lavoro e non un dono, qualcosa da fare insieme o da soli, ma che può dare una svolta alla propria vita. A parlarne sarà uno dei più noti psichiatri italiani, Paolo Crepet, che alla conoscenza scientifica della materia aggiunge l’intuizione dello scrittore.\r\n\r\n \r\n\r\nSabato 17 ottobre – ore 21.00\r\n\r\nNoa incontra Lucca\r\n\r\nConversazione con Pierfrancesco De Robertis, direttore de “La Nazione”\r\n\r\nSegue concerto di NOA\r\n\r\ne Gil Dor con Giovanni Tommaso trio\r\n\r\nIn collaborazione con Lucca Jazz Donna\r\n\r\n \r\n\r\nNoa è un’artista profondamente impegnata nell’utilizzo della musica come strumento di riavvicinamento fra popoli in conflitto, con particolare riguardo alla tragica questione mediorientale. Le sue canzoni sono fortemente influenzate dall’ambiente israeliano, con le sue contraddizioni (come l’avere le radici ai due lati del mare, sia nel paese della diaspora sia in Israele), i suoi dolori e le speranze.\r\n\r\nIl suo concerto sarà preceduto da una conversazione a 360 gradi tra Noa e Pierfrancesco De Robertis, giornalista e Direttore de “La Nazione”.\r\n\r\n \r\n\r\nSabato 24 ottobre – ore 21.00\r\n\r\nCome gli scambi del treno – La vita di Madeleine Delbrêl\r\n\r\nSpettacolo teatrale di Elisabetta Salvatori\r\n\r\nMatteo Ceramelli, violino e chitarra\r\n\r\n \r\n\r\nElisabetta Salvatori racconta la storia di una donna del secolo scorso di straordinaria attualità. Madeleine Delbrêl (Mussidan, 24 ottobre1904Ivry-sur-Seine, 13 ottobre1964) è stata una misticafrancese, assistente sociale e poetessa.\r\n\r\nA diciassette anni Madeleine professa un ateismo radicale e profondo, al punto da scrivere: «Dio è morto… viva la morte». L’incontro con alcuni amici cristiani e in particolare l’ingresso nei domenicani del ragazzo che amava, la spingono a prendere in considerazione la possibilità dell’esistenza di Dio.\r\n\r\nAssistente sociale attivissima, opera nella periferia operaia di Parigi, a Ivry-sur-Seine, condividendo una semplice vita fraterna con alcune compagne: la presenza di una municipalità comunista la mette a contatto con un contesto segnato da un aspro confronto tra comunisti e cattolici.\r\n\r\nMadeleine, la mistica senza visioni appassionata di parole e profondamente calata nel reale, diventerà una delle più grandi poetesse del ‘900.\r\n\r\n \r\n\r\n \r\n\r\nDomenica 15 novembre – ore 21.00\r\n\r\nLa luce corsara di Pier Paolo Pasolini a quarant’anni dalla morte\r\n\r\nIncontro con Carlo Lucarelli\r\n\r\n \r\n\r\nQuante volte si sente dire: lui l’aveva detto. Ultimo appuntamento delle Conversazioni è dedicato a uno dei personaggi più significativi del secolo scorso: Pier Paolo Pasolini. Infatti troppe cose le aveva dette e nella notte tra l’1 e il 2 novembre del 1975 qualcuno lo fermò. Carlo Lucarelli è un detective particolare, uno che conosce il potere della letteratura. La sua ricostruzione della vita e della morte di Pasolini, fatta di dettagli e di nuove piste, ha il rigore del documentario e la poesia del ritratto. Lucarelli parlerà e mostrerà sul palco di San Francesco una storia ancora da scrivere.\r\n\r\n \r\n\r\n \r\n\r\nLunedì 16 novembre – ore 21.15\r\n\r\nIn collaborazione con il Circolo del Cinema di Lucca\r\n\r\nRassegna cinematografica Pier Paolo Pasolini\r\n\r\nAuditorium S. Micheletto, FCR Lucca\r\n\r\n \r\n\r\nMartedì 17 novembre – ore 21.15\r\n\r\nEros Pagni legge Pier Paolo Pasolini\r\n\r\nAuditorium del Suffragio, Conservatorio L. Boccherini\r\n\r\n \r\n\r\n \r\n\r\nTutti gli eventi in programma sono a ingresso libero.\r\n\r\n \r\n\r\n \r\n\r\nCoordinamento organizzativo\r\n\r\nComitato Nuovi Eventi per Lucca:\r\n\r\nElena Aiello\r\n\r\n \r\n\r\nComunicazione e Relazioni esterne:\r\n\r\nMarcello Petrozziello – Andrea Salani\r\n\r\nFondazione Cassa di Risparmio di Lucca\r\n\r\nTel. 0583 472627 – Mobile Marcello Petrozziello 340 6550425\r\n\r\ne.mail comunicazione@fondazionecarilucca.it\r\n\r\nUfficio stampa: Davis & Franceschini \r\n\r\nTel. 055 2347273 – Fax 055 2347361\r\n\r\ne.mail: info@davisefranceschini.itwww.davisefranceschini.it\r\n\r\n 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here