Home Ambiente Da leggere: La resilienza del bosco

Da leggere: La resilienza del bosco

260
SHARE

Lo Spirit Lake negli Stati Uniti è stato invaso letteralmente da tre miliardi e mezzo di metri cubi di fango, cenere, neve in fusione. E ovviamente alberi abbattuti dalla furia di un’eruzione vulcanica, quella del Saint Helens.

Giorgio Vacchiano sceglie di percorrere gli stretti passaggi scavati dalla lava sulla roccia della montagna trentacinque anni prima. E per la prima volta si imbatte nella scoperta di un fenomeno a cui non aveva ancora assistito: la resilienza degli alberi.

La foresta infatti aveva saputo risorgere con le proprie forze su uno scenario di morte e distruzione, con l’aiuto degli uccelli che disperdono i semi, del vento, grazie alle piante cadute che avevano protetto “con il proprio corpo” quelle più giovani.

Esseri che ci sembrano immobili e che invece non lo sono affatto, che comunicano tra loro e con altre specie sia vegetali che animali, creature in grado di insegnarci il valore degli ecosistemi da cui dipende la nostra stessa sopravvivenza.

Boschi e foreste messe in crisi dalla violenza e repentinità dei cambiamenti climatici e che pure ci indicano una via possibile, fatta di relazioni, di connessioni, di vita.

Giorgio Vacchiano, che per l’Università Statale di Milano insegna Gestione e pianificazione forestale, nominato da Nature tra gli undici migliori scienziati emergenti al mondo, ci regala una lettura di sorprendente bellezza, ci invita a guardare con sguardo differente, a riprendere contatto con l’ambiente naturale, la nostra sola ed unica casa.

La resilienza del bosco
Giorgio Vacchiano
Mondadori

Articolo di: Cinzia Ciarmatori

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.