Home Da non perdere Carnevale 2020 ecco il programma del primo corso

Carnevale 2020 ecco il programma del primo corso

228
SHARE

Sul maxischermo le suggestive immagini delle più belle costruzioni 

realizzate dal maestro della cartapesta Arnaldo Galli

INIZIA DOMANI SABATO 1 FEBBRAIO

IL CARNEVALE DI VIAREGGIO 2020

Cerimonia di apertura e prima sfilata delle opere allegoriche

Al termine lo spettacolo pirotecnico con regia musicale

Vladimir Luxuria interpreta il nuovo arrangiamento di “Povereide”, brano che compie 100 anni

Omaggio alla Marina Militare. La Burlamacca scende dal cielo portata dai carabinieri paracadutisti

Inizia domani sabato 1 febbraio, con la sfilata di apertura, il 147esimo anno del Carnevale di Viareggio. Sui Viali a Mare faranno la loro prima apparizione i nuovi giganti di cartapesta, frutto della creatività dei maestri costruttori. 

Nove carri di prima categoria, cinque di seconda, nove mascherate in gruppo e sette maschere isolate, due fuori concorso, insieme alle pedane aggregative e ai figuranti delle coreografie daranno vita a quello straordinario spettacolo che ogni anno Viareggio mette in scena. 

La lunga giornata di inaugurazione inizierà già alle ore 15 con l’animazione in piazza Mazzini. Nel corso della Cerimonia di Apertura Vladimir Luxuria interpreta il nuovo arrangiamento della canzone “Povereide”. I tre colpi di cannone alle ore 17 segneranno l’inizio del Corso Mascherato, al termine del quale è in programma lo spettacolo piromusicale sull’arenile di piazza Mazzini. 

GLI OSPITI

Tanti gli ospiti attesi per partecipare al primo dei sei Corsi Mascherati in programma. Ciro Capriello, in arte Priello, è uno dei volti simbolo del Web con i cliccatissimi video dei The Jackal.  L’attore Nicola Rignanese, apprezzato dal pubblico in numerosi film e fiction italiane, è invece il testimonial dell’associazione COSPE a cui è dedicato il Corso Mascherato.  Ospiti del Carnevale: la giornalista conduttrice delle edizioni serali del Tg2 e della rubrica Post Manuela Moreno. Al primo Corso anche la giornalista Stella Pende, volto televisivo di Rete Quattro e conduttrice della fortunata trasmissione “Confessione Reporter”. Sul tema generazioni Stella Pende, interverrà alla Conferenza in programma domani (ore 12) per raccontare il reportage da lei realizzato sul dramma dei papà che hanno avuto figli da donne giapponesi. Padri violentemente separati e privati dell’affetto dei loro bambini perché dopo il divorzio sono completamente cancellati dalla vita della famiglia.

IL CORSO E’ DEDICATO ALLA ONLUS COSPE

La gestione sostenibile della foresta e l’impegno per la difesa dei diritti dei suoi popoli, contro le economie predatrici delle piantagioni e degli allevamenti e contro il tentativo di cancellare la vita di intere comunità. Sono questi i temi di una campagna nazionale, che COSPE si prepara a lanciare per quest’anno proprio dal Carnevale di Viareggio. Nello spazio COSPE anche l’angolo del trucco dove sarà possibile truccare grandi e piccini, ispirandosi ai colori e ai disegni dell’Amazzonia e dei suoi popoli. Una mascherata a tema sfilerà venerdì 21 febbraio alla prima serata del CarnevalDarsena.  

CARNEVALTEATRO

Tra le sorprese che coinvolgeranno il pubblico, la speciale animazione sulle tribune di piazza Mazzini. Mimi, maghi, ventriloqui, ritrattisti e tanti altri artisti proporranno il “Carnevalteatro”, un piccolo spettacolo di artisti di strada che dedicheranno i loro numeri a ogni singola persona che salirà sulle tribune. Un breve show “ad personam” che lascerà un ricordo indimenticabile: un ritratto in costume da Ondina o da Burlamacco, la lettura della mano e un bigliettino con una frase dei Ching cinesi, un ventriloquo e il suo pupazzo che parla solo con i bambini, un mimo che accoglierà il pubblico con una gag “personalizzata”.

CERIMONIA DI INAUGURAZIONE

La festa di inaugurazione inizia con la tradizionale sfilata lungo la via Mazzini. Otto gruppi, tra sbandieratori e marching band, irromperanno sui Viali a Mare, dopo aver animato il percorso da piazza Dante. Ad aprire il corteggio saranno Burlamacco e Ondina a bordo della Burlacar. Con loro sfileranno la Filarmonica “Versilia”, banda del Carnevale di Viareggio, gli sbandieratori del Palio di Querceta, sbandieratori da Lucca, Gallicano e Calenzano, il gruppo mascherato di Sammichele di Bari, Nice la Belle gruppo folcloristico della Città di Nizza e il gruppo di majorette e banda di Villanova d’Asti. 

In occasione di ciascun Corso verrà reso omaggio alle tradizioni carnevalesche nel mondo. Il primo è quello di Nizza a cui verrà dedicata una coreografia firmata da Annarosa Petri e il suo gruppo WellDance & Blond. Subito dopo si potrà ascoltare la canzone vincitrice del Festival di Burlamacco “Viareggio Salvami” cantata da Massimiliano Marchetti. 

Sarà poi l’occasione per ricordare il grande maestro, mago della cartapesta, Arnaldo Galli con un suggestivo video sul maxischermo che ripercorrerà i suoi 50 anni di carriera, in cui ha realizzato straordinarie opere allegoriche che hanno fatto la storia del Carnevale. 

In piazza Mazzini il cerimoniale entrerà nel vivo alle ore 16 con il primo momento musicale dedicato a “La famiglia digitale”, la canzone composta per il Carnevale 2020, prodotta dalla Fondazione, scritta da Tiziano Jannacci su musica di Salvatore Di Martino e interpretata da Enzo Iacchetti

Durante la cerimonia di apertura l’omaggio alla Marina Militare impegnata nelle missioni di salvataggio in mare: da quella dei boat people nel 1979 a quelle di Mare Nostrum e Mare sicuro, ai soccorsi che quotidianamente la Marina Militare presta per salvare migliaia di vite umane. In piazza Mazzini sarà presente la Fanfara di presidio del Comando Marittimo Nord, di La Spezia, diretta dal maestro Primo Luogotenente Vito Ventre.

VLADIRIM LUXURIA INTEPRETA “POVEREIDE”

E’ Vladimir Luxuria l’artista che interpreta il nuovo arrangiamento della canzone Povereide nell’anno del suo centenario. Scrittrice, opinionista, conduttrice, Vladimir con passione e dedizione ha accolto la proposta della Fondazione Carnevale di cantare, domani, sul palco di piazza Mazzini lo storico brano. “Povereide”, datata 1920, nata dall’estro di Umberto Giannessi, che compose la musica e di Emanuele Tofanelli, che fece il testo, con il contributo di Lelio Maffei (paroliere l’anno successivo dell’inno del Carnevale), raccontava di una Viareggio povera, con strutture precarie, senza il nosocomio, e che chiedeva ai viareggini “che avete il cuore colmo di bontà”, “un soldino a pro dell’Ospedal”. Il nuovo arrangiamento che valorizzerà la partitura originale, fedele alla tradizione, è stato elaborato dal professor Giampaolo Mazzoli dell’Istituto Boccherini.

LA BANDIERA DEL CARNEVALE SCENDE DAL CIELO

La bandiera del Carnevale scende dal cielo, portata dagli uomini del Reggimento carabinieri paracadutisti Tuscania. Una discesa acrobatica per dare il via al Carnevale 2020. Una volta issata sul pennone più alto di piazza Mazzini i tre colpi di cannone daranno il via al Corso Mascherato di Apertura. Al termine lo spettacolo pirotecnico con una suggestiva regia musicale. 

TV NAZIONALI: LIVE E INVIATI

Tanti gli inviati delle principali testate nazionali e agenzie di stampa che saranno a Viareggio per raccontare il Carnevale. L’inviato di Mediaset Massimo Canino si collegherà in diretta da Viareggio durante le edizioni pomeridiane e serali dei telegiornali Studio Aperto, Tg4 e TgCom 24. A seguire la sfilata dei giganti di cartapesta una troupe di RaiCom per il nuovo magazine “Italiana” che racconta le eccellenze del nostro Paese in tutto il mondo. Presente la giornalista Paola Cacianti, inviata della redazione cultura del Tg1, oltre all’inviato Marco Hagge della Tgr Rai.  

FUORI CORSO “COVERI GENERATION” DOMENICA 2

Domenica 2 all’interno del programma “Fuori Corso” l’appuntamento è alle ore 11,30 con Coveri generation la prima conferenza dedicata al tema delle generazioni. Francesco Martini Coveriracconterà la storia della celebre Maison Coveri, modera Beba Marsano.

“CITTADELLA IN FESTA” DOMENICA 2

Domenica 2 “Cittadella in Festa” per un lungo pomeriggio di musica e animazione. Dalle ore 15 alle ore 18 hangar e musei aperti, laboratori della cartapesta. In piazza Burlamacco sfileranno la Filarmonica Versilia, gli sbandieratori dei Palio di Querceta, i carri in miniatura e una particolare ricostruzione della mitica 00 del Wacky races, cartone animato cult degli anni Ottanta, proposta da Nicola Codega. 

Le opere allegoriche tornano poi a sfilare domenica 9sabato 15giovedì 20domenica 23 e martedì 25 febbraio

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.