Home Musica LUIGI “GRECHI” DE GREGORI: venerdì 14 ottobre in concerto con CLAUDIO SANFILIPPO

LUIGI “GRECHI” DE GREGORI: venerdì 14 ottobre in concerto con CLAUDIO SANFILIPPO

328
SHARE

Venerdì 14 ottobre LUIGI “GRECHI” DE GREGORI si esibirà dal vivo sul palco del TEATRO BARRIO’S di Milano (via Barona/angolo via Boffalora – dalle ore 20.30 – ingresso con offerta) in occasione di una serata di beneficienza organizzata dall’associazione no profit “COLORI PRIMARI”, che destinerà il ricavato della serata al progetto “Al di là del problema: interventi educativi e terapeutici gratuiti a bambini con Disturbi Specifici dell’Apprendimento”.\r\n\r\n \r\n\r\nLUIGI GRECHI DE GREGORI proporrà alcuni brani estratti dalla raccolta “TUTTO QUEL CHE HO 2003-2013”, una collection che racchiude i suoi pezzi più rappresentativi in cui si mescolano storie e personaggi molto cari al cantautore, tra cui “Il Bandito e Il Campione (brano che Luigi incise su cassetta autoprodotta nel 1990 e che il fratello Francesco portò poi al successo). \r\n\r\nPoi presenterà il cantautore Claudio Sanfilippo, che ha recentemente pubblicato il disco “ILZENDELSWING”, e altri ospiti a sorpresa; aprirà la serata YLENIA LUCISANO, che presenterà il suo ultimo singolo “STANOTTE” e un assaggio del suo disco d’esordio “PICCOLO UNIVERSO” accompagnata dal chitarrista RENATO CARUSO, che ha da poco pubblicato l’album solo guitar “ARAM”.\r\n\r\n \r\n\r\nLuigi “Grechi” De Gregori, del tutto disinteressato alle mode e inguaribilmente attratto dalla musica dal vivo più che dalle sale di registrazione, attende qualche anno prima di pubblicare il suo primo album “Accusato di libertà” (PDU, 1975). Alla fine degli anni Sessanta, nel celebre locale trasteverino “Folkstudio” inizia a dirigere, insieme a Francesco Pugliese, il primo “Folkstudio Giovani” della domenica pomeriggio, uno spazio che poi divenne la fucina della cosiddetta “scuola romana” di cantautori, all’interno del quale mossero i loro primi passi artisti del calibro di Francesco De Gregori, Antonello Venditti, Rino Gaetano e molti altri. Verso la fine degli anni Ottanta, con qualche disco in più all’attivo, Luigi Grechi scrive “Il bandito e il campione(brano portato al successo dal fratello Francesco De Gregori), grazie al quale si aggiudica il Premio Tenco nel 1993 come Miglior canzone dell’anno. Passato dalla PDU alla Sony incide gli album “Dromomania”, “Azzardo”, “Girardengo e altre storie”, “Cosìvalavita”, “Pastore di Nuvole” ed infine “Angeli e Fantasmi”, il suo ultimo, ispirato lavoro. Nel frattempo, partecipa a festival itineranti con i poeti della beat generation, accompagna alla chitarra Lawrence Ferlinghetti e torna negli Stati Uniti a suonare con i suoi amici Peter Rowan e Tom Russell.\r\n\r\n \r\n\r\nClaudio Sanfilippo, cantautore e scrittore milanese ha scritto canzoni per Mina (Stile libero, inclusa in Lochness nel 1993, Eugenio Finardi (Lucciola, in Occhi del 19969, Cristiano De Andrè (La notte di San Lorenzo, incisa in Sul Confine nel 1995), Pierangelo Bertoli (Casual soppiatt swing inCanzone d’Autore del 1987, Cecilia Chailly (Oceano luce, inclusa in Ama del 2002) e per molti altri artisti.\r\n\r\nHa pubblicato cinque album, il primo dei quali nel 1995, intitolato Stile Libero, prodotto da Valerio Galloriniper Mama Records a cui hanno collaborato Rossana Casale, Eugenio Finardi, Ares Tavolazzi e Carlo Marrale. L’album ha vinto la Targa Tenco 1996 quale migliore opera prima. Ha recentemente pubblicato il CD di canzoni in milanese “ilzendelswing” con Massimo e Icaro Gatti rispettivamente al mandolino e contrabbasso, Max De Bernardi alle chitarre e poi alla pedali steel Elio Martina, al dobro Paolo Ercoli, al violino Colin Murphy e le voci di Veronica Sbergia e Sara Vescovi.\r\n\r\n \r\n\r\nYlenia Lucisano nasce a Rossano, in provincia di Cosenza, il 27 settembre 1989. Nel giugno 2013 fa il suo esordio discografico con il brano “Quando non c’eri”. A dicembre dello stesso anno la giovane cantautrice calabrese sale sul prestigioso palco del “Concerto di Natale” a Roma, andato in onda la sera della Vigilia su Rai Due, esibendosi insieme a grandi nomi della musica italiana ed internazionale. Nell’aprile 2014 esce il suo disco d’esordioPiccolo Universo” (Bollettino Edizioni Musicali / Artist First) che contiene, tra gli altri, anche tre brani in dialetto calabrese. Nello stesso anno vince il Premio Lunezia 2014 (categoria “Nuove Stelle”) e tiene concerti in tutta Italia. Nel 2015 si esibisce sul palco del Concerto del Primo Maggio a Roma e a giugno esce il suo singolo “Improvviseremo Ancora” (scritto insieme al cantautore Zibba). Nell’estate 2015 si esibisce come opening act di due date del “Vivavoce Tour” di Francesco De Gregori e di due date del “Ma che vita la mia tour” di Roby Facchinetti. A dicembre dello stesso anno vince il premio “Capri Exploit Award” come giovane promessa della musica italiana e ritira il premio a Capri in occasione del “Capri Hollywood 2015 – The International Film Festival”. A marzo 2016 esce il suo singolo “Stanotte” (scritto e composto da Giuseppe Anastasi), che durante l’estate presenta dal vivo in occasione di tre tappe del Festival Show.\r\n\r\n \r\n\r\nRenato Caruso è un chitarrista, compositore e informatico. Suona dall’età̀ di 6 anni, pianoforte e chitarra sono i suoi primi strumenti. Ha lavorato cinque anni presso l’accademia musicale di Ron,Una Città Per Cantare”, come docente di chitarra classica, acustica ed elettrica, teoria e solfeggio, informatica musicale. Renato Caruso si è esibito con Ron, i Dik Dik, Red Ronnie. Ha organizzato stage per Biagio Antonacci e Ornella Vanoni. A maggio 2016 è uscito il suo album solo guitar “ARAM”.\r\n\r\n \r\n\r\n \r\n\r\n \r\n\r\nhttps://www.luigigrechi.ithttps://www.ylenialucisano.comhttps://www.renatocaruso.eu\r\n\r\n 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.