Home Libri UN FUTURO A COLORI, IRENE TINAGLI

UN FUTURO A COLORI, IRENE TINAGLI

413
SHARE
\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

In libreria dal 7 maggio\r\n\r\n\r\nUN FUTURO A COLORI\r\n\r\nScoprire nuove opportunità di lavoro e vivere felici\r\n\r\n\r\ndi IRENE TINAGLI\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n\r\n“Mentre aspettiamo le magnifiche riforme che consentiranno ai nostri pachidermici sistemi educativi, formativi, burocratici e istituzionali di ammodernarsi, cosa possiamo dire a tutti quei giovani che oggi, adesso, si cimentano con le scelte più difficili e fondamentali per il loro futuro? E cosa dire a tutti i genitori che si sentono spiazzati e impotenti di fronte a decisioni importanti per se stessi e per i loro figli?\r\nA questo non pensa mai nessuno.”\r\n\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

 \r\n\r\nCollana: Varia –  pp. 230 – Euro 18,00 –  Data di uscita: 7 maggio 2014

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

C’era una volta una famiglia italiana con tre fratelli: il maggiore avrebbe voluto seguire le orme del padre – dirigente d’azienda nonostante non fosse laureato – ma essendosi fermato al diploma dovette rinunciare alle proprie aspirazioni; la seconda, sognandosi come la nonna insegnante nelle scuole locali, andò incontro a un gramo destino di precariato; il terzo studiò, si specializzò, imparò l’inglese, viaggiò, disobbedì al padre, sperimentò nuove vie… e fece fortuna. Sembra una fiaba moderna, ma è una storia vera. Una delle numerose che Irene Tinagli, brillante economista di esperienza internazionale, racconta in questo libro per mostrare come oggi i tradizionali tipi di carriera siano superati, in larga misura per l’avvento delle nuove tecnologie che hanno spazzato via diverse figure professionali. Bisogna però, secondo Tinagli, guardare al futuro con grande fiducia (nonostante la crisi) perché al tempo stesso sono nati altri ruoli e straordinarie opportunità di realizzazione e successo. Tutto sta nell’alzare lo sguardo sul mondo intero, capire quali percorsi di formazione e specializzazione sono più promettenti e non aver paura di sperimentare e sbagliare prima di riuscire a far sbocciare il proprio talento. Rivolgendosi a chi è alla ricerca di una realizzazione di lavoro e di vita, in Un futuro a colori Tinagli analizza il contesto globale, racconta sorprendenti storie di successo per poi individuare alcuni strumenti utili per intraprendere un gratificante cammino individuale. Vuol così offrire a tutti – giovani e meno giovani che devono ricominciare da capo, genitori e figli – buoni motivi per essere ottimisti. Anche perché la Storia dimostra che i periodi di crisi sono sempre i più fecondi per cambiare in positivo. E perché mai come ora siamo stati liberi dai condizionamenti nella scelta di chi vogliamo essere.

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

“All’improvviso sono emersi nuovi bisogni, settori e professioni che la maggior parte delle persone non era in grado di svolgere, coloro che invece possedevano le competenze necessarie o hanno saputo acquisirle con velocità ed efficacia hanno potuto approfittare della situazione e fare carriere assai più rapide, brillanti e redditizie delle generazioni precedenti.\r\n\r\nI vari Mark Zuckerberg, Sergey Brin (cofondatore di Google), Marissa Mayer (amministratore delegato di Yahoo), Sheryl Sandberg (direttore operativo di Facebook) e moltissimi altri giovani manager e imprenditori di cui sentiamo spesso parlare, sono figli di questo cambiamento paradigmatico e delle straordinarie opportunità in esso nascoste. E anche senza andare a cercare nomi famosi e casi di estremo successo, sono tantissimi i giovani che sono riusciti a cogliere in qualche modo le nuove possibilità. Esperienze magari meno eclatanti ma che hanno contribuito a far crescere aziende, settori economici, e a costruire migliaia di percorsi individuali felici e soddisfacenti. Questo è il motivo per cui, a fronte di migliaia di ragazzi spaesati, delusi e arrabbiati, gli ultimi venti anni hanno anche visto l’esplodere di fenomeni diametralmente opposti: un abbassamento dell’età degli imprenditori di successo, l’ingresso di numerosi giovani nelle classifiche degli uomini più ricchi del mondo, e una crescente difficoltà da parte delle imprese a trovare profili idonei a sostenere la loro competitività.”\r\n\r\n 

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

IRENE TINAGLI  è nata a Empoli (FI) nel 1974. Dopo la laurea alla Bocconi, si è specializzata in politiche economiche per lo sviluppo e l’innovazione alla Carnegie Mellon University di Pittsburgh. Dal 2009 insegna all’Università Carlos III di Madrid; attualmente è in aspettativa a seguito dell’elezione, nel febbraio 2013, alla Camera dei Deputati nella lista Scelta Civica per l’Italia. Ha pubblicato Talento da svendere (Einaudi 2008) ed è stata editorialista de «La Stampa».

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\nUFFICIO STAMPA FOSFORO\r\n\r\nManuela Cavallari +39.349.6891660  manuela.cavallari@fosforopress.com\r\nGiulia Santaroni +39.348.8224581  giulia.santaroni@fosforopress.com\r\nSilvia Bacci +39.338.6660784 silvia.bacci@fosforopress.com

\r\n

\r\n

\r\n

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.