Home Da applaudire “Elisa” di Ernesto Ferrero letta da Cristina Puccinelli

“Elisa” di Ernesto Ferrero letta da Cristina Puccinelli

368

“Elisa” di Ernesto Ferrero, letta da Cristina Puccinelli.
Gli ultimi istanti di Elisa Bonaparte Baciocchi Principessa, a Lucca, sono l’occasione per ripercorrere un’intera vita e un’intera epoca, napoleonica.

Appuntamento martedì 1 settembre alle 21 al Real Collegio.
Ingresso libero, posti limitati, prenotazione obbligatoria.

Gli ultimi istanti da Principessa sono il momento giusto per raccontare una vita e un’intera epoca. Martedì 1 settembre alle 21 al Real Collegio (Lucca, Sala del Capitolo), Cristina Puccinelli legge “Elisa”, il monologo di Ernesto Ferrero dedicato a Elisa Bonaparte Baciocchi. Lo spettacolo è organizzato dall’associazione “Napoleone e Elisa: da Parigi alla Toscana” nel calendario 2020: Elisa 200 anni ideato per ricordare i 200 anni dalla scomparsa della sorella di Napoleone, principessa di Lucca dal 1805 al 1814, avvenuta il 7 agosto 1820 a Villa Vicentina (Trieste).

Sul palco, oltre all’attrice e regista, ci sarà Anna-Livia Walker all’arpa, mentre gli abiti di scena sono a cura di Margarita Martinez, esperta di epoca napoleonica e organizzatrice di rievocazioni storiche a livello internazionale. Gli arredi sono gentilmente messi a disposizione dal negozio di antiquariato di Lucca “Araba Fenice” di Massimo Bonino. La serata è a ingresso libero ma con posti limitati a causa delle restrizioni dovute alla normativa anticontagio, e prevede un massimo di 50 spettatori con prenotazione obbligatoria.

“A causa della situazione sanitaria che stiamo vivendo – spiega la presidente dell’associazione, Roberta Martinelli – abbiamo dovuto rinunciare anche alle tradizionali conversazioni napoleoniche e ripensare a tutto il calendario di eventi dedicato a Elisa. Ma non abbiamo desistito: facciamo del nostro meglio, come tutti, nel nostro ambito, non solo per continuare a proporre occasioni di divulgazione culturale, incontro e scambio per e tra le persone, ma anche per sostenere, come abbiamo sempre fatto, chi opera nel settore culturale e artistico a vari livelli, lavorando con professionisti del nostro territorio”.

“Elisa”: il monologo, ricco di variazioni emotive, è l’autoritratto di una donna che ha legato indissolubilmente il proprio nome alla città, trasformandola profondamente e nel contempo e preservandone il ruolo e i beni. Capace di far politica e grande amante del teatro, nel monologo a lei dedicato Ferrero la coglie nell’imminenza della sua caduta, in una notte della primavera 1814 in cui la Principessa di Lucca e Piombino e Granduchessa di Toscana rievoca la sua giovinezza solitaria, la ricerca di un’identità, i complessi rapporti con la famiglia e con i numerosi favoriti (che la tradiranno crudelmente), la passione per il teatro, i trionfi e i dolori. Ne esce l’autoritratto di una delle poche donne – insieme a Maria Luigia – capaci di improntare di sé un’epoca. Nelle sue confessioni si possono cogliere in filigrana le esaltazioni di un momento storico di rara intensità, in cui tutto è smisurato e sembra diventare realizzabile l’ambizione di rifare il mondo.

Cristina Puccinelli è attrice e regista, dal 2013 lavora nella direzione artistica del Lucca Film festival e Europa Cinema, nel 2019 è  stata direttore artistico di Firenze Film Corti, lavora come casting director e assistente alla regia per lungometraggi internazionali ed ha al suo attivo diversi corti riconosciuti con numerosi premi e riconoscimenti.

Il calendario di iniziative 2020: Elisa 200 anni, rimodulato in seguito all’emergenza sanitaria Covid 19, è realizzato con il sostegno e la collaborazione di Provincia di Lucca, Comune di Lucca, Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, Fondazione Banca del Monte di Lucca e nell’ambito di una serie di collaborazioni che l’associazione porta avanti da tempo sia a livello nazionale sia internazionale, tra cui quella con l’associazione parigina “Le Souvenir Napoléonien”, Villa Reale di Marlia, Real Collegio, Confindustria Toscana Nord.

Ingresso libero su prenotazione: è possibile prenotare al massimo 2 posti per ciascuna persona, scrivendo a conversazioninapoleoniche@gmail.com, fino al raggiungimento della capienza massima della sala: 50 posti. Per assistere allo spettacolo va osservato l’obbligo di indossare la mascherina.

Info https://napoleoneeilsuotempo.wordpress.com/

Fb @napoleonidi

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.