Home Libri La scelta del gatto Lezioni feline sull’arte del vivere

La scelta del gatto Lezioni feline sull’arte del vivere

624
SHARE

La scelta del gatto LEZIONI FELINE SULL’ARTE DI VIVERE Psicogattologia della vita quotidiana: manuale di self help per umani

 Matteo Rampin

La scelta del gatto

Lezioni feline sull’arte di vivere

 

Ponte alle Grazie

IL LIBRO

I gatti sono creature affascinanti e insieme inquietanti, animali di casa ma pur sempre selvatici, sfuggenti, ambigui e mai scontati. Sanno sorprenderci e proprio per questo osservarne i comportamenti può insegnarci parecchie cose. Se i gatti ci vedono al buio è perché sanno sfruttare anche una minima porzione di luce, allo stesso modo potremmo imparare a fare noi umani nell’affrontare situazioni apparentemente oscure e perciò spaventose. Se le cadute sono inevitabili per noi come per i gatti, e bisogna mettere in conto le sconfitte nel gioco dell’esistenza, possiamo pur sempre apprendere dai nostri felini come fare per cadere ritrovandoci in piedi. Anche noi abbiamo le nostre “antenne”, come i gatti hanno le vibrisse, ma loro possono insegnarci molto su come usare al meglio la sensibilità che ne deriva, così come possono insegnarci a drizzare il pelo in certe occasioni. Sono alcuni dei paragoni tra le condizioni di vita gattesca e la psicologia umana presentati nel libro, dove vengono affiancati anche da casi clinici. Gli amici a quattro zampe ci possono offrire una lezione di equilibrio e saggezza con i loro atteggiamenti schivi ma comunicativi, con la loro apparente pigrizia e apparente aggressività, con il loro desiderio di sovrastarci e le loro infinite risorse, con la loro sapiente capacità di mantenere la giusta distanza e vicinanza. Basta cercare di comprendere le ragioni che muovono queste misteriose tigri in miniatura per vedere gli eventi e i problemi sotto una luce nuova. Contemplare le scelte del gatto può essere  molto più istruttivo di tante parole.

 

Ecco i titoli dei capitoli: Avere sette vite; Cadere in piedi; Vedere al buio; Percepire con le vibrisse; Oziare; Vita notturna; Selettività (non essere “di bocca buona”); Farsi le unghie; Cacciare; Osservare dall’alto; Drizzare il pelo; Giocare al gatto col topo; Miagolare; Pulizia; Fare le fusa; Affascinare; Essere indomabili (libertà, autonomia ecc.).

 

L’AUTORE

Matteo Rampin, psichiatra, insegna comunicazione di crisi nei corsi per Negoziatori dell’Arma dei Carabinieri, e collabora su temi analoghi con alcuni reparti speciali delle Forze Armate e con enti dell’Intelligence e della Difesa nazionali e sovranazionali. È consulente di aziende pubbliche e private su temi attinenti il comportamento umano. Ha scritto più di trenta libri pubblicati in Italia e all’estero, tra i quali ricordiamo Al gusto di cioccolato (Ponte alle Grazie, 2005), Come non farsi bocciare a scuola (Salani, 2012), Mozart era un figo, Bach ancora di più (Salani, 2014).

 

Laura Fanna e Matteo Loporchio, marito e moglie, esercitano la professione di psicoterapeuti e usano da anni le metafore feline per aiutare i pazienti. Vivono con due gattoni.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.