Home Interviste Katia Beni, l’intervista

Katia Beni, l’intervista

635
SHARE

In tour con l’esilarante spettacolo Ticket&Tac, abbiamo incontarto Katia Beni per sapere di più di questo progetto che, tra una risata e l’altra, regala momenti e spunti di riflessione quanto mai attuali…\r\n\r\nEcco cosa ci siamo detti.\r\n\r\nQuando nasce l’idea di questo spettacolo?\r\n\r\n\r\nL’idea nasce nel dicembre 2011. Lo stimolo era rappresentato all’epoca dal libro GOODBYE CAREGGI di Bruno Magrini e Alessandro Bini: si tratta di telefonate assurde, ma vere,  ricevute dal centralino dell’Ospedale di Careggi. L’idea iniziale dunque era quella di fare una semplice serata di letture tratte dal libro. Invece, giorno dopo giorno, ci siamo rese conto che il reading si stava trasformando in un progetto più ampio ed uno spettacolo vero e proprio. Attraverso un lavoro di ricerca e raccolta di testimonianze reali di pazienti, medici, operatori sanitari e documentazione tratta da spunti statistici e indagini sulla sanità, il corpo del testo si è sviluppato, comprendendo oltretutto anche nostre personali esperienze dirette. La mole raccolta, ha trovato una sua struttura drammaturgica grazie alla collaborazione di una squadra di  autori, noi comprese. Gli autori che firmano lo spettacolo, oltre me ed Anna, sono infatti Bruno Magrini, Alessandro Bini, Donatella Diamanti. La regia è firmata da Carmen Femiano.\r\n\r\nCosa vi proponete con uno spettacolo che tocca temi scottanti come\r\nquello della sanità?\r\n\r\n\r\n\r\nRidere è contagioso. Siamo convinte sostenitrici che “Una delle doti più importanti per chi soffre, è non perdere la capacità di ridere…” Ridere è una risorsa fondamentale nelle tragedie della vita: molto più della pietà e del dolore. E’ un dono… il nostro show, fa sorridere e riflettere il pubblico sul grande tema della salute e del benessere. Si trattano con ironia temi importanti e scomodi come il dolore, la malattia e persino la morte. Tutto è giocato con grande leggerezza e senza mai dimenticare che la cura ed il rispetto della sofferenza umana, sono al centro dei fondamentali diritti dell’umanità.\r\n\r\nSiamo ogni volta sorprese del risultato. Gli spettatori ci vengono a ringraziare commossi, dicendoci “ho riso e pianto insieme”.  Ci accorgiamo in questo del grande conforto che reca lo spettacolo. E forse per la prima volta, siamo consapevoli che il nostro lavoro di attrici comiche è messo in questa esperienza artistica al servizio di un valore aggiunto: far ridere le persone di quei momenti legati alle paure più intime. Che dire: non è forse la leggerezza l’unico modo per capire davvero la profondità della vita?\r\n\r\nOspiti delle vostre serate anche personaggi che col mondo dello\r\nspettacolo hanno a che fare poco…\r\n\r\n\r\nVisto il successo riportato da Ticket&Tac al FESTIVAL DELLA SALUTE 2012 e per il valore dei suoi contenuti, oltre alla programmazione nei teatri, la proposta si sta qualificando come momento collaterale ai convegni ed agli incontri di Associazioni Onlus, degli operatori legati al modo della sanità e dei diritti del malato.  TICKET&TAC infatti prova ad essere non “soltanto uno spettacolo”, bensì tenta di farsi momento di condivisione, approfondimento ed informazione delle tematiche trattate. Durante i giorni di programmazione al Teatro di Rifredi, si è potuto realizzare un interessante programma collaterale, vero e proprio happening, dall’ironico titolo di  EFFETTI COLLATERALI.\r\n\r\nLe serate infatti sono state arricchite dalla presenza di alcuni importanti ospiti istituzionali e di alcune Associazioni Nazionali che ci hanno sostenuto con le loro campagne. Hanno partecipato: Cristina Scaletti, Assessore alla Cultura della Regione Toscana e medico Immunologo, Luigi Marroni Assessore Regionale al Diritto alla Salute, Enrico Rossi, Presidente della Regione Toscana ed ex Assessore Regionale alla Sanità; Rosy Bindi ex Ministro della Sanità della Repubblica Italiana; e le AssociAzioni Amnesty Iternational Gruppo 014, Emergency, A.T.T.(Associazione Tumori Toscana, AMMec (Associazione Malattie Metaboliche Congenite) ed Artemisia.\r\n\r\nIl progetto EFFETTI COLLATERALI è stato ideato e realizzato da Antonella Moretti, AssociAzione Culturale FAC. TOTUM ART, che è anche organizzatrice dello spettacolo.\r\n\r\nIl tuo sodalizio artistico con Anna Meacci ha radici nel tempo dimmi\r\nsuoi tre pregi e tre difetti.\r\n\r\n\r\nIl sodalizio con Anna Meacci si perde nella notte dei tempi…facciamo persino le vacanze insieme ormai!\r\n\r\nVeniamo ai difetti di Anna: 1) fa il riposino il pomeriggio, io no! 2) Si dimentica le date di spettacolo, io no! 3) Ha comportamenti bipolari, io no!\r\n\r\nVeniamo ai pregi: 1) Non crea ansie in camerino, io sì! 2) Non si fa gli affari di tutta la compagnia (tecnico ed organizzatrice), io sì!  3) Non produce continui borbottii di dissenso su tutto, tipo pentola a pressione, io sì!\r\n\r\nChe ruolo dovrebbe avere la comicità oggi?\r\n\r\nSpero di averlo spiegato nelle risposte precedenti… per me la comicità è una filosofia di vita.\r\n\r\nDove venirvi a vedere?\r\n\r\nEcco le prossime date di T&T: 17 gennaio SAN GIMIGNANO, 18 gennaio PITIGLIANO (GR), 19 gennaio MONTECARLO DI LUCCA, 1 febbraio LASTRA A SIGNA, 2 febbraio BUCINE, 15 febbraio BARBERINO DEL MUGELLO, 16 febbraio CAMPIGLIA, 17 febbraio BIBBIENA, 28 febbraio CASCINA, 16 marzo CASALGUIDI (PT).\r\n\r\nIntervista di: Elena Torre\r\n\r\n \r\n\r\n 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.