Home Libri I signori della notte storie di vampiri italiani

I signori della notte storie di vampiri italiani

435
SHARE

I signori della notte storie di vampiri italiani

Castelli fatiscenti, ragnatele, nebbia, alberi secchi e contorti. Cittadine americane come Forks o la rurale Louisiana. Questi gli scenari in cui siamo abituati a veder muoversi i vampiri.

Che siano gentiluomini in visita nella Londra alla fine dell’800 o fanciulle che transitano per la Stiria di sicuro i vampiri non sono mai stati nella soleggiata Italia, una terra che di fascino vampiresco non ha nulla, non è uno scenario adatto a questo popolo notturno. Ed è qui che ci si sbaglia.

I vampiri ci sono in Italia e in gran numero! Luca Raimondi (per la Morellini Editore) cura una coraggiosa antologia di racconti di vampiri ambientata in Italia. Coraggiosa per due motivi. Il primo è che è un’antologia di racconti, un genere che in Italia (chissà per quale motivo genetico) non ha mai riscosso grande successo editoriale. Il secondo, molto affascinante come sfida, di rendere l’Italia un paesaggio credibile per i succhiasangue senza scadere nel ridicolo o nello scontato.

“I signori della Notte” 14 racconti, quattordici realtà affascinanti per idea ed ambientazione giocando sul genere e il tema.

Stefano Amato e Angelo Orlando Meloni ci parlano di seconde possibilità. Forse.
Danilo Arona ambienta la sua vicenda a 2200 metri di altitudine in una ex base NATO dove il pericolo si avverte nell’aria. Fabio Celoni indaga su di cosa può nutrirsi l’anima del vampiro e se.. vi sia una cura.
Maurizio Cometto esplora il mondo notturno del lavoro in fabbrica.
Silvana La Spina ci porta nell’Italia del 1612 dove dei monaci…
Fabio Lastrucci indaga nel rapporto tra pittore e i ritratti eseguiti.
Nicola Lombardi ci fa vivere un’esperienza particolare sulle Dolomiti.
Giuseppe Maresca ci fa incontrare Alice e il suo Giardino delle Meraviglie.
Gianluca Morozzi riporta in vita nientemeno che il re dei vampiri letterali: Dracula.
Fabio Mondadori ci rammenta che i desideri esauditi possono essere pericolosi.
Sacha Naspini indaga sul sentimento dell’amore.
Stefano Pastor affronta il tema del vampirismo in un contesto davvero particolare, quello dei bambini malati di cancro (Ma c’è dell’altro credetemi!)
Lo stesso curatore dell’antologia (Luca Raimondi) scende in campo tra faide lavorative di due famiglie nell’assolata Ortigia.
A chiudere l’antologia Lea Valti con tutto el core de Roma.

Quatrodici sfumature di sangue, di sensazioni, di suspence, di incredulità per un’antologia innovativa che è già un classico della letteratura (quella vera scritta bene) di genere.
Si consigli a chi ama il tema vampiri, ma anche a chi non lo ama perché questo tema è una scusa per parlare di lavoro, società e virus. Si indaga nel mondo tra le punte dei canini.

Articolo di: Luca Ramacciotti 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here