Home Libri LuccAutori: ultimi giorni per iscriversi al corso di scrittura con Eleonora Sottili

LuccAutori: ultimi giorni per iscriversi al corso di scrittura con Eleonora Sottili

229
SHARE
\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

 

\r\n

\r\n

\r\nCORSO DI SCRITTURA con Eleonora Sottili  (termine iscrizioni venerdì 26 febbraio )

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

La vita come un romanzo russo

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n\r\nE’ in programma sabato 5 e domenica 6 marzo alla Biblioteca Civica di Lucca il corso di scrittura con la scrittrice \r\n\r\ne docente dalla Scuola Holden, Elenora Sottili. \r\n\r\nUn week-end per scrivere la propria storia. A volte basta una domanda, a volte invece è una fotografia o un un profumo, o persino quella marca di dentifricio che usavamo da bambini. Il frullatore o la finestra del palazzo di fronte. C’è sempre un punto da cui possiamo iniziare a raccontare la nostra storia e prima di tutto bisogna trovarlo. Joseph Conrad si affacciava alla finestra, Frenk Gerhy guardava nuotare delle carpe nella vasca da bagno, Bob Dylan invece mangiava pancakes e succo d’acero.Ciascuno di noi può mettersi davanti alla finestra – o alla vasca da bagno – per esplorare quel territorio ricco e illimitato che è la nostra vita di tutti i giorni. Lì dentro c’è una buona scorta di possibili racconti. Basta farci caso!Attraverso il ricordo, i sensi, le emozioni, un percorso per imparare a cogliere quel dettaglio che rende la nostra storia unica e speciale. \r\n\r\nUna storia da scrivere. \r\n\r\nQUANDO \r\n\r\nsabato 5 MARZO 2016 orario 10,00-13,00 14,00-18,00 \r\n\r\ndomenica 6 MARZO 2016 orario 09,00-13,00 14,00-17,00\r\n\r\nDOVE\r\n\r\nPresso la Biblioteca Civica Agorà di Lucca \r\n\r\nCOSTO PER PARTECIPANTE\r\n\r\n100,00\r\n\r\nINFORMAZIONI\r\n\r\nLuccAutori – Premio Racconti nella Rete info@raccontinellarete.it www.raccontinellarete.it tel. 0584961169 \r\n\r\nLa docente \r\n\r\nEleonora Sottili nasce a Viareggio nel 1970. Si laurea in Psicologia Clinica.\r\n\r\nFrequenta presso la Scuola Holden di Torino corsi e workshop di scrittura tra cui diverse edizioni del corso HoldenClub, il Corso avanzato di Sceneggiatura Cinematografica e il Corso di Editoria a cura di Minimum Fax.\r\n\r\nDal 2004 inizia a tenere corsi di scrittura creativa per adulti e ragazzi.\r\n\r\nDal 2008 collabora con la Casa Editrice Einaudi di Torino.\r\n\r\nNel 2003 ha vinto il concorso LuccAutori con il racconto Il Progetto, pubblicato in Racconti nella Rete e il concorso letterario di Terre di Mezzo e pubblicato il racconto Così ho pensato non sono per stasera le pesche nella raccolta A fuoco lento.\r\n\r\nA marzo 2010 è uscito con Nottetempo il suo primo romanzo Il futuro è nella plastica\r\n\r\nHa scritto per il Progetto Navigare Sicuri di Save the Children il racconto I contorni delle cose.\r\n\r\nNel 2011 per la manifestazione I Luoghi delle Parole ha scritto il racconto L’altra metà delle pietre\r\n\r\nHa partecipato alla manifestazione Esor-dire con il racconto I pomodori pelati e i Kennedy\r\n\r\nA maggio 2012 ha tenuto una lezione all’Accademia Albertina di Torino sulla poetica di Carver in rapporto alla pittura di Hopper.\r\n\r\nNel 2012 ha scritto i testi per una guida multimediale del Complesso di Santa Croce a Firenze.\r\n\r\nNel 2014 ha tenuto presso l’Accademia Albertina di Torino una lezione tra letteratura, cinema e pittura dal titolo Se appendo lo specchio di Alice nella camera 237: il Perturbante\r\n\r\nNel 2014 ha tenuto presso la Scuola Holden il ciclo di lezioni Immagini dal Satellite\r\n\r\nNel 2015 ha tenuto presso l’Accademia Albertina di Torino una lezione tra letteratura, cinema e pittura dal titolo Da Gesù al naso di Gogol e ritorno\r\n\r\nNel 2015 ha tenuto presso la Scuola Holden di Torino il corso Tentativo di esaurire un luogo di Torino\r\n\r\nAttualmente tiene corsi presso la Scuola Holden per la quale svolge anche attività di Writing Coach e Reading Coach\r\n\r\nA ottobre 2015 è uscito con Giunti Editori il suo romanzo Se tu fossi neve \r\n\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.