Home Da non perdere L’inverno di mare culturale urbano è in tempesta

L’inverno di mare culturale urbano è in tempesta

183
SHARE

L’INVERNO DI MARE CULTURALE URBANO

È IN TEMPESTA !

Il programma musicale di gennaio, febbraio e marzo

 della cascina milanese che non dorme mai

NOVITÀ della stagione “DISCOVEROO”

la nuova rassegna dedicata alla migliore musica emergente della città! L’inverno di MARE CULTURALE URBANO è in TEMPESTA

La tempesta scompiglia, spettina, sorprende, ma fa anche riflettere e spesso ricongiunge l’uomo con qualcosa di più profondo: da questa l’immagine nasce la nuova programmazione della cascina milanese di Via G. Gabetti 15 che animerà le serate di gennaio, febbraio e marzo con tanti eventi imperdibili.

Ad inaugurare la stagione musicale il 9 gennaio sarà “RASTER, la rassegna di musica underground nata nel 2016 e dal successo sempre più consolidato: nove appuntamenti a ingresso gratuito, che a partire dalle 21.30 di ogni giovedì del mese vedranno una varietà di artisti della scena indie italiana alternarsi sul palco di Mare Culturale Urbano. 

Questo il calendario: 9 gennaio Lunedì HardCore Night; 16 gennaio Hey!Himalaya e Vinci e i Lupi; 23 gennaio Janaki’s Palace, Leanò e Alessia Marchianò; 6 febbraio Leandro e EDY (in collaborazione con Doc Live); 13 febbraio Paladino, Valeria Napolitano e Simo Mamaboy; 20 febbraio Carlo Corallo, MasterFreesta e The Voodoo Lady; 5 marzo Ongaku e Ett; 12 marzo Rumori Dal Fondo e Antonio Palumbo; 19 marzo Tiigre.

Confermato il format “RASTER NOREASON”, una speciale edizione della rassegna che, per un sabato al mese, accoglieper la prima volta musicisti con esperienze anche su palchi internazionali.

Questi gli ospiti:sabato 11 gennaio High Pit, Asino, Holy Swing e Folagra (ingresso 5 euro); sabato 15 febbraio Caso e Atlante (ingresso 7 euro); sabato 14 marzo Regarde, Sorry! We Are Silly e TBA (ingresso 5 euro).

La migliore musica emergente sarà protagonista delle serate invernali di Mare Culturale Urbano anche l’ultimo giovedì di ogni mese con “DISCOVEROO”, un nuovo format realizzato in collaborazione con I Distratti, che intreccia sperimentazioni musicali e nuove sonorità. Questo il programma: 30 gennaio Blindur (ingresso 8 euro); 27 febbraio Buzzy Lao; 26 marzo Lemandorle.

Proseguono gli appuntamenti con la musica jazz con “NOVARA JAZZ A MARE, il ciclo di concerti ad ingresso gratuito organizzati in collaborazione con il Novara Jazz.In programma il14 gennaio Piergiorgio Elia Quartet; l’11 febbraio Johnny Lapio Quintet; il25 febbraio AB Quartet; il 10 marzo WE3; il 24 marzo Michele Sannelli’s Gonghers.

Anche in questa stagione non mancherà lo spazio dedicato alla musica classica con la rassegna pomeridiana “A-MARE LA CLASSICA a cura di Lucia Martinelli: tre appuntamenti, un sabato al mese, in cui giovani strumentisti presenteranno composizioni del passato e dei giorni nostri (ingresso 5 euro).

Il18 gennaio Luca Etzi (oboe), Irene Barbieri (violino), Alice Castelnuovo (viola), Alice Boiardi (violoncello) proporranno la musica di Bach e Mozart;il 15 febbraio sarà il turno degli Entòs Guitar Quartet (Dante Bignoli, Davide Crenna, Giovanni Scandolara e Gianluigi Ubezio); in chiusura, il 21 marzo, i London’s Damen (Simona Valsecchi, Chiara Pasqualini, Alessandra Gilberti).

Come sempre, una domenica pomeriggio al mese, in programma “ASCOLTIAMO UN DISCO, la serie di incontri a cura della direzione esperta e appassionata di Luca De Gennaro, in cui il pubblico è guidatoalla (ri)scoperta degli album più importanti della storia della musica. Il 26 gennaio è previsto l’ascolto di “Rio” dei Duran Duran, il 23 febbraio di “Brothers in arms” dei Dire Straits e il 15 marzo “Born in the U.S.A.” di Bruce Springsteen.

Altra rassegna mensile ormai fissa nell’agenda di Mare è “VOCI DI PERIFERIA, un progetto nato nell’autunno 2018 dall’idea di cinque ragazzi del quartiere San Siro di creare un laboratorio permanente che unisse musica rap, cultura underground e innovazione. Il risultato è quello di uno spettacolo che mescola canto e dj set diventato punto di riferimento per tantissimi giovani a cui offre la possibilità di crescere facendo esperienza direttamente sul palco: un progetto di rigenerazione urbana e umana. Appuntamento il 18 gennaio, il 29 febbraio e il 21 marzo.

In calendario anche tre eventi speciali:

Venerdì 31 gennaio, alle ore 21.00, il live dei Gender Roles (UK) e dei Low Standards, High Fives, realizzato in collaborazione con NoReason Booking (ingresso 5 euro).

Sabato 25 gennaio, alle ore 21.00, Cernusco Jazz “Special Event 2020” con Daniele Di Bonaventura e Gabriele Boggio Ferraris (ingresso 8 euro).

Infine, sabato 22 febbraio, alle ore 21.00, la serata “CELLULOID”: in programma laproiezione di “24 HOUR PARTY PEOPLE”, film dedicato alla storia della comunità dance di Manchester e all’etichetta discografica “Factory Records” dalla fine degli anni 70 ai primi anni 90 e dj set di North of Loreto (Bassi Maestro) + Parker Madicine.

Mare Culturale Urbano è un centro di produzione artistica attivo nella zona ovest di Milano. Sviluppa progetti di inclusione sociale, innovazione culturale e propone programmi di residenza dedicati ad artisti anche internazionali. Tutto l’anno Mare si anima con concerti, cinema all’aperto, festival, attività per bambini. Nella cascina, aperta tutti i giorni, trovano spazio anche un ristorante con birreria artigianale (Mare Birre e Cucina), un coworking, due sale prova musicali, spazi per formazione e eventi, un cortile comune. La struttura è un bene del Comune di Milano. Da maggio 2016 mare culturale urbano ha realizzato oltre 450 eventi musicali e concerti. Il calendario completo con orari, costi e dettagli di tutte le attività è disponibile su www.maremilano.org

www.maremilano.orgwww.facebook.com/mareculturaleurbano

www.twitter.com/maremilanowww.instagram.com/maremilano/

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.