Home Eventi e News Tradizioni. Domenica 14 agosto torna il Balestro del Girifalco a Massa Marittima....

Tradizioni. Domenica 14 agosto torna il Balestro del Girifalco a Massa Marittima. Il palio dipinto da Talani

737
SHARE

Tradizioni. Domenica 14 agosto torna il Balestro del Girifalco a Massa Marittima\r\n\r\nSi rinnova l’antica tradizione con la sfida all’ultima freccia tra i tre Terzieri della città.  Il palio che andrà al vincitore dipinto dall’artista Giampaolo Talani \r\n\r\nTorna l’antica gara che due volte l’anno si disputa a colpi di verretta a Massa Marittima in Alta Maremma (Gr). E’ il Balestro del Girifalco arrivato alla 117esima edizione che si svolgerà domenica 14 agosto alle 21.30 in Piazza Duomo, quest’anno dedicato al 700° Anniversario della Maestà di  Duccio Di Buoninsegna, capolavoro che si trova proprio  nel Duomo di Massa Marittima. Si tratta di una delle maggiori rievocazioni storiche medievali della Toscana organizzata dalla Società dei Terzieri Massetani. Consiste in una gara di tiro con la Balestra antica all’italiana tra i balestrieri in rappresentanza dei tre Terzieri in cui è divisa la città, fin dai tempi del libero Comune: Cittanuova Cittavecchia e Borgo. La tradizione del tiro con la balestra ha un lungo passato a Massa Marittima, esistono infatti testimonianze documentarie attestanti che questa pratica era già in uso nel corso del quindicesimo secolo. Il balestriere vincitore vince il palio, un drappo dipinto da un artista di fama. Per questa edizione è stato scelto il grande pittore toscano Giampaolo Talani che torna a Massa Marittima dopo aver affrescato sul Palazzo del Vescovo una scena di una predica di San Bernardino nella piazza del Duomo di Massa Marittima. Il palio sarà svelato al pubblico e ai Terzieri sabato 13 agosto alle ore 11 alla presenza dell’artista nel Palazzo Comunale. Sempre sabato dalle ore 18 sono previsti cortei e sfilate dei gruppi storici. Domenica 14 agosto la rievocazione inizia  alle ore 21 con la sfilata del Corteo storico, composto da oltre 100 figuranti, vestiti con preziosi costumi medievali in velluto, per le vie  e piazze della città mentre prima della competizione si svolge in Piazza Duomo l’esibizione degli sbandieratori, che con eleganza e fantasia presentano coreografici giochi con le bandiere. Si arriva quindi al momento più atteso, la gara di tiro delle balestre e che vede impegnati 24 balestrieri, 8 per ciascuno dei  tre Terzieri. Sono loro i protagonisti della piazza. Intorno a loro l’attesa, il tifo e le emozioni dei contradaioli in costume medievale e sulle tribune. Grande abilità, mano ferma e una buona dose di fortuna sono elementi irrinunciabili per ogni tiratore che si accinge a scoccare la propria freccia, detta anche veretta, verso il corniolo, il bersaglio (con un diametro di 13 centimetri). Il centro di questo bersaglio, chiamato tasso (un cerchio del diametro di 3 cm) è posto a trentasei metri di distanza dalla postazione di tiro fissa sulla quale i balestrieri si alternano. Vince il balestriere la cui freccia si sarà conficcata più vicina al centro del corniolo che riceverà in premio una simbolica freccia d’oro, mentre al suo Terziere verrà assegnato il “Palio” di Talani.\r\n\r\nInformazioni: Società dei Terzieri Massetani\r\n\r\nTel: 0566.903908 e-mail: info@societaterzierimassetani.it   www.societaterzierimassetani.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.