Home Libri In libreria Il giardino dei dispari di Leo Tenneriello

In libreria Il giardino dei dispari di Leo Tenneriello

104
SHARE

IL GIARIDNO DEI DISPARI 

NUOVO ROMANZO DI LEO TENNERIELLO  

“Il giardino dei dispari” il nuovo libro di Leo Tenneriello edito da Il Seme Bianco è un lungo racconto di una settantina di pagine. La brevità è inversamente proporzionale all’intensità dei contenuti. 

«Resta inspiegabile il motivo per cui il nostro legame è rimasto in piedi così a lungo. Probabilmente nella maggior parte del tempo che abbiamo trascorso insieme ci siamo nascosti l’uno all’altra in un assolo di coppia». 

Aldo Nero torna nella casa dei suoi genitori e a poco a poco perde contatto con la realtà. Nella sua follia, che si compie in ventiquattr’ore, racconta dell’amore perduto, del bene di vivere e del vivere bene fatto di valori semplici e aspirazioni alla portata del suo cuore. Con Giulia è finita. In un lucido delirio d’amore, Aldo cerca le ragioni di questa fine. Consulta, in ventiquattr’ore, il suo archivio di ricordi. La memoria mette in ordine sparso eventi, emozioni e fallimenti per arrivare là dove il filo del loro discorso si è spezzato, per cercare di riannodarne la storia.  

Recita la quarta di copertina «L’amore è straccione, figlio di povertà, affamato della fame futura. È parlarsi, dirsi le cose senza mai arrivare a un punto. Una collana di parole che gli amanti non vorrebbero annodare mai». 

Il ritorno è il tema centrale del libro. C’è un ritorno fisico e c’è un ritorno mentale, fatto di ricordi e ossessioni. C’è nostalgia, rimpianto. «Dicono che la follia sia la sorella sfortunata della poesia. A volte è semplicemente figlia unica». L’etimologia di “delirare” è uscire dal solco, dal seminato. Il vero ritorno è dentro di sé. Aldo nel suo uscire dal seminato cerca e incontra se stesso, la sua anima. Aldo nel suo seminato ha costruito tutto e ha perso tutto. «La migliore fuga è il ritorno». 

Leo Tenneriello è un cantautore e uno scrittore pugliese. Ha già pubblicato “Individuo, massa e potere” (1992), “Metamorfosi e fuga” (2009), “Sorella noia fratello nulla” (2013), “In amore siamo cose” (2015), “La bellezza del caos” (2017). Come cantautore ha invece all’attivo ben sei album e nel 2013 ha ricevuto il Premio Speciale della Giuria Franz Kafka Italia per il cd “Leo T. Kafka”. Inoltre, recensisce libri nella sua rubrica settimanale L’Imbrattacarte sul quotidiano «Taranto Buonasera». 

Il giardino dei dispari” (Il seme bianco, 72 pagine, 9,90 euro) è in vendita epuò essere richiesto nelle migliori librerie tradizionali e online.  

www.ilsemebianco.it/collana/magnolia/ieri-e-oggi-e-anche-domani/  

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.