Home Eventi e News Al via la Galleria dell’Artigianato Artistico della Toscana

Al via la Galleria dell’Artigianato Artistico della Toscana

206
SHARE

Un’atmosfera rarefatta, luci basse, un allestimento d’impatto. In mostra 232pezzi, in molti casi pezzi unici, piccolissime serie spesso numerate di straordinaria manifattura da godere come vere e proprie opere d’arte, ognuno con il respiro e lo spazio che merita.\r\nSi tratta della Galleria dell’Artigianato Artistico della Toscana, la summa delle arti decorative, quelle stesse che dal Rinascimento ad oggi hanno fatto della Toscana una culla di bellezza. L’Olimpo dell’artigianato, il paradigma dello stile.\r\nLa Galleria, in mostra a Firenze dal 24 aprile al 1 maggio, alla Fortezza da Basso nel Padiglione Cavaniglia (area che ospita anche la sezione espositiva Visioni, dedicata all’artigianato di ricerca) nell’ambito della Mostra Internazionale dell’Artigianato, di cui rappresenta  la vetrina d’eccellenza, è una collettiva di 70 artigiani artisti con oggetti timeless, senza tempo, punte di diamante destinate a durare.\r\nUn progetto promosso da Unioncamere Toscana, in collaborazione con CNA Toscana e Confartigianato Imprese Toscana e organizzato da Artex, Centro per l’Artigianato Artistico della Toscana.\r\nLe collezioni della Galleria dell’Artigianato, si articolano in due sezioni: la Tradizione dell’Artigianato, con opere di maestri artigiani che traggono forza e ispirazione dalla storia e dalla tradizione, riproponendo stilemi classici; Esperienze di Ricerca, con opere di maestri artigiani che partendo da una tradizione culturale e produttiva consolidata, elaborano linguaggi espressivi ed artistici personali e più attuali.\r\n\r\nSi tratta di 33 artigiani per l’area “tradizione” con 93 opere, e 37 artigiani per l’area “ricerca” con139 opere.\r\nGALLERIA racconta, attraverso un allestimento d’impatto l’haute de gamme, il glamour del pezzo fatto a mano.\r\nIl pubblico al quale la Galleria guarda è l’amatore raffinato e curioso, il gallerista esperto di arti applicate, il collezionista che non si stanca di cercare, e che ama l’acquisto di pregio il cui valore è dato dalla qualità dei materiali (oro, argento, cristallo, scagliola, marmo, micromosaico, legni, tessuti, carta) come dalla ricerca di un linguaggio espressivo innovativo e contemporaneo.\r\nLa curatela scientifica della Galleria è firmata da un comitato di esperti composto da Cristina Acidini Luchinat, Soprintendente al Patrimonio Storico artistico di Firenze, Jean Blanchaert, noto gallerista, Francesco Gurrieri, Ordinario di Restauro dei Monumenti dell’Università di Firenze, Giuseppe Furlanis, Presidente del Consiglio Nazionale dell’Alta Formazione Artistica e Musicale – Ministero dell’Università e della Ricerca.\r\nSpetta al Comitato Scientifico garantire ogni anno il turn over dei maestri esposti e l’inserimento di nuovi artisti. L’allestimento, che poggia su un format espositivo di alta riconoscibilità, è a cura di Attilio Lapietra e Tiziana Burrini, direzione artistica di Artex.\r\nLungo il percorso tra i numerosi maestri presenti scopriamo le ceramiche di un artista dall’eccezionale versatilità espressiva come Bruno Gambone, come anche la poeticità del tratto di un’altra ceramista come Paola Staccioli; la leggera e colta ironia delle sculture in cartapesta di Enrico Paolucci, la solida e preziosa immutabilità nel tempo dei tessuti di Busatti e all’opposto la sperimentalità aperta di quelli di Laura De Cesare. E ancora, la preziosa e personalissima maestria dell’arte orafa di Tommaso Pestelli. E poi cristalli di design di ColleVilca, i mosaici intriganti con legni di recupero di Silvia Logi come l’arte magistrale dell’intarsio ligneo di Mastro Santi del Sere, e numerosi altri artisti artigiani espressione di una Toscana del fatto a mano per amanti e collezionisti del bello.\r\n\r\nFonte: Laura Ruggeri

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.