Home Libri FINALMENTE HO PERSO TUTTO

FINALMENTE HO PERSO TUTTO

116
SHARE

Di Giulio Tampalini con Marcello Tellini\r\nPrefazione di Angelo Gilardino – introduzione di Filippo Michelangeli\r\nPostfazione di Omar Pedrini\r\ncon interventi del Lama Konchog Oser e di Andrea Materzanini\r\n\r\nDal calcio al Conservatorio: un chitarrista classico social rock\r\n\r\nGiulio Tampalini è oggi uno dei più grandi, conosciuti e carismatici chitarristi classici europei. Vincitore del Premio delle Arti e della Cultura (2014), oltre 25 dischi solistici all’attivo, un sorriso magnetico, una tecnica unica, una cattedra al Conservatorio e l’onore di aver suonato per il Papa in Vaticano. I concerti di Tampalini sono sempre tutti esauriti, la sua musica affascina e fa sognare. Ma dietro alla chitarra, in pochi conoscono l’uomo. Questo libro ne traccia con leggerezza il percorso di vita e professionale, da quando la chitarra era un sogno e Giulio era una promessa del calcio giovanile italiano, conteso da Brescia e Cremonese e con un futuro che sembrava già scritto…\r\n\r\n“Leggere questo libro assomiglierà a compiere un viaggio in auto o in aereo con l’artista sempre disposto a parlare con voi, e con lo sguardo rivolto al prossimo concerto. Sorvegliando l’orizzonte, vi darà tutto quello che ha”. (Angelo Gilardino)\r\n\r\n“Il controllo tecnico di Giulio, l’eccezionale potenza sonora, l’infinita gamma di sfumature timbriche e agogiche che riesce a estrarre dalla chitarra lo rendono oggi uno dei maggiori virtuosi sulla scena internazionale. E un esempio prezioso per le nuove generazioni”. (Filippo Michelangeli)\r\n\r\n“L’energia di Giulio Tampalini è rock infuocato lungo tutto l’arco appassionato di questo libro, qualunque cosa egli stia pensando, suonando o facendo in quel momento”. (Omar Pedrini)\r\n\r\nGli autori\r\nGiulio Tampalini (Brescia, 1971) è oggi considerato uno dei chitarristi più importanti nel panorama concertistico internazionale. Si è affermato in alcuni dei maggiori concorsi musicali, tra cui il De Bonis di Cosenza, il Segovia di Granada e il Sor di Roma. Nel 2014 gli è stato conferito il Premio Nazionale delle Arti e della Cultura. La sua discografia conta più di 25 CD solistici. Oggi docente in Conservatorio, tiene masterclass di perfezionamento in scuole, accademie e università in Italia e all’estero. Grande amante del cinema e della letteratura, nel corso della sua preparazione non si è fatto mancare nulla, dagli amori alle nottate insonni, dal calcio al rock heavy metal. Le amicizie incontrate lungo la strada sono state la sua scuola artistica più significativa. Sposato con Ombretta, vive a Brescia con i due figli, Leonardo e Viola.\r\n\r\nMarcello Tellini (Modena, 1982), è vissuto vent’anni a Ravenna prima di tornare in terra emiliana per laurearsi in Medicina e Chirurgia presso l’università di Modena. Nel periodo romagnolo studia chitarra classica con Giovanni Demartini, con il quale ancora oggi collabora al Festival Chitarristico Internazionale Luigi Legnani. In occasione di uno dei concerti del Festival conosce Giulio Tampalini con il quale stringe da subito una forte amicizia. Vive a Formigine con la moglie Elisabetta.\r\n\r\nFonte: Elisabetta Falcioni

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here