Home Interviste Ospite del nostro format musicale Marco Augusto

Ospite del nostro format musicale Marco Augusto

97
SHARE

Partito con la musica classica e poi, presto, attivo nel mondo rock, Marco Augusto compone canzoni che mescolano armonie raffinate ad influssi classici e ad un sound pieno e corposo sorretto da chitarre imponenti. “Milano” è una dichiarazione d’amore alle proprie radici, ai ricordi, ad un passato che ha forgiato indelebilmente l’identità di Marco Augusto.La produzione del video, proprio per esaltare il concetto di ritrovo dell’intimità, è stata realizzata col supporto dei familiari dell’autore. Prima su tutti del fratello Claudio Kunzani, che in Germania lavora nel campo televisivo alla “HR Hessischer Rundfunk”.

Qual è il momento in cui hai scoperto che avresti voluto intraprendere la strada della musica?

In generale dopo aver visto la mia prima opera al teatro con quattro anni – ero rimasto impressionatissimo. Poi, con 43 anni, lavorando con grande energia in un´agenzia internet, mi chiedevo: Perchè non seguire con la stessa energia quello, che davvero mi spinge da dentro, cioè la musica? E così ho lasciato mestiere e mi sono messo in via su nuova strada.

Cosa hai deciso di raccontare con il tuo progetto?

Con le mie canzoni vorrei aprire gli occhi per il bello ed il buono nel mondo (e ce n´è parecchio), vorrei dare speranza a quelli, che magari al momento l´hanno persa, spargere l´amore in ogni luogo del mondo, dove forse manca, vorrei far sorridere la gente, e raccontare un po della mia storia, della mia vita.Col mio music video „Milano“ voglio dire grazie a questa meravigliosa città, che mi ha regalato la vita, e dedicargli una vera canzone d´amore. Puoi girare quanto vuoi per tutto il mondo, ma la tua radice rimarrà sempre la radice.

Cosa non deve mai mancare in un brano che ascolti e in uno che scrivi?

che ascolto: una melodia, che subito mi prende, delle armonie un po raffinate, o forse qualche bel ritmo – però non c´è una certa ricetta, di quale avrei bisogno – o un brano mi tocca o non lo fa… dopo 20 secondi lo so.che scrivo: l´autenticità.

Dicci dieci cose che ti piacciono e dieci che ti fanno arrabbiare.

Mi piace:- abbracciare- viaggiare in treno- Van Gogh- la natura- la sincerità- il coraggio- il Mare- star seduto sul tetto del duomo di Milano- cantare- la Finale del Campionato Europeo 2020 Italia – Germania

Mi fanno arrabiare:- le guerre- troppe macchine in città- l´inquinamento- la pigrizia- le bugie (a parte quelle dei bambini – quelle sono carine J)- se perde la mia squadra tedesca di cuore (KSC)- troppe chiacchiere- l´aggressività- la fretta- se nella mia pasticceria di cuore sono finiti i cannoncini

Hai in programma un tour, magari in Italia?

Per il momento no, ma sto pensando alla produzione di un mio album completo – e con questo poi vorrei si organizzare una tour. Farla in Italia sarebbe stupendo, ma difficile prepararla dalla Germania. Quindi: se qualche agenzia booking legge questa intervista, per favore mi chiami! J

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.