Home Eventi e News Francesco Gini, Homo Elegans

Francesco Gini, Homo Elegans

540
SHARE

Il complesso, sfaccettato mondo dei profumi si arricchisce di un nuovo marchio, due innovative fragranze. Ormai non si parla più solo della tipologia di profumo, ma di tutto il mondo che esso racchiude o che lo circonda. Storie personali che divengono universali.\r\n\r\nIncontriamo Francesco Gini.\r\n\r\n \r\n\r\n Quando nasce Homo Elegans e da cosa scaturisce questa idea\r\n\r\nHOMOELEGANS nasce dalla aspirazione e dalla volontà di tradurre la nostra personale idea di profumeria artistica in un brand innovativo e di ampio respiro.\r\n\r\nSiamo amanti del mondo artistico, letterario, musicale e di ogni forma espressiva e crediamo che la fragranza debba entrare a far parte di una visione di vita e del mondo verso cui protendersi.\r\n\r\n \r\n\r\n Breve bio vostra e come vi siete incontrati\r\n\r\nFRANCESCO GINI “Sono cresciuto all’interno della cantina viti-vinicola di famiglia e grazie a questo ho assorbito la cultura del buongusto eno-gastronomico. Mi sono appassionato al teatro e alla recitazione che mi sono serviti a crescere come persona.\r\n\r\nNel 2011 è iniziata la mia esperienza olfattiva con la creazione di un trittico di cere profumate dedicate ai territori del vino Soave in Monteforte. Di conseguenza nel 2012 ho aperto in  San Bonifacio la mia “bottega” dove propongo la mia selezione di fragranze artistiche  e marchi di nicchia. Sono sempre alla ricerca di nuove occasioni espressive e organizzo eventi dove coniugo il mondo dei profumi con arte, musica, letteratura e moda.”\r\n\r\n \r\n\r\nMAURIZIO PIAZZI “ Mi sono dedicato sin da giovanissimo al mondo delle arti. Dopo l’accademia di Belle Arti di Verona  e diverse esperienze nell’ambito dell’arte contemporanea sono approdato nel mondo del design applicando le mie capacità artistiche alle tecniche di sviluppo dell’immagine e del prodotto. Dopo sei anni in ambito pubblicitario come art director oggi mi dedico a progetti creativi di sviluppo del prodotto, comunicazione e campagne immagine, pubblicità e comunicazione applicata.\r\n\r\nInizialmente ero un amante curioso e vorace del mondo olfattivo, con questo progetto si apre la mia esperienza personale nel settore.”\r\n\r\n \r\n\r\nUltimamente non si parla più molto di profumi maschili o femminili, voi con il vostro marchio (dato il nome) come vi collocate?\r\n\r\nQueste prime due fragranze sono ispirate a soggetti dalle identità maschili. Rappresentano inoltre due figure depositarie di un preciso archetipo che fa parte di ognuno in maniera diversa e peculiare. Per questo si rivolgono liberamente a coloro che ne abbraccino la natura e gli intenti delle composizioni, senza etichette di genere, età, inclinazioni.\r\n\r\n \r\n\r\nCome è l’uomo elegante?\r\n\r\nHOMOELEGANS è la nostra visione dell’evoluzione dell’essere umano verso il bello. Una ricerca di stile in cui poniamo l’attenzione. Un concetto che passa oltre l’estetica e diventa la predilezione di un orizzonte di vita. La “nuova specie” Homo Elegans definisce così un Unicum che accoglie le riflessioni della mente, l’emozionalità del cuore e le intenzioni viscerali. Lo si osserva nella sua pienezza fatta di contrasti e di armonie, traendone una consapevolezza senza confini.\r\n\r\n \r\n\r\nTadzio e Quality of flesh narrano due storie ben precise, con un orientamento preciso e netto. Come mai? Da cosa nasce questa idea? Perchè proprio Tadzio e Bacon?\r\n\r\nL’idea è nata dal raccontare due figure che sono state importanti nelle nostre esperienze personali. QUALITY OF FLESH è dedicata al pittore Francis Bacon ed alla sua arte. Un pittore, che è stato cruciale nella formazione artistica e stilistica di Maurizio. TADZIO è ispirato al racconto “Morte a Venezia” di Thomas Mann e al lungometraggio di Luchino Visconti. Questo personaggio è rimasto emblematico nell’immaginario estetico-romantico di Francesco.\r\n\r\n \r\n\r\nQUALITY OF FLESH. Francis Bacon e le sue opere. L’arte come scopo primo della vita. Un’arte totalizzante vocata a sondare la nostra natura più segreta e a diventarne uno specchio. La voracità di una ricerca senza filtri. Il nostro io più ancestrale che trasmuta la carne e le sue cicatrici in una tela dove raffigurare la più nuda e intima verità.\r\n\r\n \r\n\r\nTADZIO. Una fragranza dedicata alla giovinezza e alla bellezza. Tadzio rappresenta un nume ed un archetipo. Non come divinità estranea da adorare ma come la parte più divina di noi stessi, da esaltare. Un frammento di innocenza, energia e seducente incoscienza. Abbracciandolo il cuore e i sensi si riaprono all’ebbrezza sconfinata ed all’estasi luminosa.\r\n\r\n \r\n\r\nUn personaggio della letteratura ed un pittore, quanto i profumi si legano all’arte, quanto la rammentano? Perché quando si parla di arte non si include mai il mondo dei profumi?\r\n\r\nLa profumeria si avvicina all’arte tanto quanto noi la vogliamo far avvicinare. Come ogni prodotto artigianale può essere industriale, di design o artistico. Oggi non si citano opere olfattive quando si parla di arte perché subiamo ancora i frutti del boom economico degli anni 50, quando il profumo è diventato un bene di consumo di massa. Inoltre le fragranze non sono ancora di facile divulgazione come le immagini o i suoni.\r\n\r\n \r\n\r\nIn questi anni si parla sempre di più di profumi d’autore, si citano i nasi (proposta per un termine migliore?) che realizzano i profumi. Anche in Italia si inizia a percepire questo cambiamento? C’è un effettivo allontanamento da certi prodotti industriali?\r\n\r\n Partiamo da un termine migliore: Maestri Profumieri. L’Italia è senza dubbio il paese del buongusto. Siamo il paese per eccellenza più ricettivo alla profumeria artistica. Il mondo delle fragranze di nicchia è in continua espansione ma non può e non deve competere con il mondo delle grandi firme. Se oggi l’interesse è maggiore per la profumeria selettiva noi crediamo che vada perseguita l’intenzione di proporre creazioni altamente qualitative e di ricerca compositiva e culturale.\r\n\r\n \r\n\r\nUna persona che si avvicina al mondo dei profumi che vademecum può andare a cercare per orientarsi?\r\n\r\nL’olfatto è il nostro senso più ancestrale ed è legato profondamente al subconscio. Non esiste a nostro parere un vademecum migliore che la propria esperienza personale. La cosa migliore è la curiosità. Al mercato, durante una passeggiata, in cucina, o quando si viaggia si trovano le occasioni migliore per scoprire i profumi vivi.\r\n\r\nPer le nostre creazioni utilizziamo infatti materie prime naturali di alta qualità, nella convinzione che l’estratto della sostanza viva esprima una vibrazione olfattiva emozionale non riproducibile sinteticamente.\r\n\r\n \r\n\r\nNon c’è due senza tre, immagino stiate già pensando ad un prossimo capitolo… anticipazioni?\r\n\r\nIl progetto si svilupperà con nuove creazioni nell’esaltazione della complessità e della completezza dell’essere umano. Ci sono due creazioni che stanno prendendo forma. Ve le racconteremo con piacere quando saranno pienamente sviluppate. Il nostro intento è quello di mantenere alto il profilo culturale del brand.\r\n\r\n \r\n\r\n Istruzioni per chi volesse conoscere i vostri profumi.\r\n\r\nChiunque voglia scoprire le nostre fragranze lo può fare attraverso il nostro sito ( www.homoelegans.com ) dove troverà le indicazioni necessarie. Per chi volesse essere aggiornato sui nostri eventi può contattarci per essere inserito nella nostra mailing list.\r\n\r\n \r\n\r\nIntervista di: Luca Ramacciotti\r\n\r\n \r\n\r\n 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.