Home Interviste Conosciamo meglio Rakele

Conosciamo meglio Rakele

256
SHARE
Rakele, all’anagrafe Carla Parlato, nasce a Napoli il 20 Luglio 1995.  Da sempre la musica è la sua migliore amica: a 9 anni inizia a studiare canto moderno e classico (insieme al Maestro Sabatino Raia del San Carlo di Napoli), a 13 anni prende parte al suo primo progetto discografico e, in seguito, è la  front-woman di una band electro – pop locale. Comincia così a sviluppare un suo senso artistico che la porterà, nel 2013, ad essere notata, durante uno stage, dai produttori Cesare Chiodo e Bungaro. Rakele sarà in gara a Sanremo con il brano Io non lo so cos’è l’amore, una sintesi tra melodia italiana e sound internazionale, è una ballad vestita di sonorità elettroniche, che tratta la consapevolezza di quanto sia difficile poter affermare cosa significhi davvero amare, anche quando si è già vissuto un sentimento forte. Le abbiamo fatto qualche domanda ed ecco cosa ci ha raccontato\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

Quando ha avuto inizio la tua avventura musicale?

\r\n

\r\n

 

\r\nLa musica è parte di me. È un’esigenza, un bisogno primario che sento di soddisfare senza ostacoli. Ho cominciato a studiare all’età di 9 anni a Napoli, all’età di 15 guidata dalla mia determinazione ho iniziato a studiare a Roma canto e dizione. Suonando in giro con la mia band electropop ho  sempre avuto le idee molto chiare su ciò che avrei voluto fare in futuro\r\n\r\n

\r\n \r\n

Come hai scelto il brano da portare a Sanremo?

\r\n

\r\n

\r\n

Sto lavorando per il mio progetto da circa un anno e mezzo. Dopo aver concretizzato le idee dei testi e degli arrangiamenti, ho pensato che Io non lo so cos’è l’amore, tra tutti gli altri brani fosse quello più indicato per Sanremo. Il brano ha avuto dei riscontri positivi che hanno subito confermato la mia giusta scelta.

\r\n

\r\n \r\n

Cosa pensi della generazione dei tuoi coetanei?

\r\n

\r\n

\r\n

Credo che ci siano tanti giovani ragazzi che come me hanno degli obiettivi concreti e lottano per cercare  di raggiungerli nonostante questi siano tempi difficili.

\r\n

\r\n \r\n\r\n Cos’è per te l’amore?\r\n

\r\n

\r\n

L’amore è il sangue della vita, il suo senso.

\r\n

\r\n \r\n\r\nQuali suggestioni musicali sono confluite nel brano che hai scelto?\r\n

\r\n\r\nSono cresciuta con i Coldplay. Ascolto gli Xx, i Daughter, Lorde, Dillon..\r\n\r\n

\r\n \r\n\r\nCosa ti aspetti dalla musica?\r\n\r\n Mi aspetto di crescere tanto avendo sempre fame di imparare cose nuove. Mi aspetto di lasciare il segno.\r\n\r\n \r\n\r\nIntervista di: Cinzia Ciarmatori

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.