Home Libri Elogio della omeopatia

Elogio della omeopatia

223
SHARE

Il giovane Christian Fredrich Samuel Hahnemann stupiva certamente per la grande capacità di apprendimento delle lingue e per l’impegno nello studio, tanto da convincere anche suo padre, che avrebbe preferito che il figlio imparasse subito un mestiere, a proseguire invece la carriera scolastica per poter diventare medico. Certamente non poteva immaginare che proprio come medico sarebbe passato alla storia e che ancora oggi così tanto le sue scoperte avrebbero diviso l’opinione pubblica tra i tenaci sostenitori e i detrattori.

Le intuizioni che lo portarono allo sviluppo dell’omeopatia per come ancora oggi la conosciamo lo indussero anche nel suo tempo a contrapporsi alla medicina ufficiale eppure nonostante siano trascorsi duecento anni di tentativi più o meno manifesti di screditarlo e di arrestare la diffusione dell’omeopatia, assistiamo in tutto il mondo ad una crescita progressiva di medici e pazienti che scelgono di intraprendere la strada da lui tracciata. Solo in Italia sono circa undici milioni le persone che si avvicinano alle pradiche mediche non convenzionali e proprio in uno dei momenti storici in cui si assiste a una campagna di discredito con ogni mezzo, arriva in libreria questo piccolo volume edito da Cairo Editore impreziosito dalla prefazione del ministro della Salute Beatrice Lorenzin, prefazione che con una petizione da più parti hanno cercato di far rimuovere.

L’autore Giovanni Gorga non fa mistero sulla sua appartenenza ad una delle aziende leader del settore, ma riesce comunque a tracciare un quadro obiettivo sullo stato dell’arte dell’omeopatia, dando anche informazioni utili ed interessanti sulla medicina antroposofica e sull’omotossicologia e passando in rassegna le obiezioni principali dei detrattori, che a priori chiudono le porte a una corposa serie di studi ed evidenze scientifiche per concludere senza troppi convenevoli che si tratta di acqua fresca.

Eppure se così tante persone in tutto il mondo scelgono per la propria salute e per quella dei propria figli la medicina omeopatica e se tanti medici scelgono di dedicare una vita intera di studio a questa disciplina probabilmente bisognerebbe evitare conclusioni semplicistiche e irrispettose.

Articolo di: Cinzia Ciarmatori

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.